Dalla coppia alla famiglia: la ricerca di un nuovo equilibrio

Come cambiano le relazioni di coppia quando in famiglia arriva un bambino. Come il bambino vero differisce da quello immaginato durante il parto e come mamma e papà, insieme, devono imparare a rapportarcisi.

Articoli Correlati

Dalla coppia alla famiglia: la ricerca di un nuovo equilibrio


La nascita di un figlio implica necessariamente dei cambiamenti e delle novità all’interno della coppia e rappresenta uno dei traguardi fondamentali del progetto genitoriale.
La gravidanza è un periodo di attesa che viene vissuto diversamente da ogni madre, in primis, e anche da ogni padre. I desideri e l’immaginazione genitoriali si trasformano in rappresentazioni riguardo il proprio bambino e il proprio futuro di genitore; le fantasie, i desideri e i sogni che nascono all’interno della coppia esprimono sia le speranze sia i timori sul proprio bambino e sul futuro che li attende. È un processo prezioso e necessario alla costruzione del proprio ruolo e della propria identità di madre e di padre.


Il momento della venuta al mondo del piccolo configura, quindi, una rottura: la nascita del bambino reale si scontra in qualche modo con le rappresentazioni e le aspettative materne e paterne. La realtà si impone pian piano nell’immaginazione ed è necessario far spazio, nella mente di mamma e papà, alla relazione reale con il nuovo arrivato. In altre parole, il nascituro si presenta con caratteristiche che spesso possono essere molto diverse da quelle immaginate e fantasticate dalla madre.
È quindi necessaria, dopo la nascita, l’integrazione tra il bambino ‘immaginato’ e quello reale che, disattendendo alcune aspettative e proiezioni della coppia, si presenta ai genitori non solo come figlio ma come ‘nuova persona’.

Si configura così una nuova costellazione familiare composta da un neonato, una neomamma e un neopapà. Tutti i membri sono in qualche modo neofiti e dovranno quindi fare i conti con nuovi equilibri, nuove dinamiche, nuove relazioni e anche nuovi impegni.
Essere genitore non è scontato, né immediato, ma rappresenta una conquista lenta che si ottiene anche grazie al proprio bambino.

Per maggiori informazioni:
Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus
Via Amedeo d'Aosta 6 - Milano
info@pollicinoonlus.it
www.pollicinoonlus.it
Numero Verde: 800.644.622

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Citomegalovirus2021

Virus in gravidanza: il citomegalovirus

Più diffuso di quanto si pensi, il CMV o citomegalovirus è un virus della famiglia degli herpes che se contratto in gravidanza può avere serie conseguenze sul nascituro.

continua »
Estate-Pancione2021

Estate col pancione in 10 domande

10 domande e altrettante risposte per affrontare al meglio i prossimi mesi estivi con il pancione. Dall’esposizione al sole ai bagni in mare, dal caldo ai viaggi.

continua »
Ipotesi-gravidanza

Dimmi che sei incinta senza dirmi che sei incinta

Quali sono i segnali che lasciano intuire che una donna è incinta sebbene ancora la pancia non si veda e i segni della gravidanza non siano ancora comparsi?

continua »
Madri_2019

Come sono le mamme che hanno partorito nel 2019?

Il Ministero della Salute ha reso noti i dati sulle caratteristiche delle mamme che hanno partorito nel 2019 e dei loro bimbi. Qual è il loro identikit?

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network