SoleConAmore: la campagna social per i giovanissimi

Al via la campagna #soleconamore per sensibilizzare, soprattutto i giovanissimi, sul tema del melanoma e sulla prevenzione del rischio del tumore alla pelle.

Articoli Correlati

SoleConAmore: la campagna social per i giovanissimi



Melanoma, questo sconosciuto. Da quanto emerso da un sondaggio condotto sui social tra un pubblico di adolescenti, sul tema rischio di tumore alla pelle a fronte di un'errata esposizione ai raggi solari, l'ignoranza è ancora massima.


Il 39% dei teenager non usa creme solari (e solo il 10% dichiara di farlo in modo abituale durante tutta l'esposizione), solo il 18% sa cosa sia un fototipo (per il 53% è un tipo di immagine, per il 16% una tecnica di selfie e per il 13% una tonalità di colore dei fiori), il 48% non ha mai sentito parlare di 'melanoma', il più aggressivo dei tumori alla pelle, e il 63% ritiene che lampade e docce solari rappresentino il modo più cool per abbronzarsi e prendere colore. 

Proprio per sensibilizzare i giovanissimi, la Fondazione AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) presso il Ministero della Salute, ha indetto la campagna informativa e di sensibilizzazione condotta sui social dal nome #SoleConAmore con l'obiettivo di insegnare agli adolescenti a prevenire il pericolo del melanoma attraverso i social.

Questo tumore particolarmente aggressivo, infatti, ha fatto registrare negli ultimi anni tassi di crescita molto elevati, diffondendosi soprattutto sugli under 40.
Secondo il presidente della Fondazione AIOM Fabrizio Nicolis il melanoma è il secondo tumore più frequente negli uomini under 50 e il terzo nelle donne nella stessa fascia d’età. In particolare, in un quindicennio in Italia, il numero delle nuove diagnosi è raddoppiato, passando da poco più di 7.000 nel 2003 a 13.700 nel 2018, con un incremento sia negli uomini (+3,4% per anno) che nelle donne (+2% per anno).
Tra le cause principali la mancata conoscenza dei fattori di rischio e la scorretta esposizione al sole da giovanissimi.

Il progetto #SoleConAmore vuole informare i ragazzini sul corretto modo di esporsi al sole, rendendoli consapevoli di cosa sia un melanoma, come si diffonda, come si prevenga.
La campagna, realizzata grazie al contributo non condizionante di Novartis e di Pierre Fabre, prevede l’impegno di una decina fra le influencer più seguite a livello nazionale sui social network, e la distribuzione sulle spiagge dell'opuscolo informativo. 
Sul fronte digitale, invece, gli adolescenti saranno invitati dalle influencer a realizzare video accattivanti, per stimolare il dibattito e rendere virale il tema.
L'obiettivo è quello di raggiungere e coinvolgere 100.000 teenager formandoli sul tema prevenzione e rischi di un'errata esposizione.

L'ignoranza in materia, infatti, è allarmante. I ragazzini non fanno uso di creme solari ritenendole 'da sfigati', sono convinti che le lampade li proteggano dal rischio scottature (nulla di più sbagliato: i danni di queste apparecchiature sono sottovalutati. È dimostrato che il loro utilizzo, soprattutto in età inferiore ai 35 anni, aumenti in maniera significativa il rischio di melanoma), non conoscono il loro fototipo e, in generale, non sanno cosa sia un fottipo e ignorano il concetto di prevenzione dei tumori alla pelle.

Per saperne di più scaricate l'opuscolo informativo #SoleConAmore.


 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Mascherine-covid19

Mascherine: facciamo chiarezza

Le mascherine saranno probabilmente le nostri fedeli compagne di passeggiate quando il lockdown sarà sciolto e si potrà tornare a una vita 'quasi' normale. Non tutte le mascherine, però, sono uguali e non tutte proteggono dal covid.

continua »
Pasta_madre

Pasta madre: pane in casa, decisamente biologico

In un momento in cui il lievito è diventato un bene raro, riportiamo in primo piano questo articolo che vi spiega come ottenere in casa la pasta madre, perfetta per la preparazione casalinga di pizze, pane e focaccia.

continua »
Smartworking-piattaforme

Le piattaforme per rimanere connessi

Per chi è a casa in smart working. Per gli studenti che devono seguire lezioni online. Per continuare ad avere relazioni sociali. Ecco alcuni strumenti molto utili se dovete organizzare call e video conferenze con colleghi, clienti, insegnanti e amici.

continua »
Smart-working-coronavirus

10 regole per lo smart worker felice

Vita da smart worker anche per chi allo smart work non è abituato o non lo ha mai desiderato come standard lavorativo. Di seguito qualche simpatico consiglio per viverlo al meglio, nonostante la presenza dei bambini.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network