Il topino del dentino

Per quasi tutti i bambini, la caduta del primo dentino da latte è accompagnata dall'arrivo del del topino (o della fatina, a seconda delle tradizioni) del dentino che, portandosi via il dente da latte, lascia al suo proprietario una monetina o un piccolo dono per compensarlo della perdita. Una bella tradizione per accompagnare il bimbo verso una nuova fase della sua vita. 

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

L'idea è quella di 'ricompensare' il bambino della perdita, regalandogli un sorriso (anche se un sorriso con il buco) e trasformando quello che potrebbe essere un'occasione di ansia o dolore, in un momento d'attesa.

Infatti, che si tratti del topino o che sia la fatina, per quasi tutti i bambini occidentali, la caduta del primo dentino da latte rappresenta un momento di passaggio importante che viene 'premiato' e sottolineato ricorrendo a figure di fantasia quali appunto, fata o topo che portandosi via il dente caduto, lasciano al bimbo un soldino o un piccolo dono.



IL TOPINO DEI DENTI
In Italia è molto diffusa la tradizione del topino dei dentini, un buffo personaggio che durante la notte si intrufola nei lettini dei piccoli, cerca sotto al cuscino, prende il dentino sapientemente nascosto e, in cambio, lascia un soldino o un piccolo dono al fortunato bimbetto.

La tradizione si rifà, in realtà, a una molto più antica di origine spagnola. Quella del Ratoncito Pérez, un topolino, appunto, che porta via i dentini da latte caduti dei bimbi e lascia al loro posto una moneta o un dono.
Ratoncito Pérez è talmente noto e rispettato, che nel 2006 gli è stato addirittura dedicato un film: Pérez, il topolino dei tuoi sogni.

LA FATINA DEI DENTINI
Molto più conosciuta nei paesi anglosassoni, la Fatina dei dentini è la versione 'gentile' del topino. Il compito è il medesimo svolto dal roditore: la fatina arriva di notte, porta via il dentino nascosto sotto al cuscino e lascia al suo posto un soldino o un piccolo regalo.
La fatina dei denti è una delle cinque protagoniste di Le 5 leggende, un film Disney del 2012.
In alcune zone d'Italia, al posto della fatina, a portare via il dentino e lasciare il soldino arriva una Santa. Santa Apollonia.

CUSCINI, SCATOLINE E GADGET VARI
Ovviamente, la cosa più semplice, veloce ed economica, quando il dentino cade, è sciacquarlo e, insieme al bambino, metterlo sotto al cuscino, intimandogli di non toccarlo, non farlo cadere, non perderlo (voglio vedervi di notte, al buio, cercare il dentino sotto a lenzuola o coperte provando, anche, a non svegliare il bimbo). 
Poi, quando il piccolo è profondamente addormentato, sgattaiolare in camera sua, portare via il dentino (che potrete conservare in uno scatolino o, come si usava una volta, 'incastonare' in una specie di medaglione fatta in Das o pasta di sale da conservare per sempre) e, al suo posto, lasciare una monetina (due euro sono più che sufficienti) o un piccolo dono (un pacchetto di figurine, una bambolina minuscola, una macchinina... Qualunque cosa. Purché sia piccolo e poco costoso).

In commercio, però, esistono anche dei divertentissimi cuscini dotati di taschino frontare, in cui è possibile nascondere il dentino (i cuscini sono riutilizzabili dopo. E alcuni di questi sono perfetti anche per arredare e arricchire la stanza del bambino).
Oppure, se state cercando qualcosa di piccolo, procuratevi una di quelle scsatoline in legno fatte ad hoc e chiedete al bambino di lasciare il dentino al suo interno.
Al momento del 'cambio' porterete via la scatolina (per intero) e lascerete la solita moneta o il solito giochino.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network