Deodorante per la pubertà: pro, contro e caratteristiche

Intorno ai 9-10 anni l'odore dei bambini cambia e si fa più acre e pungente. È uno dei primi segnali della pubertà ormai alle porte. È consigliato l'uso del deodotante? E se si, come deve essere?

Articoli Correlati

Deodorante per la pubertà: pro, contro e caratteristiche


 


Con la pubertà - normalmente intorno ai 9/10 anni - l'odore dei bambini cambia. È a quest'età che le ascelle iniziano ad avere un sentore acre e pungente che spesso permane anche dopo la doccia o la normale igiene quotidiana.
È un fenomeno diffuso e assolutamente normale che non deve stupire o preoccupare nessuno. Non è sinonimo di mancanza di pulizia e non signfica che il bambino o la bambina non si lavino a sufficienza.
È semplicemente un segnale che l'adolescenza è vicina e che il corpo si sta preparando al cambiamento. In particolare, il cattivo odore del sudore è una conseguenza delle fisiologiche variazioni ormonali ed è spesso accompagnato dalla comparsa dei primi peli pubici, nelle bambine dall'ingrossamento dei seni e dall'arrotondamento dei fianchi e per i maschietti dall'acquisizione di un tono di voce più basso e da un aumento di volume dei testicoli.


Come prevenire, però, il cattivo odore?
Il consiglio generale e valido sempre, per tutti e a qualsiasi età, è che i bambini inizino seriamente a dedicare del tempo alla loro igiene quotidiana. Si, quindi, al lavaggio giornaliero delle ascelle con acqua e sapone, sia al bidet mattino e sera, si a docce frequenti anche a prescindere dallo svolgimento o meno di attività sportiva.
Sebbene il cattivo odore della pubertà non sia causato da mancanza di igiene ma da cambiamenti ormonali in atto, è anche vero che una buona pulizia giornaliera aiuta a migliorare la situazione e rimane anche come buona abitudine per il futuro.

Cosa dicono, però, gli esperti in merito all'uso del deodorante nei bambini?
Il principio generale è di ritardarne l'utilizzo quanto più possibile e di iniziare a introdurlo solo se il nuovo odore mette a disagio il bambino o la bambina nei confronti degli altri.
Il deodorante per persone così giovani, inoltre, deve avere caratteristiche ben precise e deve esserne limitato l'uso a quando davvero strettamente necessario (una festa, un'uscita con gli amici, un'occasione particolare...).

CARATTERISTICHE DEL DEODORANTE:
  • Deve essere naturale e privo di alcol
  • Deve svolgere un'azione antibatterica per ridurre la quantità di germi presenti nella zona delle ascelle e, di conseguenza, diminuire l'effetto del cattivo odore
  • Deve avere una formulazione vapo-no gas (la formula roll-on, infatti, potrebbe occludere le ghiandole sudoripare creando irritazioni)

AL POSTO DEL DEODORANTE

Una valida alternativa al deodorante in caso di ipersudorazione è rappresentata dagli antitraspiranti che contengono sali di alluminio che riducono la traspirazione delle ghiandole sudoripare e riducono la secrezione del sudore.



 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Tangram

Tangram: fantasia al potere

Il Tangram, antico gioco cinese che prevede la costruzione di figure a partire da 7 pezzi geometrici diversi, è molto più che un gioco per bambini. E aiuta a sviluppare concentrazione e metodo.

continua »
Coding2022

Coding: passatempo estivo

3 consigli per avvicinare i bambini al coding in modo divertente, ludico e veloce. Senza stress e bypassando l'idea che programmare sia un'attività noiosa da nerd.

continua »
Analfabeti-funzionali

Adolescenti analfabeti funzionali

Allarme di Save the Children: un adolescente su due non capisce quello che legge. Lo comunica il presidente dell'Associazione Claudio Tesauro.

continua »
Giochi-senza-frontiere

Come organizzare una giornata 'sportiva' con tutta la classe

Volete organizzare una giornata all'insegna dello sport e del divertimento con tutta la classe? Cercate idee per coinvolgere bambini e genitori in un campionato all'insegna dei giochi senza frontiere? Leggete qui.

continua »
Cerca altre strutture