Perdite di sangue in gravidanza trimestre per trimestre

Non è raro che durante i nove mesi di gravidanza la futura mamma possa avere delle perdite di sangue. A volte si tratta di piccoli problemi senza alcuna conseguenza significativa per lei o il feto. Altre di segnali più gravi che dovrebbero mettere in allerta la gestante. Ecco alcune delle cause principali.

Articoli Correlati


Perdite di sangue in gravidanza non equivale necessariamente a “problema”. In alcuni casi, a seconda del trimestre in cui ci si trova, si tratta di perdite fisiologiche strutturali alla gravidanza stessa. Non sempre, quindi, serve allarmarsi in presenza di sangue o macchioline rosse sullo slip.
Ecco, dunque, trimestre per trimestre, quali perdite potrebbero verificarsi, quali sono pericolose e quali, invece, non devono destare alcuna preoccupazione.



PRIMO TRIMESTRE
  • Per alcune donne la gravidanza inizia con una piccola, minuscola perdita di sangue che si presenta già a pochi giorni dal rapporto sessuale. Si tratta di una perdita che spesso viene scambiata per una mestruazione anticipata breve e poco abbondante (ha una durata variabile tra le due/tre ore e i due giorni), di colore rosso scuro o marrone, causata dall’impianto dell’embrione nella parete uterina. Come si può immaginare, non deve destare alcuna preoccupazione. Si risolve da sola e in alcun modo compromette il buon andamento della gravidanza, la salute del bambino o quella della mamma.
  • Il 7% delle donne, soprattutto nei primi mesi di gravidanza, continua a essere soggetta a un falso ciclo mestruale che si presenta, talvolta in modo ritmico, in concomitanza dei giorni in cui avrebbero dovuto presentarsi le mestruazioni. In particolare se la gravidanza non è stata cercata e in assenza di altri sintomi specifici questo potrebbe trarre in inganno la donna rispetto al suo stato reale. Anche in questo caso nessuna preoccupazione. Se, però, c’è il dubbio di essere incinta, vale la pena fissare una visita ginecologica per accertare o meno l’avvio della gravidanza.
  • Il rischio di un distacco del trofoblasto, una rudimentale placenta che garantisce nutrimento all’embrione, è, nelle prime settimane, piuttosto alto. Si tratta di un problema comune a molte donne che si manifesta quasi sempre con perdite copiose e abbondanti di sangue rosso vivo, prolungate nel tempo. Sebbene il più delle volte questo tipo di problema rientri senza minimamente compromettere la crescita sana dell’embrione, è fondamentale intervenire in tempo, accertare la natura del problema e seguire le indicazioni del ginecologo per le settimane successive (di solito viene prescritto un periodo di riposo assoluto fino alla scomparsa delle perdite. Talvolta magnesio per rilassare l’utero e punture di progesterone per supportare l’avvio della gravidanza). Di fronte a perdite di questo tipo, correre immediatamente al pronto soccorso.
  • Talvolta, proprio nel primo trimestre, perdite di sangue abbondanti e copiose sono segnale di un aborto spontaneo. Difficile distinguerle dalle altre che segnalano un semplice distacco del trofoblasto. Occorre una visita al pronto soccorso immediato per capire di cosa si tratta realmente.
  • Una gravidanza extrauterina, che si verifica in un caso su 60, può essere annunciata, oltre che da dolori addominali e bassi livelli di Beta HGG, anche da perdite di sangue più o meno copiose.


Forse potrebbe interessarti anche Gravidanza settimana per settimana

SECONDO E TERZO TRIMESTRE
Qualsiasi perdita di sangue, più o meno copiosa, nel secondo e nel terzo trimestre va segnalata al proprio ginecologo. Generalmente, non devono destare eccessiva preoccupazione perdite di sangue di colore marrone o rosso scuro, poco abbondanti e non accompagnate da altri sintomi.
Sebbene i motivi vadano, comunque, indagati, non occorre mettersi eccessivamente in allarme in questi casi.
Diverso, invece, il discorso per perdite di sangue rosso vivo, copiose, abbondante e continuate, accompagnate spesso da dolori al basso ventre, contrazioni, fitte addominali. Le cause possono essere molteplici, alcune anche molto gravi. Occorre precipitarsi immediatamente al pronto soccorso e avvisare subito il proprio ginecologo.
  • Perdite di sangue, soprattutto agli inizi del secondo trimestre, possono segnalare la presenza di placenta previa, un problema che colpisce circa una donna su 200 e che va affrontato immediatamente per evitare problemi più gravi. Si tratta, in pratica, dell’inserimento della placenta, in tutto o in parte, nel segmento inferiore dell’utero. Normalmente, il problema si risolve man mano che il bambino cresce. Va, comunque, tenuto sotto controllo settimana per settimana.
  • Il distacco della placenta, che per fortuna è un evento raro e si verifica solo nell’1% dei casi in particolare nelle ultime 12 settimane di gestazione e può avere conseguenze fatali sia per la mamma che per il bambino, è probabilmente la causa principale più grave di perdite di sangue in gravidanza. Spesso in questi casi, le perdite, oltre a essere copiose come un flusso mestruale e di colore rosso vivo, sono precedute o accompagnate da dolori addominali molto forti, non dissimili dalle contrazioni del travaglio.
    In presenza di un simile quadro, è fondamentale precipitarsi immediatamente al più vicino pronto soccorso. Il buon andamento della gravidanza, infatti, dipenderà moltissimo dalla settimana di gestazione (in alcuni casi si potrebbe addirittura decidere di anticipare la nascita del bambino), dall’entità del distacco (in caso di distacco marginale la futura mamma verrà messa a riposo assoluto e monitorata giorno per giorno fino alla totale cicatrizzazione della ferita).

