Protocollo di intervista per la nuova baby sitter

Stai cercando una nuova baby sitter che si prenda cura dei bambini quando non ci sei? Ecco cosa domandarle in fase di colloquio.

Articoli Correlati

Protocollo di intervista per la nuova baby sitter


 
Se stai cercando una nuova baby sitter, avere un protocollo di domande da sottoporle durante il colloquio ti è utile per non perderti pezzi e per confrontare le diverse risposte delle candidate.
SI parte sempre dall'anagrafica (vedremo come), si prosegue con le esperienze professionali ed eventuali referenze, le aspettative e da ultimo le richieste economiche.


Ecco un esempio a cui poter fare riferimento.

ANAGRAFICA

Non fare mai domande personali (età, stato civile, nazionalità....). Queste informazioni non ti sono utili al fine della scelta e potrebbero infastidire la persona che hai di fronte. Limitati a chiederle, se questo è davvero un punto focale della tua ricerca, se è ha la patente, automunita e disponibile ad accompagnare i bambini a eventuali corsi sportivi o attività pomeridiane.
Sempre se davvero di tuo interesse e discriminante per la scelta, puoi chiedere quali lingue conosce e se sarebbe in grado di parlare o meno la lingua X/Y.
Ovviamente, è fondamentale chiedere la disponibilità giornaliera e la flessibilità oraria in caso di tuo ritardo.

ESPERIENZA PROFESSIONALE

Non è sempre necessario scegliere una persona che abbia una lunga esperienza professionale.
In base alle tue necessità, infatti, questo criterio può avere più o meno peso.
In generale, però, si può dire che una persona con una lunga esperienza alle spalle è più indicata con bambini molto piccoli o problematici. Una ragazza giovane e alle prime armi può, al contrario, andare bene quando i bimbi sono più grandi e necessitano, soprattutto, qualcuno che giochi con loro, che li aiuti a fare i compiti e che li accompagni alle varie attività sportive.
Non fissarti, quindi, su questo punto e valuta davvero quello che stai cercando e cosa ti serve.

In generale, non si richiedono referenze specifiche. Se, però, ritieni di aver bisogno di un'ulteriore conferma, nulla ti vieta (nei Paesi anglosassoni, per dire, è la prassi) di chiedere delle referenze da parte dei precedenti datori di lavoro.

ASPETTATIVE RECIPROCHE

È questa la fase più delicata. Sia tu che la candidata dovrete chiarire molto bene quelle che sono le vostre aspettative. Questo è fondamentale per non incorrere dopo in malintesi e problemi.
In altre parole, tu dovrai:
  • Dire chiaramente quante ore al giorno ti aspetti che questa persona lavori 
  • Segnalare la possibilità che tu possa tardare rispetto all'orario concordato o potresti avere bisogno di qualche ora aggiunti in alcuni casi particolari.
  • Specificare esattamente in cosa consistono le sue mansioni (se deve prendere i bambini a scuola, se devi portarli al parco, se deve cucinare, preparare la cena, fare il bagnetto...). È molto importante che tu sia chiarissima su questo punto o non potrai pretendere, dopo, che venga fatto ciò per cui non vi eravate accordati.
  • Indicare eventuali criticità (il bambino non è abituato a estranei, ha un carattere complesso, è piuttosto agitato, è molto timido...)

Dal canto suo, è importante che anche la candidata metta in chiaro le sue aspettative. Non esitare, quindi, a chiedergliele qualora non venissero fuori.

ASPETTO ECONOMICO

Al termine del colloquio, va affrontata, anche in questo caso nel modo più chiaro possibile, la questione economica.
Vanno definiti:

  • Il tipo di contratto che si intende stipulare
  • Lo stipendio 
  • La modalità di pagamento (se settimanale, mensile...)
  • Il periodo di lavoro (solo nei mesi scolastici, anche in estate....)
  • Cosa si intende fare in caso di malattia e ferie (questi aspetti, naturalmente, sono già regolamentati dai contratti di lavoro ma meglio specificare)

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Cambio-armadio2021

Cambio dell'armadio intelligente

Approffitta del cambio armadio per mettere ordine tra i vestiti e gli accessori ed eliminare i vecchi indumenti che non si utilizzano in più.

continua »
Bonus-Terme2021

Bonus Terme. Ecco come funziona

Al via dal mese di ottobre le prenotazioni per fare richiesta del Bonus Terme che coprirà al 100% qualsiasi trattamento termale fino a un massimo di 200€. 

continua »
Shopping-bambini-autunno-inverno

Abbigliamento bambini: fondamentali per la scuola

Pantaloni, tute, magliette, scarpe da ginnastica, grembiuli.... Tutto quello che va previsto nel guardaroba di un bambino che inizierà nei prossimi giorni la scuola.

continua »
Make-Up-Estivo

Il make-up dell'estate

A prova di caldo (mare, piscina, sabbia e vento), anche il make-up va adatto alle esigenze estive. Scegliendo un trucco leggero, che garantisca tenuta e contrasti l'effetto lucido per tutta la giornata.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network