Un tè con le amiche

Ecco come organizzare un tè in casa con le amiche coinvolgendo anche i bambini. Per un pomeriggio in allegria diverso dal solito.

Un pomeriggio di festa non deve necessariamente essere di 'festa' per i bambini. Anche la mamma potrebbe, qualche volta, aver voglia di invitare qualche amica a prendere un tè e a fare due chiacchiere.


Sia che le invitate siano a loro volta madri sia che non abbiano figli, in ogni caso, è necessario organizzare il tempo dei più piccoli in modo che durante la visita non si annoino e non disturbino le invitate mentre sorseggiano il tè o chiacchierano tra loro.

Non si tratta solo di 'trovare qualcosa che i bimbi possano fare'. Piuttosto, è molto importante che capiscano che anche i genitori hanno diritto a una loro vita sociale di tanto in tanto e che quando in casa ci sono ospiti adulti è bene comportarsi educatamente consentendo agli invitati di rilassarsi e di godere a pieno delle ore libere.


 
UN TÈ CON LE AMICHE E I FIGLI DELLE AMICHE


Se le invitate sono a loro volta madri, il compito in un certo senso si semplifica. I bambini potranno giocare assieme in camera loro e non si annoieranno mentre i genitori chiacchierano.

Vale, comunque, la pena organizzare anche il loro tempo, apparecchiando la tavola (magari in cucina) ed, eventualmente, riproducendo per i più piccoli una situazione analoga a quella vissuta dagli adulti.

Sì, quindi, a mini tazzine, dolcetti, biscottini e pasticcini che i bimbi potranno degustare tutti assieme parlando con i loro amichetti, tra un gioco e l'altro.

 
QUANDO IL BAMBINO SI RITROVA DA SOLO


Molti bimbi, specialmente superati i 6 anni, sono perfettamente in grado di 'gestire' da soli il loro tempo, giocando in camera da soli, studiando o leggendo. Con i bimbi più piccoli, però, e con quelli meno autonomi, questo però non avviene e un tè con le amiche può rivelarsi un vero e proprio incubo, con il bambino che urla e strilla, corre da tutte le parti e, in poche parole, fa di tutto per attirare l'attenzione della mamma, impegnata in altro, su di sé.

In questi casi, la cosa migliore è coinvolgere il bambino, chiedendogli di aiutarvi ad apparecchiare la tavola, a preparare i biscotti, a sistemare le tazze.

In questo modo il bambino si sentirà, in un certo senso, responsabilizzato e non vivrà il momento del tè come un qualcosa che appartiene solo alla mamma, ma come una situazione di cui lui è stato chiamato a far parte.

Naturalmente, il pomeriggio con le amiche dovrà avere una durata limitata (non più di due ore) per evitare che, comunque, alla fine il piccolo si annoi. Ma sarà, comunque, più semplice gestirlo.
 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Christmas-jumpers-2017

Christmas Jumper Day 2017

Il 15 dicembre, in tutto il mondo, si festeggia il Christmas Jumper Day, l'iniziativa promossa da Save the Children che coniuga la magia del Natale con lo spirito di solidarietà che dovrebbe caratterizzare la festività. Ecco come funziona.

continua »
App-Natale2017

App natalizia per divertirsi aspettando Natale

Natale digitale con l'app Monster Before Christmas, disponibile per IOS e Android, adatta a bambini dai 6 agli 8 anni.

continua »
Regali-Natale-famiglia

Regali di Natale? 3 idee originali per tutta la famiglia

Sei ancora in altomare con i regali di Natale e stai cercando qualcosa che, in un colpo solo, soddisfi tutta la famiglia. Di seguito 3 idee che fanno al caso tuo. 

continua »
Decorare-albero-anticipo

Natale: chi decora la casa a novembre è più felice

E' diventato un tormentone il post che gira sui social e che spiega come chi decora la casa per Natale in anticipo è più felice di chi aspetta il tradizionale 8 dicembre (7 dicembre a Milano). Sarà vero?

continua »

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network