Back to school. Partire organizzati

La check list delle 7 cose da fare in queste ultime settimane che precedono l'inizio della scuola per non ritrovarsi il giorno prima con l'acqua alla gola e1000 cose da fare e comprare. 

Articoli Correlati

Back to school. Partire organizzati



Per le mamme che hanno bimbi in età scolare, i giorni che precedono il ritorno a scuola significano 'preparativi per il back to school'.
Ecco la check list delle cose da fare in queste settimane per evitare di trovarsi con l'acqua alla gola nelle ore che precedono il fatidico 'primo giorno'.

  1. Grembiuli: controllare che i grembiuli dello scorso anno non siano diventati troppo stretti, non sia eccessivamente sgualciti, rovinati, sbiaditi e, in caso, provvedere all'acquisto. Online esistono diversi siti che vendono grembiuli scolastici a prezzi vantaggiosi. Ma occorre muoversi in anticipo affinché le consegne avvengano per tempo.

     
  2. Astuccio: penne, matite, pennarelli, gomme, temperini... Non ha senso ricomprare ogni volta tutto il materiale. E' sufficiente verificare cosa può essere riutilizzato dall'anno precedente e cosa, invece, va buttato integrando solo ciò che serve davvero. Anche in questo caso, i siti online aiutano a risparmiare denaro e sicuramente tempo.
     
  3. Quaderni: provvedere all'acquisto dei quaderni necessari per i primi tempi, verificando che righe e quadretti siano quelli dell'anno in corso e non quelli dell'anno precedente.

     
  4. Cartella: in linea di massima una buona cartella dovrebbe durare almeno per due/tre anni scolastici. Le migliori durano per tutto il ciclo. Nel caso in cui, però, la cartella del bambino dovesse essere rovinata o non più adatta alle nuove esigenze, questo è il momento migliore per effettuare un benchmark sui prezzi.
     
  5. Etichette, coprilibri, cartellette...: questo materiale va generalmente rinnovato di anno in anno. Il consiglio in questo caso è di comprare in stock ed enormi quantità. I prezzi sono più bassi e non avrete problemi in questo senso per un paio di anni almeno.
     
  6. Sport: la tuta da ginnastica dello scorso anno va ancora bene? Le scarpe per lo sport sono ancora portabili? Il bambino ha bisogno di magliette per lo sport e la ginnastica a scuola? Se sì, acquistatele ora andando nei centri più economici e che offrono le offerte migliori. Acquistando con calma, riuscirete a risparmiare parecchio.
     
  7. Compiti delle vacanze: a che punto siamo con i compiti delle vacanze? Il bambino li ha finiti? Non ha fatto nulla? Ha eseguito solo una parte dei cmpiti previsti? Controllate ed, eventualmente, correte ai ripari. Più tardi il bimbo svolgerà le esercitazioni previste, più aumentare il livello du stress, vostro e suo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
COPERTINA come-indossare-le-ballerine-dai-unocchiata-a-un-po-di-idee-di-styling-per-bambine

Come indossare le ballerine? Dai un'occhiata a un pò di idee di styling per bambine

Con l'arrivo della bella stagione, non solo gli adulti, ma anche i bambini sentono il bisogno di abbandonare stivali e scarponcini e di indossare delle scarpe più leggere come le ballerine, un classico intramontabile nel guardaroba di ogni bambina. Con il loro grazioso design e il comfort imbattibile, sono perfette per ogni occasione, dalla scuola alla festa di compleanno. Comode e raffinate, fanno sentire le bambine delle vere principesse. Ecco cinque idee creative per far indossare le scarpe da ballerina alle bambine in modo stiloso e divertente.  

continua »
bambino2 felice_cv

12 cose che rendono felice un bambino

Sottotitolo: senza mettere mano al portafogli. Ossia quali sono le cose che i bambini amano fare e che possono essere proposte loro che non prevedano spese e che non rientrino nella categoria 'vizi'.

continua »
bambino felice_cv

10 cose da dire che rendono felice un bambino

La tendenza è quella di dire al bambino quello che non deve fare. Spesso il suo operato viene messo in discussioni con frasi fortemente negative che minano l’autostima del piccolo. Con i figli si tende a essere più critici che costruttivi. Cosa dire, invece, a un bimbo per renderlo più felice?

continua »
disagicibo_cv

Le difficoltà dei bambini a tavola: disagi o disturbi?

 Disturbi e disagi alimentari non sono la stessa cosa. In entrambi i casi, però, spesso c'è una richiesta di attenzione da parte del bambino che attraverso il cibo manifesta problemi di altro genere.

continua »
Cerca altre strutture