Cistite nei bambini

La cistite è un disturbo piuttosto frequente che colpisce spesso i bambini. Ecco come intervenire e i rimedi per alleviare il dolore.

Articoli Correlati

Cistite nei bambini




La cistite è un disturbo piuttosto frequente durante l'infanzia che non deve allarmare più di tanto i genitori.
Alcuni segnali - dolore e bruciore durante la minzione, minzione frequente, dolore al fianco o al basso ventre, presenza di sangue nelle urine, urine maleodoranti o torbide... - non lasciano generalmente dubbi.


Altri meno specifici, invece, - vomito, diarrea, sonnolenza, inappetenza... - potrebbero trarre in inganno.

Le cause sono da ricercare nella presenza di batteri patogeni che arrivano in vescica attraverso l’uretra, il condotto da cui fuoriesce l’urina. Ci sono diverse ragioni per cui questo accade:
  • Il bambino ha pulito il sederino, dal retro in avanti, portando la carta igienica sporca a contatto con i genitali esterni. Si tratta di un problema più frequente nelle bambine poiché l’uretra è più vicina all’ano rispetto alla conformazione anatomica dei maschietti;
  • I batteri fecali entrano in contatto con l’uretra, una volta che il pannolino è pieno

Per la diagnosi, sebbene alcuni sintomi siano chiarissimi, è necessario effettuare un esame completo delle urine con urinocoltura e antibiogramma. La pipì da raccogliere è quella intermedia, non quindi il getto iniziale né quello finale.
In caso di cistite, la cura consiste in un breve ciclo (in genere da tre a cinque giorni) di terapia antibatterica per via orale. È fondamentale, in questo periodo, che il bambino beva molto.

COME PREVENIRE

  • Utilizzare biancheria intima di cotone, evitando tutte le fibre sintetiche che possono favorire la crescita dei batteri.
     
  • Evitare cibi particolarmente grassi e i fritti e far sì che il bambino si abitui a bere spesso anche quando non ha lo stimolo della sete.
     
  • Insegnare al bambino ad andare in bagno spesso, almeno sei volte nell'arco della giornata, e a non trattenere a lungo la pipì.
     
  • Al mare e in piscina, evitare che il bambino rimanga troppo a lungo con il costume bagnato addosso.
     
  • Insegnare ai bambini a prendersi cura della loro igiene intima nel modo corretto, evitando il contatto delle feci con i genitali e utilizzando il bidet sempre, mattina e sera, come gesto di igiene quotidiana.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
passeggiateguinzaglio_cv

Bambini al guinzaglio. Favorevoli o contrari?

In Inghilterra pare essere una prassi consolidata e molto usata dalle mamme. In Italia l'idea di portare in giro il bimbo 'al guinzaglio' fa storcere un po' il naso. Sono utili, quindi, o no le redinelle? E se sì, in quali casi?

continua »
primosoccorso_cv

Primo soccorso: ferite

Come comportarsi in caso di ferite, tagli, sbucciature... per evitare infezioni.

continua »
pronto intervento_cv

I bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli

Un corso di pronto soccorso chiaro, semplice e certificato per tutti. Presentato a Palazzo Marino, aggiornato secondo le nuove normative europee, torna il video I nostri bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli.

continua »
abbautunno_cv

Abbigliamento bimbi: capi must have per l'autunno

8 capi che ogni bambino dovrebbe avere nell'armadio per affrontare l'autunno. Dagli stivali al trench ecco alcuni capi moda indispensabili e il consiglio per gli acquisti.

continua »
Cerca altre strutture