Come tenere il Covid fuori dalla porta di casa

Ora che tutti abbiamo ricominciato a uscire, le precauzioni per evitare che il virus entri nelle nostre case al ritorno sono fondamentali. Bastano davvero pochi gesti per igienizzare l'ambiente e non correre rischi. 

Articoli Correlati

Come tenere il Covid fuori dalla porta di casa



Non serve diventare paranoici dell'igiene. È sufficiente seguire alcune semplici indicazioni e tenere la casa pulita per evitare, ora che finalmente c'è la possibilità di uscire, che il virus rientri nelle nostre abitazioni con noi.


La pulizia e l'igiene della casa, così come la pulizia e l'igiene delle mani, oltre a essere importanti strumenti di prevenzione a costo quasi zero, sono abitudini di vita che dovremmo portarci dietro sempre, anche in un'era post-covid.
Premesso, dunque, che la principale fonte di trasmissione resta quella per inalazione delle particelle infette disperse nell'aria, ecco qualche consiglio per tenere pulita la casa ed evitare problemi da contatto.

10 REGOLE IN CASA A PROVA DI VIRUS
  1. Dopo una passeggiata o una giornata trascorsa fuori casa, è buona norma togliersi le scarpe all'ingresso e indossare calzature che non vengono utilizzate fuori dalla propria abitazione. Presso alcune culture (basti pensare a quella nipponica) questa è una regola da sempre che tutti rispettano. Anche gli ospiti.
    Cappotti, giacche, vestiti, invece, non devono essere lavati ogni volta che si torna a casa a meno che non si siano frequentati ambienti ad alto rischio (ospedali, case di cura...)
     
  2. In caso abbiate visite, se non volete costringere i vostri ospiti a togliersi le scarpe, lasciate all'ingresso uno straccio intriso nel disinfettante (vanno bene alcol, Amuchina, cadeggina...) e chiedete agli invitati di pulirsi la suola come se fosse uno zerbino.
     
  3. Arieggiate spesso i locali, anche diverse volte al giorno. Il virus, infatti, prolifera maggiormente negli ambienti chiusi dove l'aria è stagnante.
     
  4. Prima che arrivi l'estate, qualora abbiate l'impianto di condizionamento, pulite tutti i filtri e controllate che tutto sia a posto. La pulizia dei filtri andrà ripetuta spesso, anche durante l'utilizzo.
     
  5. Una casa pulita è sinonimo di igiene, ma non necessariamente di 'disinfezione'. Pulizia e disinfezione, infatti, sono due cose differenti: la prima ha a che fare con la rimozione dello sporco, la seconda con l'eliminazione di virus e batteri.
    Mantenere pulite le superfici e i pavimenti, quindi, è importante e deve essere un'azione quotidiana.
    Al contempo, però, soprattutto se ci sono persone che lavorano all'esterno in ambienti ad alta frequentazione umana (o se si utilizzano i mezzi pubblici per spostarsi), è importante disinfettare le superfici (pavimenti, tavoli, ripiani...) con prodotti specifici. A questo proposito, perfetti, alcol etilico diluito in acqua, candeggina, prodotti disinfettanti specifici per la casa.
     
  6. Non mischiate mai prodotti diversi tra loro. Alcol + acqua, candeggina + acqua o semplicemente i prodotti che si trovano in vendita già formulati sono ottimi per la disinfezione domestica.
     
  7. Utilizzate sempre guanti in gomma durante la disinfezione della casa e, al termine, aprite le finestre per far cambiare l'aria.
     
  8. Dal momento che è impossibile pulire e disinfettare tutto tutti i giorni, concentratevi sulle superfici che maggiormente potrebbero essere veicolo di contagio: maniglie, interruttori, telecomandi, sedie, dispositivi elettronici (anche il cellulare), pulsanti, la rubinetteria, il wc (tirate sempre l'acqua con la tavoletta abbassata per evitare l'effetto aerosol...
     
  9. Per tappeti, moquette e divani utilizzate un vaporizzatore ad alta temperatura che mantiene pulita la superficie e può essere utilizzato anche più volte durante la settimana.
     
  10. Per uccidere germi e batteri è necessario che la temperatura di lavaggio della lavatrice e della lavastoviglie superi i 60°. Per evitare di rovinare i capi, utilizzate prodotti specifici disinfettanti per lavatrice che uccidono una buona percentuale di microbi.

Ovviamente, queste indicazioni sono valide qualora in casa non ci sia nessun paziente positivo. In questo caso, infatti, le precauzioni da prendere aumentano e vanno prese in considerazione con il proprio medico curante.


 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Immuni-app-covid

Immuni cambia faccia dopo le polemiche di sessismo

L'app Immuni ci 'ripensa'. E dopo aver mostrato un uomo che lavora al computer mentre la donna culla un bebè, ora fa marcia indietro: l'uomo culla il bebè e la donna lavora al computer. 

continua »
Mascherine-fai-da-te

Mascherine fai da te: ecco come realizzarle

Da quando anche le mascherine fatte in casa sono state dichiarate idonee dal Governo come strumenti di protezione dal covid, molte si sono cimentate nel lavoro. Di seguito, alcune indicazioni per realizzarle in sicurezza.

continua »
Bonus-famiglie-decreto2020

Decreto rilancio e sostegno economico per le famiglie

Dal bonus baby sitter ai centri estivi, dal bonus bicicletta al piano per le vacanze, ecco quali aiuti economici per le famiglie sono previsti nel Decreto di Rilancio per l'Italia messo a punto nei giorni scorsi dal Governo.

continua »
Covid19-aria-condizionata

Covid e aria condizionata: tutto quello che c'è da sapere

L'aria condizionata può diventare un veicolo di trasmissione del virus? Come prevenire problemi? Quali interventi occorre fare sugli impianti?

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network