Buon ritorno alla routine a tutti!

E questa settimana, nella maggior parte delle regioni italiane, le scuole riapriranno i battenti. È tempo di ritrovare la propria routine, scandendo le giornate in momenti ben precisi.

Articoli Correlati

Buon ritorno alla routine a tutti!



Back to school! Quasi per tutti i bambini italiani questa è la settimana del ritorno a scuola, Del primo giorno. Della prima volta per i piccolissimi. Tanta emozione, tanta felicità, un po' di paura e, per mamma e papà, quel senso di liberazione da 'finalmente tornano a scuola'! 


È fondamentale, sin da subito, organizzare le giornate in modo preciso, stabilendo degli orari per la televisione, il tablet, i compiti, la cena, la nanna... Ci sono, poi, le attività sportive da incastrare. I corsi di lingua e musica. Insomma, è necessario porre fine all'anarchia estiva con regole e orari ben precisi.

LA COLAZIONE

Il primo pasto della giornata è quello più importante. È utile che i bambini, soprattutto ora che tornano a scuola, non la saltino e, anzi, si abituino a una colazione ricca a base di carboidrati, proteine e frutta. Se possibile e se il bimbo gradisce, la colazione salata è preferibile a quella dolce. Limitate gli zuccheri, aumentate l'introito proteico (perfette le colazioni a base di uova, yogurth, ricotta...), non dimenticate mai una porzione di frutta di stagione.
La colazione è un pasto che va fatto con calma. Non abituate il bambino alla tazza di latte bevuta velocemente sulla porta prima di uscire di casa. Anticipate la sveglia ma prevedere, per questo momento almeno una decina di minuti. Seduti intorno a un tavolo e, possibilmente, tutti assieme.

TABLET, TV E VIDEOGIOCHI
Il tempo da dedicare alle proprie passioni, naturalmente, con l'inizio della scuola è dimezzato. 
Tutti i giorni, però, concedete al bambino mezz'ora per TV o tablet. Decidete voi se subito al rientro mentre fa merenda o la sera subito prima di cena.
Al contrario, evitate che si addormenti giocano ai videogiochi o guardando il telefono. La regola deve essere che mezz'ora prima di andare a dormire tutti i dispositivi elettronici devono essere spenti.

COMPITI
A seconda di come viene organizzato il tempo a scuola, molti bambini hanno compiti da svolgere solo nel weekend. Altri, invece, tutti i giorni devono fare qualcosa. Nell'arco della giornata, quindi, va fissato un momento da dedicare allo svolgimento degli esercizi. Per  chi fa il tempo pieno, l'ideale è subito dopo la merenda, in modo da avere, prima di cena, un po' di tempo libero per giocare e divertirsi.

CENA
Se siete abituati a cenare tardi, anticipate l'orario della cena. Il bambino, infatti, deve disporre di almeno un'ora tra quando finisce di mangiare e quando va a dormire. L'ideale sarebbe cenare tutti assieme intorno alle 8. Televisione rigorosamente spenta, nessuna distrazione. A cena si chiacchiera, ci si racconta la giornata, si discutono i programmi per il giorno successivo.

NANNA
Anche la nanna deve essere anticipata. Considerato il bisogno di ore di sonno dei più piccoli e ipotizzando una sveglia alle 7.30, l'orario ideale per andare a dormire sono le 9, con mezz'ora da dedicare alla lettura.
Questa della lettura prima di addormentarsi è una buona abitudine che può essere introdotto già con i bambini di prima elementare. Leggere, inoltre, aiuta a rilassarsi e concilia il sonno. Evitate che i bambini si addormentino giocano con il telefono o il tablet.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Dad-quarantene-vaccini

Bambini, dad e quarantene

Intere sezioni in DAD. Bambini in quarantena anche se vaccinati e negativi. Genitori e presidi sul piede di guerra. E anche gli esperti dicono la loro.

continua »
Skateboard-bambini

A lezione di skateboard

Sempre più lo skateboard è diventata un'attività fisica da proporre ai bambini al posto dei soliti corsi sportivi del pomeriggio. Perché ha senso e quali sono i benefici per i più piccoli.

continua »
Visita-endocrinologica-adolescente

Visita endocrinologica pediatrica: a cosa serve

A cosa serve e quando va fissata la visita endocrinologica pediatrica per valutare il corretto sviluppo e la crescita staturo-ponderale nel bambino e nell’adolescente.

continua »
Deodorante-bambini

Deodorante per la pubertà: pro, contro e caratteristiche

Intorno ai 9-10 anni l'odore dei bambini cambia e si fa più acre e pungente. È uno dei primi segnali della pubertà ormai alle porte. È consigliato l'uso del deodotante? E se si, come deve essere?

continua »
Cerca altre strutture