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Mariarita il 19 febbraio 2018 alle ore 23:41

    Salve sono alla 6 settimana e da giovedì ad intermittenza che trovo qualche macchiolina di sangue sui salvaslip. Giovedì stesso ho fatto l'ecografia e va tutto bene, ma le macchioline continuano è preoccupante?

  • Commento inserito da Melina il 30 gennaio 2018 alle ore 20:43

    Io ho fatto il 15 gennaio un transfer di blastocista e al nono giorno ho avuto piccole perdite durate un giorno e ora sono al 15 giorni PT stamattina rifatte le beta che da 614 sono passate a 3133 ma stasera dolorini all'ovaio destro e sangue da prima M acchioline poi aumentate notevolmente direi abbondanti. La mia ginecologa mi ha detto di nn andare al pronto soccorso solo se ho emorragia ma se invece rimangono perdite cosi no.potrebbe essere un inizio di aborto

  • Commento inserito da Carmen il 10 dicembre 2017 alle ore 17:18

    Io sono all' ottava settimana ieri sera sono andata in bagno e ho delle piccole perdite di sangue marroni dopo basta e oggi mi sembrano di più mi devo preoccupare grazie

  • Commento inserito da Hind il 13 novembre 2017 alle ore 21:18

    Io ho 36 settimane Ora sn andata in bagnio a fare la pipi e pulendomi mi sn trovsta una goccia di sangue rosso vivo la grandezza e media della macchia

    Ma nn sento nnt ne dolori ne nnt e nn mi e mai capitatoo mi dv preoccupare

  • Commento inserito da Jessica il 17 ottobre 2017 alle ore 19:39

    Il mio ultimo ciclo e stato il 5 settembre ad oggi sono di 6 settimane circa 3 ore fa o cominciato s trovare sullo slip tracce di sangue prima scuro quasi sul marrone e poi rosa e ora qualche piccola strisciata di rosso o qualche doloretto leggerissimo al ovaglie devo preuccuparti

  • Commento inserito da Valentina il 7 giugno 2017 alle ore 10:58

    Salve sono incinta di otto settimane.

    Stanotte ho avuto due perdite e sono corsa al pronto soccorso.

    Sono stata visitata e c'era il battito. Mi hanno prescritto del progesterone in ovuli.

    Prima di prendere farmaci, stasera faccio una visita dal mio ginecologo.

    Quello dell'ospedale mi ha detto di stare tranquilla, il mio medico di base invece dice che è rischio di aborto.

    Sono preoccupata

  • Commento inserito da Francesca il 14 maggio 2017 alle ore 11:19

    Salve io sono di15+2 e ho delle perdite marrone...venerdì ho fatto una ecografia vaginale per vedere come funziona la placenta e se andava tutto bene...perché al inizio di maggio ho avuto una minaccia di aborto...mi può dare un consiglio come mai qste perdite...comunque il bimbo cresce e sta bene

  • Commento inserito da Tania il 13 marzo 2017 alle ore 21:47

    Salve sono nella 33 settimana (32+6) e ieri andando in bagno,con uno sforzo atroce,modo sono accorta di perdite di sangue. Ancora oggi andando a fare pipì ho delle tracce di sangue. Qualcuno può aiutarmi a capire se dipende dallo sforzo nell'andare in bagno,essendo diventata molto storica in gravidanza,o se può essere altro? Non ho alcun dolore

  • Commento inserito da Cri il 6 febbraio 2017 alle ore 01:19

    Salve ii sono nell secondo trimestre di gravidanza e ho avuto una piccola perdita maroncina dopo un giorno che ero andata a fare una visita al ginecologo, poi qlq altro goccio però pochissime, non so mi devo preocupare???? Prendo il spasmex così mi ha indicato la gine, va bene così???grazie

  • Commento inserito da Carmen il 27 novembre 2016 alle ore 11:10

    Ce qualcuno che mi puo rispondere ?

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Esenzione-ticket-pregnancy

Esenzione da ticket in gravidanza

A chi viene riconosciuta, a quali prestazioni sanitarie dà diritto e da chi devono essere prescritte. Facciamo il punto sull'esenzione del ticket in gravidanza.

continua »
Nomi2017

I nomi più amati dagli Italiani secondo l'Istat

E con il 2017 ormai agli sgoccioli, vediamo un po' quali sono stati, secondo l'Istat, i nomi che gli Italiani hanno scelto maggiormente nel 2016 per i loro bambini. Sul podio gli evergreen Francesco, Sofia, Alessandro e Leonardo. 

continua »
Gravidanza-alimentazione

Natale e gravidanza: 6 piatti da evitare durante le feste

Che gioia il Natale con il pancione. Ma che fatica sopravvivere ai pranzi e alle cene delle feste. Soprattutto considerato che alcuni cibi andrebbero evitati del tutto per non compromettere la salute del bimbo. Ecco quali.

continua »
Bonus-bebe2018

Bonus bebè: dal 2019 varrà la metà

Confermato il bonus bebè di 960€ per il 2018 che sarà, però, ridotto del 50% a partire dal 2019. In altre parole, parents to be datevi da fare nei prossimi mesi se volete usufruirne a cifra intera. 

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network