Bimbi… in fasce!

Nuovo 'trend' nel mondo del neonato: l'utilizzo della fascia lunga per portare a spasso il bebè. Ma la scelta non è solo di stile. Ecco i motivi.

Articoli Correlati

L'uso della fascia lunga per portare in giro il bebè è piuttosto diffusa nelle culture non occidentali. In Africa, in Sud America, in Asia sono, infatti, numerose le comunità in cui vige quest'usanza: le mamme si portano addosso il loro neonato legato con una lunga fascia di cotone e, tranquillamente, continuano a svolgere le loro mansioni quotidiane. Si tratta, in un certo senso, di una scelta obbligata dal momento che passeggini e carrozzine non solo non esistono, ma sarebbero anche poco pratici in ambienti in cui le strade sono un lusso e le donne svolgono la maggior parte dei lavori che riguardano la gestione della casa e della famiglia (prendere l'acqua al pozzo, lavorare nei campi, tessere, cucinare…).
Qui da noi, quest'usanza ha iniziato ad affermarsi più per moda che per reale mancanza di alternative. Sta di fatto, però, che l'uso della fascia, soprattutto nei primi mesi di vita del bambino, comporta tutta una serie di conseguenze positive per la vita del piccino che, in questo modo, non solo sta in un luogo molto simile al ventre materno, ma instaura con la mamma un rapporto speciale, quasi simbiotico, che lo aiuta a superare lo shock della nascita e ad adattarsi al mondo esterno per lui, inizialmente, ostile.


Il Mammarsupio è una lunga fascia in cotone o lino interamente prodotta in Italia. A promuoverne l'acquisto un piccolo gruppo di mamme con la passione per la fascia lunga che, avendo avuto difficoltà, al momento del bisogno, a reperirla nei negozi e, soprattutto, a trovare qualcuno che spiegasse loro come usarla, hanno deciso di risolvere il problema per altre mamme e nel 2003 hanno iniziato a incaricare qualcuno di loro fiducia della produzione.
Oggi sono tanti i modelli disponibili, a costi diversi e con fantasie differenti a seconda del gusto personale e dell'età del bambino (il Mammarsupio, infatti, è utilizzabile non solo con i neonati, ma anche con i bimbi più grandicelli - 1/3 anni - al posto del passeggino).
Dalla parte del bambino: 5 motivi per scegliere la fascia lunga


  • I neonati nella fascia ritrovano un ambiente simile a quello materno, caldo, contenuto e con odori e rumori simili. Ciò li aiuta a superare lo shock della nascita.
  • I neonati nella fascia sono più rilassati, dormono meglio e piangono meno.
  • I piccoli portati in giro nella fascia soffrono meno di coliche, dal momento che spesso queste ultime non dipendono da disturbi intestinali ma sono da associarsi a stress del neonato. Grazie alla pressione e al tepore, poi, il contatto con il corpo della mamma riduce notevolmente l'insorgere di mal di pancia.
  • I bimbi nella fascia sentono, vedono e provano cinesteticamente tutto quello che l'adulto fa.
  • I bimbi nella fascia non sono all'altezza dei tubi di scappamento delle automobili.

Dalla parte dei genitori: 5 motivi per scegliere la fascia lunga

  • La mamma che porta la fascia si stacca in modo dolce e non traumatico dal suo piccolino e secondo alcuni studi questo ridurrebbe l'insorgere della depressione post partum.
  • La mamma con la fascia è libera di muoversi in casa e fuori continuando a svolgere le attività di sempre senza, però, perdere di vista il suo bambino.
  • Il papà che porta la fascia impara a instaurare con il suo bambino un rapporto profondo molto simile a quello che esiste tra la mamma e il piccino. Le sensazioni provate in questo senso sono per lui uniche.
  • La fascia rappresenta un ottimo investimento dal punto di vista economico in quanto può essere utilizzata come mezzo di trasporto del bambino dalla nascita fino ai 3 anni.
  • Portare i bambini nella fascia è un metodo sostenuto dalla Leche League International e dall'Associazione Italiana Massaggio infantile.

     

    Per maggiori informazioni sull'argomento o per acquistare le fasce www.mammarsupio.org.


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Anno-Cane

I bambini del segno del cane

Con la fine dei festeggiamenti per il Capodanno Cinese il 16 febbraio si è ufficialmente entrati nell'anno del Cane. Come saranno i bimbi del 2018 nati sotto questo segno?

continua »
NumeroBambiniItalia

Italia: un Paese di vecchi

Secondo l'ultimo rapporto ISTAT, diminuiscono ancora il numero di nascite in Italia che è, ormai, ai minimi storici. L'età media è 45 anni.

continua »
Corso-tagersmutter

A Milano corso per diventare Tagersmutter

Viene presentato oggi 30 gennaio il Corso di formazione Professionale Tagersmutter 2018. Alle ore 18.00 presso la sede di Baby 360.

continua »
Saporiforti

Sapori forti durante l'allattamento? Perché no?

Esposizione precoce agli antigeni durante l'allattamento o approccio restrittivo? Il dibattito è aperto, ma l'OMS favorisce l'introduzione di cibi forti nell'alimentazione della mamma.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network