Un futuro migliore per tuo figlio? Insegnagli l'inglese

Avvicinare i bambini all'inglese in tenera età per facilitare il loro apprendimento e spianar loro la strada per un futuro professionale migliore. Scegliendo il metodo più indicato per chi si affaccia alla lingua per la prima volta, con strumenti che uniscano il gioco alla didattica.


Avvicinare i bambini all'inglese già in tenera età, per facilitare il loro apprendimento e spianare loro la strada per un futuro professionale migliore è una delle sfide principali che i genitori di oggi sono chiamate ad accettare. In un mondo globalizzato, infatti, è impensabile che i bimbi di oggi, uomini di domani, non sappiano parlare la lingua più parlata al mondo.
Se un tempo conoscere o meno l'inglese era considerato un plus, oggi il fatto di non conoscerlo rappresenta un minus. La differenza è sottile ma sostanziale: conoscere l'inglese, conoscerlo quasi come fosse la propria lingua, non è opzionale. E' un obbligo.



Come orientarsi, dunque, nell'infinità di offerte disponibili sul mercato?
Non è semplice. Molti promettono la luna. Pochi riescono a garantirla.

Cambridge English si avvale del contributo di un team di ricerca che da anni studia i meccanismi di apprendimento delle parole straniere da parte dei bambini. Sulla base, poi, delle ricerche effettuate, realizza il materiale didattico, struttura i corsi e organizza gli esami a cui questi ultimi sono finalizzati.
Con oltre 100 anni di esperienza alle spalle, è in grado di assicurare reale sviluppo delle competenze linguistiche, esami allineati con gli standard internazionali e test veloci per capire il proprio livello linguistico, materiale gratuito per l'apprendimento.

Specificamente per i genitori, poi, i primi a dover accompagnare i propri figli in questo percorso di apprendimento, sono stati studiati una serie di supporti e strumenti didattici utili per avvicinare i bambini alla lingua e seguirne i progressi passo dopo passo.
Le attività per i più piccoli sono strutturate su tre livelli (pre-A1, A1 e A2) e si focalizzano principalmente sulla lettura, la scrittura, l'ascolto e il parlato.
I test sono ideati per motivarli e coinvolgerli, coprendo tutte e quattro le attività linguistiche.

L'idea di fondo è che prima si avvicinano alla lingua straniera, prima la apprendono e la interiorizzano, maggiori probabilità avranno, in futuro, di poter frequentare qualsiasi scuola o corso senza problemi o particolari difficoltà.
Gli esami sono ancorati al Common European Framework of Reference for Languages (CEFR) – lo standard internazionale che descrive le competenze linguistiche raggiunte, cosa che rende più facile seguire il miglioramento del bambino.

Iscrivendosi al sito è possibile ricevere suggerimenti e attività per avvicinare i piccoli all'inglese. Inoltre, subito, un libro da colorare per i bambini e consigli per lo studio dei ragazzi più grandi.

Per maggiori informazioni www.cambridgeenglish.org/it

Questo articolo è sponsorizzato.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
redoc_hp

La matematica può essere un bellissimo gioco

E’ possibile trasformare una materia così importante in un gioco per bambini? Ebbene sì, ci è riuscita redooc, che offre un mese di prova gratis agli amici di Bambinopoli!

continua »
Sci-primi-approcci

Bambini e sci: 5 consigli per un approccio positivo

Tempo di settimane bianche e weekend sulla neve. Di seguito 5 consigli per un approccio positivo con gli sci per i bimbi che vi si cimentano per la prima volta.

continua »
Autostima-bambini-scuola

5 regole per coltivare l'autostima in età scolare

Coltivare l'autostima è importante perché aiuta il bambino a crescere sereno fidandosi delle proprie capacità. Ecco 5 regole da seguire per farlo in ambito scolastico. 

continua »
Registrazione-scuola2018

Iscrizioni scolastiche 2018-2019 al via

A partire da oggi, 16 gennaio 2018 fino al 6 febbraio 2018, è possibile effettuare l'iscrizione a scuola per i bambini che il prossimo anno si troveranno a frequentare la classe prima della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. 

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network