10 regole di buona educazione a tavola

L'educazione a tavola va insegnata sin dalle primissime pappe, stabilendo regole chiare e condivise da tutte la famiglia. Ecco, dunque, cosa si dovrebbe e cosa non si dovrebbe fare durante i pasti.

Articoli Correlati


 
È spesso durante i pasti che la famiglia si riuniusce e trova un momento per condividere gli accadimenti della giornata e raccontare le esperienze del giorno. Ecco perché è così importante che a tavola ci siano regole chiare valide per tutta la famiglia.


  1. Si mangia tutti assieme allo stesso orario. Se i bambini sono molto piccoli (in età da svezzamento) possono mangiare prima in base alle loro esigenze. È, peròò, importante che li abituiate a stare a tavola con voi mentre cenate o pranzate.
     
  2. Durante i pasti, si spengono televisione, tablet, computer e smartphone. Non si mangia con il cellulare in mano. O con un occhio puntato verso la televisione. Spegnete i device e accendete la conversazione.
     
  3. SI mangia tutti la stessa cosa, fatta eccezione per casi o esigenze particolari (allergie, intolleranze, malattia...). Abituate i piccoli a condividere con voi anche il gusto dei piatti che proponete a tavola. Se li abituate a un menu differente, difficilmente riuscirete a togliere loro il vizio di chiedere altro rispetto ai piatti che mangiano gli altri.

     
  4. A tavola si chiacchiera, si parla, si ride, si scherza. Ma non si urla. E non si litiga.
     
  5. A tavola non si gioca. Durante il pasto, giochi e giochini vanno tolti dalla tavola. Il bambino deve abituarsi a conversare e mangiare senza altre distrazioni. Diversamente, al ristorante, dove i tempi d'attesa sono più lunghi, potrete portare con voi un gioco o un libro da colorare che, però, vanno fatti sparire quando arrivano i piatti.
     
  6. Non ci si alza da tavola senza il permesso di mamma e papà.
     
  7.  La tavola si apparecchia sempre. Anche per un pasto frugale. Non importa che usiate la tovaglia, le tovagliette o il runner, ma la tavola va apparecchiata ogni volta con tutto quello che siete soliti metterci.
     
  8. I bambini più grandi possono essere abituati ad aiutare i genitori ad apparecchiare e sparecchiare, portare in tavola i piatti, servire.... 
     
  9. Se ne avete la possibilità, invitate gli amichetti dei vostri figli o i vostri amici a mangiare da voi. Abituare i bambini alla convivialità è un buon modo per accrescere la loro capacità di socializzare. 
     
  10. Se vi è possibile, abituate i bimbi ad venire al ristorante con voi e insegnate loro ad avere un comportamento educato e rirpsettoso anche degli altri commensali.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
legionella-Milano

Allarme legionella a Milano: cos'è e come si trasmette

Dopo i casi di legionella segnalati a Milano e che interessano un palazzo abitato da circa 200 persone, ecco il vademecum dell'ATS locale per prevenire il contagio.

continua »
Elenco-paure-bambino

Da 0 a 16 anni come cambiano le paure dei bambini

Un elenco schematico ed esaustivo che racconta come cambino le paure dei bambini in base alla loro età e alla loro percezione di se stessi nella realtà.

continua »
La-pazienza-dei-sassi

Come dire a un bambino che la mamma è molto malata

La pazienza dei sassi è un albo illustrato che racconta la malattia della mamma (un tumore al seno) attraverso gli occhi del figlio di 9 anni.

continua »
Spina-pesce-gola

Spina di pesce incastrata nella gola. Cosa fare?

Cinque metodi, testati da generazioni, per far 'scendere' la spina di pesce rimasta incastrata in gola. Qualora questa provochi solo fastidio e non stia realmente causando un problema al bambino.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network