Capoeira: tra danza e lotta

Salti, calci, piroette e movimenti dolci. In una parola Capoeira. La danza che arriva dal Brasile e piace tanto ai bambini di tutte le età. Perché sceglierla tra i corsi sportivi.

Articoli Correlati

Capoeira: tra danza e lotta




Ci sono corsi sportivi che sono molto di più di un semplice sport. Sono discipline che nascondo una storia antica e tradizioni che si tramandano da generazioni.
Così è la Capoeira, un’antica disciplina che arriva dal Brasile e integra movimenti dolci a salti, calci e piroette accompagnati dal ritmo della musica e del canto.



Si tratta di un'attività perfetta per i bambini e i ragazzi che li aiuta a sviluppare coordinazione, equilibrio, memoria, agilità, forza e senso del ritmo nonché a vincere la timidezza e imparare a mettersi in relazione con gli altri in modo gioioso ed equilibrato.

Il tutto nel rispetto delle articolazioni e del corpo in crescita e assicurando ai più piccoli grandissimo divertimento.
La componente ludica, d'altra parte, è assicurata dal momento che il gioco è parte integrante di ogni lezioni di capoeira e ai bambini viene chiesto di imparare a interagire tra loro divertendosi, sviluppando la conoscenza di sé e degli altri e aumentano la loro autostima e la loro capacità di accettare le sfide con coraggio. 

Inoltre, rispetto ad altri sport, è in grado di veicolare valori etici e morali. 
Nella roda, infatti, il cerchio all'interno del quale i capoeiristi si dispongono e agiscono, tutti sono uguali e tutti devono interagire tra loro in armonia. Sebbene, infatti, la capoeira similu una lotta, non si tratta di lotta: il contatto fisico deve essere evitato, nessuno deve farsi male, non si perde e non si vince. Semplicemente, si partecipa.
Valori quali rispetto per gli altri, disciplina, organizzazione, rivestono un ruolo chiave all'interno di tutte le scuole di capoeira del mondo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
bambino2 felice_cv

12 cose che rendono felice un bambino

Sottotitolo: senza mettere mano al portafogli. Ossia quali sono le cose che i bambini amano fare e che possono essere proposte loro che non prevedano spese e che non rientrino nella categoria 'vizi'.

continua »
bambino felice_cv

10 cose da dire che rendono felice un bambino

La tendenza è quella di dire al bambino quello che non deve fare. Spesso il suo operato viene messo in discussioni con frasi fortemente negative che minano l’autostima del piccolo. Con i figli si tende a essere più critici che costruttivi. Cosa dire, invece, a un bimbo per renderlo più felice?

continua »
disagicibo_cv

Le difficoltà dei bambini a tavola: disagi o disturbi?

 Disturbi e disagi alimentari non sono la stessa cosa. In entrambi i casi, però, spesso c'è una richiesta di attenzione da parte del bambino che attraverso il cibo manifesta problemi di altro genere.

continua »
bambinicibo_cv

Bambini e cibo: nutriamo il cuore dei bambini

La dottoressa Cristina Savatteri ci spiega come molti dei disturbi alimentari dei bambini derivino da una sbagliata interiorizzazione del cibo nella primissima infanzia. 

continua »
Cerca altre strutture