Back to school. Partire organizzati - Età scolare - Bambinopoli





Back to school. Partire organizzati

La check list delle 7 cose da fare in queste ultime settimane che precedono l'inizio della scuola per non ritrovarsi il giorno prima con l'acqua alla gola e1000 cose da fare e comprare. 

Articoli Correlati


Per le mamme che hanno bimbi in età scolare, i giorni che precedono il ritorno a scuola significano 'preparativi per il back to school'.
Ecco la check list delle cose da fare in queste settimane per evitare di trovarsi con l'acqua alla gola nelle ore che precedono il fatidico 'primo giorno'.


  1. Grembiuli: controllare che i grembiuli dello scorso anno non siano diventati troppo stretti, non sia eccessivamente sgualciti, rovinati, sbiaditi e, in caso, provvedere all'acquisto. Online esistono diversi siti che vendono grembiuli scolastici a prezzi vantaggiosi. Ma occorre muoversi in anticipo affinché le consegne avvengano per tempo.
     
  2. Astuccio: penne, matite, pennarelli, gomme, temperini... Non ha senso ricomprare ogni volta tutto il materiale. E' sufficiente verificare cosa può essere riutilizzato dall'anno precedente e cosa, invece, va buttato integrando solo ciò che serve davvero. Anche in questo caso, i siti online aiutano a risparmiare denaro e sicuramente tempo.
     
  3. Quaderni: provvedere all'acquisto dei quaderni necessari per i primi tempi, verificando che righe e quadretti siano quelli dell'anno in corso e non quelli dell'anno precedente.

     
  4. Cartella: in linea di massima una buona cartella dovrebbe durare almeno per due/tre anni scolastici. Le migliori durano per tutto il ciclo. Nel caso in cui, però, la cartella del bambino dovesse essere rovinata o non più adatta alle nuove esigenze, questo è il momento migliore per effettuare un benchmark sui prezzi.
     
  5. Etichette, coprilibri, cartellette...: questo materiale va generalmente rinnovato di anno in anno. Il consiglio in questo caso è di comprare in stock ed enormi quantità. I prezzi sono più bassi e non avrete problemi in questo senso per un paio di anni almeno.
     
  6. Sport: la tuta da ginnastica dello scorso anno va ancora bene? Le scarpe per lo sport sono ancora portabili? Il bambino ha bisogno di magliette per lo sport e la ginnastica a scuola? Se sì, acquistatele ora andando nei centri più economici e che offrono le offerte migliori. Acquistando con calma, riuscirete a risparmiare parecchio.
     
  7. Compiti delle vacanze: a che punto siamo con i compiti delle vacanze? Il bambino li ha finiti? Non ha fatto nulla? Ha eseguito solo una parte dei cmpiti previsti? Controllate ed, eventualmente, correte ai ripari. Più tardi il bimbo svolgerà le esercitazioni previste, più aumentare il livello du stress, vostro e suo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Proteggere-bambini-rete

5 regole per proteggere i nativi digitali

Utilizzano tablet e smartphone ancor prima di imparare a leggere e scrivere e sono perfettamente in grado di usare internet per studio o divertimento. Anche i nativi digitali, però, vanno protetti dai rischi che la rete comporta. Ecco alcuni consigli per farlo. 

continua »
Totoro

Buon compleanno Totoro

Il mio vicino Totoro compie 30 anni e a tutt'oggi rimane un vero e proprio capolavoro della cinematografia dell'infanzia, in grado di emozionare i bambini di tutte le generazioni. Ecco le ragioni del successo. 

continua »
Zaino-uguale-per-tutti

A Novara zainetto uguale per tutti

Uno zainetto uguale per tutti i bambini. Succede a Novara dove una scuola elementare ha fornito a tutti gli aluni il medesimo zainetto, anonimo, non griffato e gratuito. La storia nasce sui social e apre il dibattto. 

continua »
Bambini-grandi-lettori

Bambini, grandi lettori

7 su 10 bambini di età compresa tra 0 e 13 anni amano leggere e l'82% dei piccoli ha avuto a che fare con la lettura negli ultimi 12 mesi. Incoraggianti i numeri recentemente resi noti in merito al rapporto tra piccoli ed editoria. 

continua »
Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network