Tutti pazzi per i selfie

Trasversale e dilagante la mania del selfie, ovvero dell'autoscatto, impazza ormai tra chiunque sia dotato di un dispositivo mobile, smartphone o tablet. Perché piacciano tanto? E come vanno eseguiti per foto a regola d’arte?

Articoli Correlati


Selfie. Ovvero, in una lingua antica e ormai desueta, autoscatto.
Il termine è stato coniato nel 2005 e nel giro di qualche anno è divenuto di uso comune tanto che nel 2013 il MOMA di New York ha organizzato una mostra dal titolo Art in Translation: Selfie, The 20/20 Experience nell’ambito della quale i visitatori hanno avuto la possibilità di utilizzare una fotocamera digitale per fotografare se stessi in un enorme specchio.


Con selfie si intende, appunto, una fotografia scattata alla propria persona (volto, figura intera o dettagli) e caricata, generalmente, su un social media (Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram…).
La moda è talmente dilagante e trasversale che non solo, ormai, ha colpito chiunque (adolescenti, bambini, anziani, possessori di animali, neo genitori, studenti, nonni…), ma addirittura sul web (e non) si sprecano i consigli e i suggerimenti degli esperti per scatti d’autore.
Intorno alla mania del selfie, poi, sono state sviluppate applicazioni apposite che consentono anche ai neonati e agli animali domestici… di scattarsi una autoritratto!

Insomma, follia pura 2.0!

6 CONSIGLI PER UN SELFIE PERFETTO
  • Poiché la luce gioca, come sempre nella fotografia, un ruolo chiave, è fondamentale che l’ambiente scelto per il selfie sia luminoso, che la luce non sia diretta sul volto (per evitare l’effetto “sole in faccia”) e neppure di spalle (per evitare che il volto sia in ombra)
  • L’angolazione dell’inquadratura è fondamentale. Lo smartphone va posizionato in alto sopra alla testa e poi inclinato fino a trovare l’inquadratura desiderata.
  • Per ottenere maggiore profondità e apparire più magri, meglio evitare lo scatto frontale. L’inquadratura migliore è di tre quarti.
  • Il flash, che appiattisce l’immagine e conferisce una luce dura alla foto, non va usato mai (a meno che proprio non se ne possa fare a meno. Per esempio, nel caso di un selfie in nottura). Va, quindi, disattivato dal proprio dispositivo.
  • Lo sfondo non è un dettaglio trascurabile. Farsi un selfie con lo sfondo del wc può avere il suo perché. Ma se si può evitare, meglio!
  • Puntare su espressioni buffe e divertenti. Cercando di capire quali sono i propri punti di forza e debolezza.
  • Per quanto possibile, cercare di rimanere immobili mentre si scatta la foto. Il trucco è quello di afferrare il dispositivo tenendolo ben saldo con le due mani, prendere fiato ed espirare solo nel momento in cui si clicca sul tasto di scatto.



BABY SELFIE: ANCHE I NEONATI SI FANNO I SELFIE
Baby Selfie è la app, disponibile per Android a 99 centesimi, che insegna anche ai neonati a farsi un selfie. Si tratta, in pratica, di un software semplicissimo da utilizzare che, con suoni e immagini, attira la curiosità del bebè invogliandolo a sorridere, fare smorfie, aggrotare le sopracciglia… fino a quando riesce, per caso, a scattarsi la foto.
L’applicazione, che è stata sviluppata da un neopapà desideroso di “introdurre” il suo piccoletto nel magico mondo dei selfie, ha naturalmente scatenato grosse polemiche in rete. La verità è che si inserisce perfettamente in un filone sempre più dilagante che non ha mancato di coinvolgere neppure gli animali (anche i pelfies, infatti, gli autoscatti con il proprio “pet”, animale domestico sono in gran voga tra gli internauti!).

A proposito di selfie, proprio di questi giorni il selfie più retwittato della storia (3,2 milioni di retweet), che ha mandato in tilt il famoso social network: si tratta dell'autoscatto che le star di Hollywood, guidate dalla istrionica presentatrice Ellen DeGeneres, si sono fatti durante la premiazione della Notte degli Oscar.
La foto (qui a lato) ha avuto talmente tanto successo che persino alcune serie animate hanno deciso di renderle omaggio ed è diventata un vero e proprio tormentone della rete.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Lydia il 5 marzo 2014 alle ore 16:18

    Ma poveri bimbi! Con in mano un cellulare a pochi giorni di vita!

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Pulizia-lavatrice

3 consigli e una ricetta per tenere pulita la lavatrice

Tenere pulita la lavatrice è fondamentale per un avere un bucato che superi la prova del bianco. Ecco 3 consigli per prendersene cura in modo naturale senza ricorrere ai detersivi in vendita in commercio.

continua »
Ginnastica-intima-donne

Ginnastica intima per donne

Per prevenire i dolori mestruali, per una pancia piatta, per la gravidanza o il parto, Ginnastica intima per donne. Riscopri la tua femminilità con il metodo Gymintima® è il libro di Simona Oberhammer pensato per le donne.

continua »
Pasta_madre

Pasta madre: pane in casa, decisamente biologico

Impazza la moda del pane in casa fatto con pasta madre. Sano, sottoposto a un corretto processo di lievitazione che lo rende più leggero e digeribile e sicuramente più economico del pane acquistato in panetteria. Una mini guida per coloro che vogliono percorrere questa strada.

continua »
Unicorno-mania

Unicorno-mania: ecco alcune idee regalo

Il tuo bambino impazzisce per gli unicorni? La tua migliore amica si è riempita la casa di mini-pony come se avesse ancora 10 anni? Ecco alcune idee regalo in grado di soddisfare l'unicorno-mania che impazza ovunque (e a qualunque età).

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network