Masturbazione infantile: come comportarsi

La masturbazione, maschile e femminile, in età pediatrica è naturale e sana. È normale, infatti, che un bambino nell'eplorazione del suo corpo provi piacere toccandosi e voglia poi replicare il piacere provato la prima volta.

Articoli Correlati

Masturbazione infantile: come comportarsi



Il pregiudizio che in età pediatrica il piacere sessuale sia assente e il bisogno di provocarlo non naturale affonda le sue radici in antichi credi, veicolati soprattutto attraverso la Bibbia e gli scritti classici, che condannano la masturbazione in generale e la ritengono un gesto da evitare e proibire.


In realtà, è del tutto normale e sano che un bambino, anche molto piccolo, voglia conoscere ed esplorare il proprio corpo e, una volta scoperto il piacere provocato dal gesto di toccare le parti intime, voglia anche riviverlo e riprodurlo.
Non si tratta di una vera e propria sessualità infantile anche se, pur nella mancanza di consapevolezza, non ha nulla di diverso dalla sessualità dell'adolescente e dell'adulto.

La masturbazione praticata dai bambini e dalle bambine, quindi, non deve assolutamente destare alcun timore e va accolta dai genitori come una delle tante scoperte dell'infanzia e mai vietata: è molto importante che i genitori non sgridino o impediscano l'atto masturbatorio per evitare che il piccolo associ il gesto a qualcosa di sbagliato, di cui vergognarsi e da nascondere agli altri.
Ciò che, invece, andrebbe fatto è accompagnare il bimbo o la bimba in una percorso di scoperta dei piaceri della vita all'interno dei quali quello sessuale si colloca.
La masturbazione, infatti, è causa di un piacere intenso e immediato che rimane, però, fine a se stesso: manca tutta quella parte di progettualità, aspettativa, costruzione che altre forme di piacere si portano dietro.
Se è vero, dunque, che assolutamente la masturbazione non va vietata e il bambino deve essere lasciato libero di praticarla quando crede, è anche vero che aiutarlo a scoprire altri modi di godere delle cose è fondamentale per offrirgli un equilibrio generale che gli sarà, poi, utile in seguito in modo che l'autoerotismo non costituisca la sola fonte di godimento conosciuta.

Un bambino o una bambina scoperti a masturbarsi, poi, possono anche essere guidati alla conoscenza del proprio apparato genitale attraverso la consultazione di libri adatti all'età che spieghino loro cosa sono gli organi genitali, quale funzione abbiano e come si differenzino nelle donne e negli uomini. Il tutto sempre nel tentativo di dare una normalizzazione all'atto sessuale praticato dal piccolo senza colpevolizzarlo o demonizzarlo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Bolle-sapone-fai-da-te

L'originale ricetta delle bolle di sapone fatte in casa

Dalla plastilina alle bolle di sapone, ecco alcune utili ricette fai da te per giocare con i bambini nel tempo libero fabbricando in casa il materiale di gioco. 

continua »
Self_esteem_children

Autostima: 10 cose da non dire ai bambini

Può capitare di essere stressati e non darci peso, ma certe frasi, pronunciate spesso senza volontà di ferire, ma semplicemente con superficialità in momenti di rabbia o fretta, andrebbero evitate del tutto con i bambini. Il rischio è quello di minare il processo di acquisizione dell'autostima personale, fondamentale per affrontare al meglio le sfide della vita presenti e future.

continua »
Aquiloni

Costruisci il tuo aquilone

Ecco come costruire un fantastico aquilone da far volare in spiaggia o da inseguire sui prati in montagna. Basta seguire tutti i passaggi.

continua »
Creme-solari-bambini2022

10 cose da sapere sulle creme solari per i bambini

Come scegliere i solari per i bambini? E' davvero necessaria la protezione totale o si possono utilizzare creme con fattori di protezione più bassa? Quante volte va applicata la crema? 10 risposte per fugare i dubbi delle mamme in materia di protezione solare.

continua »
Cerca altre strutture