Buon compleanno Totoro - Età scolare - Bambinopoli





Buon compleanno Totoro

Il mio vicino Totoro compie 30 anni e a tutt'oggi rimane un vero e proprio capolavoro della cinematografia dell'infanzia, in grado di emozionare i bambini di tutte le generazioni. Ecco le ragioni del successo. 

Articoli Correlati



Il mio vicino Totoro, il film che ha reso famoso il regista Miyazaki e che è diventato il simbolo della casa di produzione Studio Ghibli, compie 30 anni senza perdere, però, il fascino, la genuinità e la capacità di affascinare di quando è uscito.



La storia si incentra sulla vita di due giovani sorelle, Satsuki e Mei, che si trasferiscono insieme al padre in un paesino di campagna per andare a vivere più vicini alla madre delle bambine, ricoverata in ospedale. Nella nuova realtà, le sorelle fanno la conoscenza di esseri soprannaturali, tra cui il Totoro, il custode della foresta, e maturano, imparando il rispetto per la natura.
Il film, quindi, parla di rapporti tra esseri umani, escplorazione, scoperta, rispetto, paura, coraggio, forza, amore.

A essere approfonditi sono temi quali il rapporto tra sorelle, la conoscenza del territorio e la voglia di esplorazione, la generosità e la capacità di sapersi sacrificare per il bene degli altri, l'ingenua capacità dei bambini di credere nella magia.

E proprio la magia, la sospensione tra reale e surreale, rendono Il mio vicino Totoro un film estremamente attuale, ancora in grado di parlare alle generazioni di oggi.
Qui, infatti, non ci sono principi e principesse, modelli non più attuali, famiglie non proprio credibili.
Qui ci sono due bambine, c'è la capacità di affidarsi ai sogni quando la realtà va male, la volontà di credere che anche un essere strampalato come il Totoro, mezzo orso e mezzo procione, possa esistere e c'è la natura.
Che per quanto la si possa andare a esplorare, riserva sempre delle sorprese.

Dal punto di vista puramente tecnico, il film non dimostra certo gli anni che ha e risulta estremamente attuale anche per i bambini di oggi. Scenografie e colonna sonora rimangono ancora un punto forte della produzione, anche se la vera forza de Il mio vicino Totoro sta nella sua capacità di parlare un linguaggio universale che i bambini di tutto il mondo comprendono perfettamente.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Proteggere-bambini-rete

5 regole per proteggere i nativi digitali

Utilizzano tablet e smartphone ancor prima di imparare a leggere e scrivere e sono perfettamente in grado di usare internet per studio o divertimento. Anche i nativi digitali, però, vanno protetti dai rischi che la rete comporta. Ecco alcuni consigli per farlo. 

continua »
Zaino-uguale-per-tutti

A Novara zainetto uguale per tutti

Uno zainetto uguale per tutti i bambini. Succede a Novara dove una scuola elementare ha fornito a tutti gli aluni il medesimo zainetto, anonimo, non griffato e gratuito. La storia nasce sui social e apre il dibattto. 

continua »
Bambini-grandi-lettori

Bambini, grandi lettori

7 su 10 bambini di età compresa tra 0 e 13 anni amano leggere e l'82% dei piccoli ha avuto a che fare con la lettura negli ultimi 12 mesi. Incoraggianti i numeri recentemente resi noti in merito al rapporto tra piccoli ed editoria. 

continua »
Papa-Figlia

Tra padre e figlio. Tappe di crescita

Dalla nascita sino alla pubertà, come cambia il ruolo del padre in relazione con il proprio figlio e come influenza la crescita del bebè prima del bambino poi e dell'adolescente e adulto alla fine.

continua »
Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network