Al cinema, Piccole Donne

Tornano al cinema le Piccole Donne di Louisa May Alcott in una nuova edizione che vede protegoniste Emma Watson nel ruolo di Meg e Meryl Streep in quello di zia March. 

Articoli Correlati

Al cinema, Piccole Donne


 
Con un cast d'eccezione e per la regia di Greta Gerwig (già nota al grande pubblico per quel piccolo capolavoro che è Lady Bird) arriva al cinema il 9 gennaio una nuova edizione di Piccole Donne, il film tratto dal romanzo di Louisa May Alcott, che racconta le avventure, la storia, gli amori, i dolori, i successi e le sconfitte delle quattro sorelle March e del loro amico Laurie.
Il film, che ha ottenuto 2 candidature a Golden Globes, 5 candidature a BAFTA, 9 candidature a Critics Choice Award, 1 candidatura a Writers Guild Awards, 1 candidatura a Producers Guild, non è la pura trasposizione del romanzo, così com'era avvenuto per passate edizioni.


La regista americana, infatti, ha scelto di dare un taglio del tutto personale alla sceneggiatura mescolando i romanzi della serie e combinandoli con momenti della biografia della scrittrice e della propria, in modo da far emergere, in modo chiaro e critico, cosa voglia dire essere donna e autrice in un mondo di uomini.

Un film di denuncia, quindi, in cui il colorato e variegato mondo delle quattro sorelle si impone e si fa strada a forza distruggendo tabù, luoghi comuni, tradizioni consolidate. 
La regia punta più a mettere in scena questi aspetti, piuttosto che a raccontare in modo filologico la storia che, infatti, talvolta ne rimane paralizzata (mancano alcune scene chiave del libro: Beth che ha paura di entrare in casa Lawrence e al contempo brama di suonare il loro pianoforte; Amy che strappa il manoscritto di Jo e poi è mangiata viva dai sensi di colpa; la scena dell'incidente sul ghiaccio, centrale nel libro e in tutte le edizioni passate).
Appare chiarissimo, però, l'intento e la volontà di inserire il film nell'epoca attuale per riaffermare (o affermare in modo diverso, secondo quelle che sono le problematiche di oggi) la forza delle donne, la loro determinazione, il coraggio.



IL FILM

Regia e Sceneggiatura:
Greta Gerwing
Cast:
Saoirse Ronan (Jo March)
Emma Watson (Meg March)
Florence Pugh (Amy March)
Eliza Scanlen (Beth March)
Meryl Streep (Zia March)
Timothée Chalamet (Laurie)
Durata: 135 minuti
Anno: 2019
Data di uscita in Italia: 9 gennaio 2020

Guarda il trailer ufficiale:

 

PERCHÈ UN ALTRO FILM SULLE SORELLE MARCH?


Togliendo gli scenggiati televisivi, i riadattamenti teatrali, persino le serie a cartoni animati degli anni Ottanta, questo è il quarto film ispirato al romanzo della Alcott che viene realizzato.
C'era stato, infatti, negli anni Trenta del secolo scorso l'adattamento di George Cukor con Katharine Hepburn nel ruolo di Jo; nel 1949 era stato il regista Mervyn LeRoy a dirigere Elizabeth Taylor e Janet Leigh nel ruolo delle due sorelle. Recentemente era stata la regista Gillian Armstrong, a portare al cinema nel1994 la bella versione con Winona Ryder, Samantha Mathis e Claire Danes e Kirsten Dunst.


(1933)


(1949)


(1994)

Perché nel corso del tempo si sente l'esigenza di tornare su questo romanzo che, ricordiamolo, ha ormai più di 150 anni (la prima edizione uscì negli Stati Uniti nel 1968)?
La risposta è semplice: perché le sorelle March trascendono i loro tempi, la loro storia e i loro drammi per diventare l'esemplificazione delle battaglie e delle lotte che in tutte le epoche, a prescindere dal contesto sociale, culturale, economico che si trovano a vivere, le donne si trovano ad affrontare. Il privato si mescola con il pubblico. Ciò che succede nell'intimo di quattro ragazze poco più che adolescenti, le loro scoperte, la loro volontà di emanciparsi e la paura di farlo, diventano il motore delle battaglie pubbliche, delle prese di posizione, dei rifiuti.
Che sono validi sempre, a prescindere dal momento storico. E che per sempre potranno essere riletti e contestualizzati.


 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Fao-Schwarz-Milano2021

Fao Schwarz apre a Milano entro il 2021

Fao Schwarz, la storica catena di negozi di giocattoli che ha fatto impazzire i bambini (e gli adulti) di tutto il mondo che hanno avuto la fortuna di visitarla, aprirà un flagship anche a Milano entro il 2021.

continua »
Teatro-Delivery

Teatro Delivery. La cultura non deve morire

Tra i settori più penalizzati a causa del Covid19, oltre alla ristorazione e alla scuola, sicuramente la cultura. Con cinema, teatri e musei chiusi da tempo indeterminato. Ma qualcosa si è mosso nel frattempo. Ed è nato il Teatro Delivery...

continua »
SerieTV-Film-Bambini

Tra film e serie TV: cosa vedere in televisione con i bambini

Ci attendono ancora, purtroppo, lunghe giornate chiusi in casa con i bambini. Ecco, dunque, un elenco di film e serie TV da vedere in famiglia assieme ai più piccoli.

continua »
Scatola-di-Natale2020

Scatole di Natale

Fino all'11 dicembre, un bella iniziativa di solidarietà organizzata sul territorio milanese per dare un po’ di gioia ai più bisognosi. Ecco di cosa si tratta.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network