Kumon. Un metodo di apprendimento per inglese e matematica

Nato in Giappone 60 anni fa e molto diffuso nel mondo, il metodo Kumon ha l'obbiettivo di fornire ai bambini, dall'età di 2 anni, gli strumenti per 'imparare a imparare'. Facilitando, in questo modo, l'apprendimento delle lingue straniere.

Articoli Correlati

Kumon. Un metodo di apprendimento per inglese e matematica



Secondo il report annuale dell’EF EPI (English Proficiency Index), l’ente che rileva il livello di conoscenza dell’inglese, l’Italia si classifica 36esima al mondo e 26esima nel continente europeo per la padronanza della lingua


Non meno impietosa è la classifica delle grandi città in cui si parla meglio l’inglese: Milano è il fiore all’occhiello della penisola, attestandosi solo 35esima, lontanissima da Berlino, Parigi e Madrid.

L’origine del problema degli Italiani con la lingua inglese va ricercato nel metodo di apprendimento e nella poca attenzione che viene dedicata all’insegnamento della materia all’interno della scuola pubblica.
Basti pensare che secondo le statistiche dell’EF EPI solo il 30% degli studenti degli istituti secondari pubblici, medie e licei, raggiunge il livello B2, ovvero il grado di apprendimento minimo richiesto dal mercato del lavoro e requisito necessario per l’accesso a molte università straniere.

Il divario tra la scuola pubblica e quella privata è notevole: solo 1 su 3 degli studenti statali raggiunge il B1, contro il 50% dei privatisti.

È chiaro, quindi, che il semplice studio dell’inglese a scuola non basta, per questo è importante fornire ai nostri figli gli strumenti giusti per imparare la lingua e padroneggiarla in modo adeguato come avviene con il metodo Kumon English.
Il metodo Kumon permette ai bambini di imparare l’inglese attraverso un programma di lezioni studiato appositamente sulla base delle loro capacità e delle loro necessità.
Il programma di Kumon English, disponibile in Italia a partire dalla seconda metà di settembre, inizia con semplici esercizi di ripetizione, poi la difficoltà aumenta man mano fino ad arrivare ai livelli più avanzati. Questo permette agli alunni di affinare le proprie conoscenze gradualmente e di acquisire familiarità rispetto a quanto appreso, prima di passare al livello successivo.

I libri del metodo Kumon English contengono esercizi e audio che permettono agli alunni di ampliare la comprensione orale e scritta in lingua straniera. Il materiale include esempi, illustrazioni e note esplicative che aiuteranno i piccoli a sviluppare la capacità di imparare da soli.
Kumon English insegna l’inglese ai bambini in modo del tutto naturale. Gli alunni acquisiscono, in maniera personalizzata, piacevole e progressiva, avanzate competenze comunicative, di comprensione e lettura di testi originali in inglese.
Le esclusive schede didattiche del metodo di studio Kumon permettono di adattarsi al singolo alunno, sviluppandone al massimo le capacità di apprendimento autonomo e stimolandone la crescita attraverso la progressiva padronanza della lingua. Con Kumon non si tratta di apprendere semplici lezioni ma di acquisire le competenze utili per “imparare a imparare”.

Il metodo Kumon, validissimo anche nell'apprendimento della matematica, mira a sviluppare la massima capacità di apprendimento di ogni studente e a promuovere lo sviluppo delle competenze in modo autonomo. 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Un-click-per-la-scuola

Un click per la scuola

Un'iniziativa completamente grauita di Amazon a sostegno di tutte le scuole italiane: per ogni acquisto effettuato sul noto sito di e-commerce, Amazon donerà il 2,5% della spesa alle scuola aderente all'iniziativa.

continua »
Bambini-scacchi

Perché insegnare ai bambini a giocare a scacchi

Ci attendono lunghi pomeriggi in casa cercando di far passare il tempo. Un po' per la stagione. Un po' per il lockdown che sta calando sulle teste di tanti. Gli scacchi possono essere un'alternativa al contempo educativa e ludica alla noia.  

continua »
conte-camera-021120

Nuovo DPCM: cosa cambia a scuola

Con il nuovo DPCM che dovrebbe entrare in vigore giovedì 5 novembre, torna la DAD, che si chiamerà ora DID, nelle scuole superiori e sembrerebbe anche per le classe II e III delle medie. Novità anche per i bambini della Primaria.

continua »
Influenza-o-covid

Covid o influenza? Come distinguerli?

Mentre alcuni pediatri lanciano un allarme per il numero eccessivo di tamponi eseguiti sui bambini, come possono i genitori distinguere i sintomi influenzali da quelli del covid?

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network