Telecronaca di una festa

Dall’arrivo degli ospiti, al momento della torta fino ai saluti finali... ecco come dovrebbe organizzata una festa di compleanno, minuto per minuto!

Articoli Correlati


Ore 14.00: ultimi controlli
Prima dell’arrivo degli invitati, controllate che tutto sia a posto, gli addobbi appesi, la tavola apparecchiata, dolci e pizzette pronti per essere infornati o già in bella mostra sulla tavola. Se avete ordinato il rinfresco in pasticceria, fate in modo che arrivi mezz’ora prima dell’orario da voi indicato sui biglietti di invito in modo da non dovervene preoccupare più. Controllate, poi, che ci siano tutti i regalini per gli ospiti e che non manchi nulla per lo svolgimento, eventualmente, dei giochi.


Se avete richiesto l’intervento dell’animatore o di un mago, dategli appuntamento poco prima che cominci la festa così da potervi mettere d’accordo con lui sulla tempistica e dargli gli ultimi ragguagli. Inoltre, ricordatevi di togliere di mezzo gingilli e oggetti fragili e spostate i mobili in modo da lasciare ai bambini lo spazio per giocare e divertirsi. Preparate il festeggiato lavandolo (o facendolo lavare), pettinandolo e vestendolo di tutto punto così come avrete stabilito precedentemente.

Ore 15.00: arrivano gli invitati

Avrete, ovviamente, indicato l’orario di inizio della festa sui biglietti di invito così che tutti i piccoli ospiti si presenteranno a casa vostra, più o meno, nello stesso momento. A quel punto tutto dovrà essere assolutamente perfetto perché non avrete più il tempo di occuparvi dei dettagli. In questa prima fase capita spesso di dover accogliere anche i genitori dei bambini, offrendo loro qualcosa da bere, un tè o un caffè, e chiacchierando con loro. Lasciate, dunque, che i bimbi si ambientino e giochino liberamente tra di loro. Il consiglio è quello di lasciare, comunque, su un tavolo patatine, bibite e pizzette a mo’ di buffet, indipendentemente da quello che sarà il momento del taglio della torta. In questo modo anche gli adulti potranno servirsi senza che voi ve ne dobbiate occupare.

Ore 16.00: giochi al via
I giochi cominceranno quando tutti gli invitati saranno arrivati. Se un bimbo dovesse tardare troppo telefonate per sapere cosa è successo, dopo di ché valutate se è il caso di cominciare senza di lui. Destinate uno spazio ben preciso allo svolgimento delle attività ludiche in modo che i piccoli non si disperdano troppo in giro per la casa. Sta a voi decidere se consegnare i regalini alla fine di ogni gioco oppure a fine giornata. Inoltre, dovrete stabilire se preferite differenziare la squadra (o il bambino) che ha vinto dagli altri con doni di diverso valore. Il suggerimento è quello di comprare per tutti, più o meno, la stessa cosa in modo che non si creino screzi tra chi ha vinto di più e chi, invece, è rimasto un po’ a bocca asciutta.

Ore 17.00: è di scena la torta
È il momento centrale della festa, quello che vede il festeggiato protagonista assoluto. Anche in questo caso, sta a voi stabilire se sia il caso di consegnare al bambino i regali prima o dopo avergli fatto spegnere le candeline. Dandoglieli prima rischiate che sia distratto nel momento fatidico; dopo, potrebbe aver fretta di terminare la cosa per aprire i pacchi. Ad ogni modo, cercate di fargli gustare l’attimo, eventualmente adottando qualche trucchetto per coinvolgere lui e i suoi amichetti (per esempio, acquistando candeline che si riaccendono dopo essere state spente). Dopo aver tagliato la torta, prima di ricominciare con i giochi, lasciate ai bambini almeno mezz’ora per farli mangiare, mentre vostro figlio potrà bearsi dei giocattoli appena ricevuti.

Ore 18.00: ultimi giochi e tutti a casa!
Prima che i piccoli tornino a casa con i loro genitori, coinvolgeteli ancora in qualche attività (giochi organizzati, trucchi di magia…), possibilmente la più “mirabolante”. Inoltre, se non lo avete ancora fatto, consegnate ai bambini i loro doni. Quando arriveranno a prenderli, intrattenetevi qualche minuto con mamme e papà e chiudete ufficialmente i festeggiamenti.

Alla fine, sarete così stanche che l’unica cosa di cui avrete voglia sarà un bagno caldo e un letto accogliente!

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da lucia il 13 settembre 2008 alle ore 22:16

    Sottoscrivo in pieno. Per mio figlio, che ha compiuto sei anni ad agosto, tutti gli anni ho organizzato una festa in terrazza con torta, giochi, amichetti,... Ogni volta è stata una "ammazzata", ma mio figlio le sue feste se le ricorda per tutto l'anno;anzi, già da ora ha ricominciato a chiedere quando arriva il suo compleanno...

  • Commento inserito da laura il 12 settembre 2008 alle ore 12:30

    E si l'organizzazione di una festa è stancante ma da tanta soddisfazione soprattutto al festeggiato, il momento clou è proprio il taglio della torta tutti impazziscono. Mamme corqaggio i figli se lo ricorderanno sempre questo momento io ricordo ancora le mie feste da bambina!

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Befana2014

Calze della Befana fai da te

Se siete stanchi della solita calza, ecco alcune idee alternative per accogliere la Befana (e tutti i dolci e le caramelle che porta) in modo diverso. E due ricette semplicissime per preparare in casa deliziose gelatine di frutta.

continua »
Regali-Befana2018

Ancora regali?

I regali non finiscono mai. Dopo la grande abbuffata di Natale, con l'Epifania molti bambini tornano a ricevere pacchi e pacchetti pieni di giocattoli e dolciumi.

continua »
Tradizioni2_capodanno2014

Tradizioni di Capodanno per un anno fortunato

Lenticchie, cotechino, biancheria rossa, qualcosa di nuovo.... Tutto quello che a capodanno è beneugurale per un anno ricco di sorprese, novità e fortuna. Tra tradizione e marketing.

continua »
BabboNatalevsGrinch

Babbo Natale esiste? Ecco 7 ragioni per crederci

Per i bambini che credono a Babbo Natale, Babbo Natale esiste. Ed esiste per delle ragioni logiche, indiscutibili. Eccone alcune che, effettivamente, non ammettono repliche.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network