Come organizzare la caccia all'uovo pasquale

Tipica della tradizione anglossasone, la caccia all'uovo di Pasqua da proporre ai bambini la domenica di Pasqua o il Lunedì dell'Angelo si è, ormai, imposta anche in Italia come un appuntamento imprescindibile e molto amato dai piccoli. Ecco come organizzarla in casa.

Articoli Correlati


Per i bambini anglosassoni (inglese e americani, soprattutto) quella della caccia all'uovo di Pasqua la domenica mattina è una tradizione irrinunciabile, che se non è proprio radicata come il giro delle case la notte di Halloween, poco ci manca.
In Italia, questa particolare caccia al tesoro a tema è arrivata da non più di una decina d'anni. Ma è stata capace, in poco tempo, di affermarsi e diventare un must tra i giochi e le attività pasquali proposte ai piccoli da strutture e associazioni.


La vera caccia al tesoro di Pasqua, però, è un'attività ludica di famiglia, organizzata il più delle volte in casa (o, laddove possibile, nei giardini o negli spazi aperti intorno alla casa), capace di coinvolgere i familiari, i vicini, gli amici e tutti coloro che, in qualche modo, prendono parte al pranzo pasquale.

COME ORGANIZZARE UNA CACCIA ALL'UOVO


1 - La location
Come prima cosa è necessario scegliere la location. 
L'ideale sarebbe un giardino domestico, uno spazio ben delimitato in cui i bimbi possano correre e divertirsi in tutta tranquillità.
Poiché, però, non tutti dispongono di un giardino (potrebbe andar bene anche un cortile), le alternative sono, sostanzialmente due. Se i bambini sono molto piccoli le mura domestiche sono più che sufficiente per una caccia all'uovo in formato baby.
Se i bambini sono, invece, più grandicelli e in grado di seguire istruzioni precise, si può organizzare la caccia in un prato, anche il prato di un parco pubblico (delimitando la zona con qualche segnale facilmente riconoscibile).

2 - Gli indizi
Gli indizi proposti per la caccia dovranno essere adatti all'età dei bimbi. Con i piccolissimi, non in grado di leggere, si possono utilizzare indizi visivi (per esempio, la foto o il disegno di una bambola se si vuol dire che l'uovo è nascosto dietro a quella; l'immagine di una stanza per delimitare ulteriormente la zona della ricerca....).
Per quelli più grandi, invece, si può procedere come per una normale caccia al tesoro. Declinandoli, eventualmente, sul tema pasquale (filastrocche, domande.... potranno essere, perciò, in rima e, appunto, incentrate sui temi e i simboli della Pasqua).
Per rendere meglio l'idea. Se nascondete l'uovo da cercare nel frigorifero, dove normalmente mettete le uova, potreste scrivere sul biglietto: Non proprio lì le depone la gallina. Ma è lì dove le trovi la mattina. É lì che finiscono dopo la spesa. Ora vai e cerca la tua sorpresa!

3 - Le sorprese
Naturalmente, obiettivo di una caccia all'uovo, come di tutte le cacce al tesoro, è la conquista della sorpresa finale.
Due, però, sono le strade che si possono seguire: c'è chi dissemina lo spazio della caccia di indizi senza che questi siano accompagnati da altri doni se non quello finale (che di solito è piuttosto consistente). E c'è chi, invece, preferisce lasciare a ogni tappa un piccolo ovetto, di solito di cioccolato o, comunque, commestibile, aumentandone il valore o la quantità man mano che si arriva verso il traguardo finale.
La scelta è personale e soggettiva. Forse, se la caccia è molto lunga, può valere la pena creare per lo meno delle tappe intermedie contrassegnate da un piccolo premio.

4 - Il coniglietto pasquale
É o dovrebbe essere il vero protagonista della caccia all'uovo. Se, quindi, conoscete un papà, uno zio, un fratello, un nonno, un amico... disposto ad accompagnare i bimbi durante la caccia travestito da coniglio sarebbe perfetto!

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Matrimonio-con-figli

Come organizzare un matrimonio con figli

State per convolare a nozze ma siete alle prese con la presenza dei bambini durante la cerimonia e il pranzo/cena? Ecco alcuni cosngli per intrattenerli e gestirli.

continua »
Befana2014

Calze della Befana fai da te

Se siete stanchi della solita calza, ecco alcune idee alternative per accogliere la Befana (e tutti i dolci e le caramelle che porta) in modo diverso. E due ricette semplicissime per preparare in casa deliziose gelatine di frutta.

continua »
Regali-Befana2018

Ancora regali?

I regali non finiscono mai. Dopo la grande abbuffata di Natale, con l'Epifania molti bambini tornano a ricevere pacchi e pacchetti pieni di giocattoli e dolciumi.

continua »
Tradizioni2_capodanno2014

Tradizioni di Capodanno per un anno fortunato

Lenticchie, cotechino, biancheria rossa, qualcosa di nuovo.... Tutto quello che a capodanno è beneugurale per un anno ricco di sorprese, novità e fortuna. Tra tradizione e marketing.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network