Il preconcepimento... per l'uomo

Per le coppie che stanno progettando una gravidanza, ecco alcuni consigli per l'uomo per aumentare le possibilità di concepimento e le probabilità di avere un bambino in buona salute.

Articoli Correlati


A dispetto di quello che si potrebbe pensare (e di quello che si è pensato per anni), al successo del concepimento contribuiscono tanto la donna quanto l'uomo e per entrambi i sessi la fase del preconcepimento, laddove la gravidanza viene programmata, dovrebbe essere caratterizzata dall'assunzione di uno stile di vita sana e dal rispetto di alcune regole che non solo sono funzionali al successo del concepimento stesso, ma aumentano le probabilità che il feto cresca in buona salute, riducendo al minimo il rischio di malformazioni e disturbi.
ESAMI PRECONCEPIMENTO

Prima di mettere in cantiere un bimbo, l'uomo, come la donna, dovrebbe sottoporsi a un check up completo che attesti il buono stato di salute ed escluda eventuali patologie ai danni dell'apparato riproduttivo. Sebbene, dunque, visite specifiche per determinare la qualità del liquido seminale possano essere effettuate più avanti nel caso in cui la gravidanza dovesse farsi attendere troppo a lungo, una visita andrologica è, comunque, caldamente consigliata.


Al contempo, anche il futuro papà dovrebbe sottoporsi all'esame del sangue specifico per il preconcepimento (gratuito per l'uomo come per la donna) fondamentale per determinare il fattore Rh e per escludere eventuali malattie, quali AIDS, Epatite B...
UNA DIETA SANA ED EQUILIBRATA

Una dieta sana e un peso nella norma facilitano la produzione di spermatozoi rendendo più alta la probabilità di giungere a una gravidanza. Ecco, dunque, che l'uomo come la donna dovrebbe, qualora in sovrappeso, sottoporsi a una dieta ipocalorica (da stabilire insieme a un dietologo) e seguire un regime alimentare equilibrato in cui non manchino frutta e verdura, cereali, proteine.


Le vitamine C, E e D, lo zinco e il calcio sembrerebbero particolarmente indicati per incrementare la vitalità e la fertilità degli spermatozoi. Spesso anche all'uomo viene, poi, consigliato un'integrazione di acido folico per diminuire il rischio di malformazioni del bambino.
NO SMOKING

Per aumentare la fertilità sarebbe consigliabile anche per l'uomo smettere di fumare o, comunque, ridurre il numero di sigarette assunte. Allo stesso modo, andrebbero evitate droghe, sostanze tossiche e un consumo smodato di alcolici e super alcolici.
PARTI INTIME AL FRESCO

È accertato che il surriscaldamento dei testicoli è spesso la causa dei problemi di fertilità maschili. La temperatura ideale della zona dovrebbe, infatti, essere di circa un grado inferiore rispetto a quella del resto del corpo. Da evitare, perciò, bagni eccessivamente caldi, saune, bagni turchi...
Per chi sta cercando una gravidanza, inoltre, sconsigliati anche i jeans e gli slip troppo stretti e l'utilizzo del pc sulle ginocchia.
Le parti intime, infine, andrebbero protette anche da eventuali colpi... bassi.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Emmanuel il 26 ottobre 2019 alle ore 17:00

    Salve a Tutti .

    ho 25 anni sposato da 1 anno e 2 mesi. io e mia moglie abbiamo deciso di fare un figlio, abbiamo fatto gli analisi grazie A Dio con i risultati stiamo bene; l'unico problema e che ho riscontrato il beta2 a 6,9 quindi leggermente alto sui parametri normali che si aggirano dai 2,5 a 6,5..

    secondo voi se vorremmo fare un figlio potrebbe causare qualche problema:

    ps: non ho avuto mai un rapporto sessuale, solo con mia moglie.

  • Commento inserito da Enrico il 10 aprile 2013 alle ore 16:36

    Ciao,
    HO 32 anni e con la mia compagna (36) è da circa 8 mesi che proviamo ad avere un figlio.
    Nella sua ultima visita ginecologica la dottoressa non ha evidenziato particolari problemi ( definendola con un utero materno). Io non ho mai fatto una visita andro/urologa. Premetto che non ho mai avuto problemi all'aparato genitare salvo raramente un pò di uretra infiammata.
    HO sentito parlare di spermiogramma. In cosa consiste?
    Avete consigli "funzionali" al mio desiderio di paternità?
    Grazie
    Enrico

  • Commento inserito da angelica il 1 febbraio 2011 alle ore 11:35

    mio marito sta x fare uno spermiogramma...visto che siamo all'8 tentativo e niente di niente ma xkè è cosi difficile?

  • Commento inserito da simona il 4 settembre 2010 alle ore 16:12

    io e mio marito invece qusesto mese abbiamo un problema :in questi giorni lui sta manifestando un 'allergia con orticaria confermata dalle IG E tot su sangue non specificata .cosa facciamo continuiamo ,secondo voi nel tentativo del bimbo o no? grazie

  • Commento inserito da Agata il 5 maggio 2010 alle ore 07:48

    mille grazie per questi consigli preziosi ,ne parlerò col mio compagno ...
    Anche se abbiamo qualche problema perhè lui è disabile (non è il concepimento il problema , ma la perdita di peso a causa del fatto che fatica molto a camminare)

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Infertilita-maschile-varicocele

Cause di infertilità: il varicocele

Il varicocele, una dilatazione patologica delle vene testicolari, è tra le principali cause di infertilità maschile. Per diagnosticarlo occorre una visita specialistica dall'andrologo.

continua »
spotting_gravidanza

Come riconoscere lo spotting da mestruazione e le perdite da impianto

All'inizio della gravidanza, non è raro che possano verificarsi delle perdite dovute all'impianto dell'embrione nell'utero. Ecco come distinguerle dallo spotting che segnala l'arrivo delle mestruazioni.

continua »
Smartphone-infertilita

Cellulari e infertilità maschile: 5 regole per evitare problemi

L'utilizzo prolungato degli smartphone è responsabile dell'infertilità maschile? Secondo la Società Italiana di Andrologia no, anche se i dati sono ancora insufficienti per emettere un verdetto finale.

continua »
Vaccinazioni-per-gravidanza

Vaccinazioni in previsione della gravidanza

In previsione di una gravidanza, è necessario che le donne siano protette nei confronti di morbillo-parotite-rosolia (MPR) e della varicella. In particolare quest'ultima, contratta nel primo trimestre, può avere conseguenze molto gravi sia per il nascituro che per la salute della mamma.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network