Cause di infertilità: il varicocele

Il varicocele, una dilatazione patologica delle vene testicolari, è tra le principali cause di infertilità maschile. Per diagnosticarlo occorre una visita specialistica dall'andrologo.

Cause di infertilità: il varicocele



Circa il 15% degli uomini in età fertile sono affetti da varicocele, una patologia piuttosto diffusa e generalmente asintomatica che costituisce una delle maggiori cause di infertilità maschile (secondo i dati del Ministero della Salute circa il 40%).
Si tratta, in pratica, di una disfunzione che interessa il sistema vascolare del testicolo che determina una dilatazione delle vene testicolari con conseguente reflusso di sangue dall’alto e incremento della temperatura.


L'ambiente che si viene a creare è, perciò, sfavorevole alla produzione e alla sopravvivenza degli spermatozoi che di conseguenza risultano essere in numero inferiore rispetto alla norma e con peggiori condizioni di motilità.
Non è un caso, dunque, che di fronte a uno spermiogramma che presenta valori alterati riguardo al numero, alla motilità e alla forma degli spermatozoi (oligo-asteno-teratospermia), il pziente venga indirizzato da uno specialista andrologo per un’accurata visita al fine di diagnosticare o escludere la presenza di varicocele.


CAUSE DEL VARICOCELE

Sebbene le cause siano ancora incerte e sebbene il varicocele colpisca anche ragazzi molto giovani (10-14 anni) con un'incidenza pari a quella degli adulti, alcune teorie per ipotizzarne l'insorgenza sono state fatte:
  • Insufficienza del sistema valvolare venoso
  • Differente pressione idrostatica lungo la vena spermatica sinistra, più lunga della destra
  • Schiacciamento della vena renale da cause diverse
  • Aumento del flusso arterioso testicolare durante la pubertà superiore al volume che il sistema venoso è in grado di accogliere

DIAGNOSI

Generalmente, la diagnosi di varicocele, che come dicevamo sopra è, per lo più asintomatico, arriva dopo uno spermiogramma sballato e la richiesta da parte del medico curante di una visita urologica di approfondimento.
Il controllo consiste in un'accurata ispezione dello scroto da parte dell'urologo/andrologo e in un'eco-doppler che permette di definire l’entità del reflusso e i gradi del varicocele (1°, 2°, 3°, 4° grado).

LA CURA

Per quanto frequente e per quanto spesso responsabile di infertilità di coppia. il varicocele si risolve velocemente e senza conseguenze con un intervento chirurgico (esistono anche pratiche meno invasive che vengono eseguite ambulatoriamente in anestesia locale) che normalizza la situazione (ci vogliono circa 4-6 mesi dopo l'intervento perché la qualità dello sperma possa tornare a parametri di normalità).

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
spotting_gravidanza

Come riconoscere lo spotting da mestruazione e le perdite da impianto

All'inizio della gravidanza, non è raro che possano verificarsi delle perdite dovute all'impianto dell'embrione nell'utero. Ecco come distinguerle dallo spotting che segnala l'arrivo delle mestruazioni.

continua »
Smartphone-infertilita

Cellulari e infertilità maschile: 5 regole per evitare problemi

L'utilizzo prolungato degli smartphone è responsabile dell'infertilità maschile? Secondo la Società Italiana di Andrologia no, anche se i dati sono ancora insufficienti per emettere un verdetto finale.

continua »
Vaccinazioni-per-gravidanza

Vaccinazioni in previsione della gravidanza

In previsione di una gravidanza, è necessario che le donne siano protette nei confronti di morbillo-parotite-rosolia (MPR) e della varicella. In particolare quest'ultima, contratta nel primo trimestre, può avere conseguenze molto gravi sia per il nascituro che per la salute della mamma.

continua »
Perdite-impianto

Perdite da impianto: come si riconoscono

Solo effettuando un test di gravidanza è possibile distinguere le perdite ematiche dovute all'impianto dell'embrione dalle perdite dovute all'inizio del ciclo mestruale.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network