Piedubus: l'autobus che va a piedi

Il Piedibus è una carovana di bambini che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila. Ecco come funziona e perché sarebbe bello fosse attivo in tutte le scuole d'Italia.

Articoli Correlati

Piedubus: l'autobus che va a piedi



Il Piedibus, sempre più diffuso anche in Italia, in realtà grandi e piccole, nasce con l'obiettivo di fornire ai bambini in età scolare un 'mezzo', ecologico e alternativo alla macchina privata o al bus, per andare a scuola.


Proprio come un mezzo di trasporto pubblico collettivo, quindi, il Piedibus ha degli orari, delle fermate, un percorso, un 'autista', un 'controllore' e dei passeggeri.
Parte, infatti, da un capolinea prefissato in base alle esigenze di ciascuno gruppo, segue un tragitto stabilito, anche in questo caso, in base alle esigenze di chi decide di aderire al progetto, e lungo la strada raccoglie i piccoli passeggeri che, dotati di gilet catarifrangenti e disposti in fila x 2, durante il cammino possono chiacchierare, socializzare, scambiarsi idee e opinioni e apprendere nozioni di sicurezza stradale.

Ogni Piedibus, naturalmente è diverso, perché ogni Piedibus si adatta alle esigenze del gruppo che gli dà vita. Così come ogni Piedibus può essere formato da un numero diverso di partecipanti a seconda delle esigenze specifiche di ciascuno gruppo.
Non esiste nessun limite e ogni scuola può averne uno. È sufficiente che siano disponibili almeno due genitori al giorno che accompagnino i bambini a scuola.
Per i piccoli scolari, si tratta sicuramente di un modo nuovo, divertente e rispettoso dell'ambiente di andare a scuola insieme ai compagni di classe (e non solo). Li responsabilizza, li rende autonomi, li mantiene in forma...
Per le comunità locali (paesi, quartieri, aree rurali...), invece, un intervento efficace e condiviso di miglioramento della qualità dell’aria che contribuisce a un nuovo modello di sviluppo sostenibile e rafforza, al contempo, la relazione tra cittadini e territorio.
Per tutti, un guadagno sociale. Le carovane quando si formano sono allegre, colorate, rumorose. Gli accompagnatori, spesso, danno vita a veri e propri cortei indossando costumi a tema in occasione delle feste (Babbo Natale per Natale, il Coniglietto pasqua a Pasqua, le maschere di Carnevale a Carnevale...), diventando per i bambini un vero e proprio punto di riferimento.

In Italia, l'associazione che racchiude tutte le iniziative Piedibus.it opera dal 2002 e ha sviluppato, in 20 anni, un'ampia serie di servizi e strumenti di informazione e supporto a favore di chi voglia cimentarsi nella realizzazione di un progetto di Piedibus nella propria scuola, nel proprio quartiere e nella propria città. 

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
DAD-ScuolaElementareADistanza

Come organizzare lo studio per la didattica a distanza

Torna l'incubo della DAD per molti bambini della scuola primaria, costretti a passare 4, 5, 6 ore davanti a un monitor per seguire le lezioni e interrogazioni. Ecco come attrezzare la loro postazione.

continua »
TikTok_Privacy

Tik Tok obbligato a verificare l'età dei suoi iscritti

Dopo il caso drammatico della bambina di Palermo morta nel tentativo di superare una challenge lanciata su Tik Tok, il Garante della Privacy è intervenuto a tutela dei minori: ora il social network dovrà verificarne l'età.

continua »
KidsCookIt

Kids Cook it. Il primo club di cucina per bambini

Un modo diverso di vivere la 'cucina' con i più piccoli. Kids Cook it è un vero e proprio club che permette di avvicinare i bimbi al tema del food attraverso una serie di laboratori, da fare a casa, pratici e divertenti. Ecco come funziona.

continua »
Giudizi-scuola-primaria

Alla Primaria, tornano i giudizi descrittivi

Niente più voti per i bambini della Scuola Primaria. In seguito a un'Ordinanza del 4 dicembre emanata dal Ministero dell'Istruzione, alle Elementari tornano i giudizi descrittivi.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network