In attesa della festa del papà

Mentre la festa del papà si avvicina, un po' di storia per conoscerne usi e costumi. Non solo in Italia. Ma anche negli altri paesi europei e non.

Articoli Correlati

In attesa della festa del papà


A far coincidere la festa del papà con il giorno di San Giuseppe che cade il 19 marzo sono l’Italia, la Spagna, il Portogallo, la Bolivia e lHonduras, paesi in cui è fortemente radicata la tradizione cattolica. Il motivo della scelta è presto spiegato: Giuseppe, infatti, marito di Maria e padre (terreno) di Gesù, è considerato dai cattolici il simbolo della figura paterna e di ciò che essa rappresenta all’interno del nucleo familiare.
La maggior parte dei Paesi, però, celebra la festa del papà in giorni diversi che dipendono dalla tradizione a cui la ricorrenza viene fatta risalire.
Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Cina, Francia, Grecia, India, Irlanda, Giappone, Giamaica e moltissimi altri ancora, per esempio, festeggiano il papà la terza domenica di giugno.


A questo proposito, si racconta che la prima ad avere avuto l’idea di dedicare un’intera giornata al papà fosse stata, nel 1910, una ragazza di Washington, Sonora Smart Dodd dopo aver ascoltato un sermone sulla festa della mamma. Sonora, infatti, era stata cresciuta dal padre, William Smart, un vedovo che si era trovato ad allevare da solo i suoi sei figli dopo che la moglie era morta dando alla luce l’ultimo bambino.
Crescendo, Sonora si era resa conto dei grandi sacrifici sopportati dal padre e del coraggio da questi dimostrato nel prendersi cura, da solo, di lei e dei suoi fratelli e si era battuta affinché venisse conferito anche al ruolo paterno il giusto riconoscimento. Inizialmente, quindi, su indicazione della ragazza, si stabilì di far coincidere la festa del papà con il giorno del compleanno del papà lei - il 19 giugno -; poi, però, per comodità, si prese a festeggiare il papà la terza domenica del mese di giugno. Usanza che ancora oggi viene rispettata e seguita da tantissimi paesi, in particolare tra quelli di tradizione anglosassone.


Interessante anche la tradizione tedesca. In Germania, infatti, la festa del papà si celebra il Giorno dell’Ascensione, ossia 40 giorni dopo Pasqua, e viene chiamata Vatertag. L’usanza vuole che quel giorno si organizzino escursioni con piccoli vagoni, detti Bollerwagen, spinti a mano e riempiti con vino o birra, a seconda della zona, cibi tradizionali, uova, verdure…

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Paolo il 9 marzo 2012 alle ore 09:51

    Auguri a tutti i Papà

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Fine-estate-festa

8 modi per festeggiare la fine delle vacanze

Estate agli sgoccioli e per molti è tempo di tornare in città e alle attività di sempre. Ecco 10 idee per organizzare un saluto alle vacanze quasi alla fine. 

continua »
Regali-estivi

5 regali perfetti per affrontare l'estate

Dalla bicicletta al monopattino, dallo skateboard allo step roll, ecco alcuni regali particolarmente indicati per i bimbi nati nei mesi estivi.

continua »
Barbecue2021

Grigliata all'aperto per festeggiare la fine della scuola

Consigli per organizzare una grigliata all'aperto con i compagni per festeggiare la fine della scuola.

continua »
Kodomo-no-hi

5 maggio: festa dei bambini

Si chiama Kodomo no hi, ovvero 'giorno dei bambini', ed è una festività giapponese dedicata ai più piccoli e alla loro felicità che si celebra, tutti gli anni, il 5 maggio.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network