Il guardaroba del neonato

Body. Vestitini. Magliette in cotone… Capi semplici e pratici, facili da mettere e togliere e resistenti ai ripetuti lavaggi.

Articoli Correlati

Prima che il piccolo venga al mondo, i futuri genitori, i nonni, i parenti, gli amici, hanno già pensato al suo guardaroba regalando alla futura mamma ogni sorta di capo di vestiario, dalla biancheria intima ai vestitini eleganti, dalle scarpette da ginnastica in formato mignon alle tute da sci per arrivare preparati sulle piste quando se ne presenterà l'occasione, dai costumini agli impermeabili per la pioggia. Tutti oggetti che suscitano una discreta tenerezza, ma che tutto sommato si rivelano il più delle volte assolutamente inutili (anche perché, data la velocità di crescita dei neonati, spesso non vi è neppure il tempo necessario per far indossare al bimbo tutti i capi che fanno parte del suo personale guardaroba e alcuni vestiti vengono conservati o regalati praticamente nuovi).
Nei primi mesi di vita, infatti, le necessità del bambino sono ridotte al minimo e ciò che davvero gli serve sono vestiti comodi, pratici, che non gli provochino allergie o irritazioni, che lo tengano al caldo senza farlo sudare e che la mamma possa lavare e stirare frequentemente e senza difficoltà. Ecco perché, talvolta, agli abitini in pizzo e alle camicette in lino o piquet sono da preferire i body 100% cotone e i bavaglini che vengono cambiati più volte al giorno tutti i giorni.


PRATICITÀ E FUNZIONALITÀ PRIMA DI TUTTO
Cambiare un neonato, soprattutto nei primi giorni, non è per niente semplice come si potrebbe pensare vedendolo fare ad altri. Il bambino, infatti, non è affatto collaborativi, le sue braccina rimangono inserti lungo il corpo, le gambe piegate, la testa indietro. Ecco perché è fondamentale che i vestiti per i primi tempi siano semplici da mettere e decisamente pratici. Le allacciature, ridotte al minimo (niente cerniere e bottoni complicati), devono permettere di cambiare il pannolino del piccolo più volte al giorno, lo scollo deve essere abbastanza largo da permettere il passaggio della testina del neonato e le maniche non eccessivamente strette. Perfette le tutine che hanno i bottoni a clip sulla mutandina e l'apertura su una delle due spelline.

PIÙ CHE IL 'TAGLIO' CONTA IL MATERIALE


La pelle dei neonati è molto più delicata rispetto a quella di un bambino grande o di un adulto. Ecco perché è fondamentale che il materiale con cui sono confezionati i suoi vestitini sia anallergico e naturale. Perfette le fibre quali cotone, lino, seta, possibilmente biologiche (non trattate, cioè, con sostanze chimiche). Da evitare, invece, le fibre sintetiche che non assorbono il sudore e sono spesso causa di irritazioni cutanee. Un'ottima difesa per l'inverno è rappresentata dalle magliette di cotone sulla pelle accompagnate al maglione di lana fuori. Per l'estate, invece, adottate solo capi leggerissimi, in fibra naturale e colori chiari ricordando che, a dispetto di quello che si possa credere, i neonati soffrono molto il caldo e meno il freddo non essendo ancora in grado di usare bene il 'termostato naturale' presente nel cervello.

A PROPOSITO DI MODELLI
Come dicevamo sopra, i vestitini del neonato dovrebbero essere comodi da indossare, ampi e non presentare accessori che potrebbero rivelarsi pericolosi e poco pratici per il neonato: cerniere, fibbiette, bottoni molto piccoli (soprattutto quando il bambino è un po' più grandicello i bottoni potrebbero essere pericolosi perché facilmente inghiottibili), lacci…
Esistono, poi, alcuni capi assolutamente inutili che i bambini non sopportano e che le mamme, invece, trovano adorabili. Tra questi:
 

  • le scarpette, che spesso vengono regalate al momento del parto, sono del tutto inutili per il neonato e sebbene in commercio ne esistano modelli veramente graziosi, il consiglio è quello di non utilizzarle fino a quando il bambino non avrà cominciato a gattonare prima e a camminare poi. Per riparare i piedini dal freddo sono perfette le calzine e i piedi imbottiti delle tutine invernali.
  • Il costume è assolutamente inutile per un neonato costretto a indossarlo sopra il pannolino. Nei primissimi mesi, quindi, se portate il bimbo in spiaggia, potrete lasciarlo sdraiato nella carrozzina vestito con un body leggero in cotone (meglio evitare l'esposizione ai raggi solari anche nelle prime ore del mattino e sotto l'ombrellone). In seguito, potrà rimanere seduto su un asciugamano con il solo pannolino. Il costume tornerà utile in seguito quando si cercherà di abituare il piccolo a utilizzare il vasino.
  • Il cappellino è un altro di quegli indumenti mal tollerati, in genere, dai bambini molto piccoli. Indubbiamente utile in estate per proteggere il piccino dai raggi del sole, andrebbe usato il meno possibile e solo quando strettamente necessario.

  • Commento inserito da annalisa il 8 gennaio 2010 alle ore 22:55

    ciao mamme,ho 27 anni ed è la mia prima gravidanza.sono alla 34 sett. e in questi giorni di ferie abbiamo approfittato per comprare il primo corredino per il nostro danilo;che nascerà verso il 23/02/2010!!!la commessa; gentilissima, mi ha consigliato di tutto e di più;e indovinate...ho comprato anche un bellissimo cappellino azzurro per quando uscirà dall ospedale... :-) che emozione;non vedo l ora che arrivi febbraio.salutoni e auguri a tutte!

  • Commento inserito da rosella il 3 aprile 2009 alle ore 00:41

    tutto verissimo a parte il cappellino...d'inverno davvero indispensabile!

  • Commento inserito da rosella il 3 aprile 2009 alle ore 00:38

    x michela il mio piccolino è nato il 17 luglio dello scorso anno. ti consiglio di prendere anche tutine corte!! i neonati soffrono molto il caldo, non hanno il nostro sistema di termoregolazione il mio piccoletto stava benissimo con bodino con le maniche corte sulla pelle e poi tutine o completini maniche corte senza piedini. ai piedini solo calzine di cotone. attenta a portarlo in giro dove mettono l'aria condizionata al massimo (ergo centri commerciali!!) auguri!!

  • Commento inserito da michela il 26 marzo 2009 alle ore 14:21

    sono alla 21settimana e ho quasi finito il corredino volevo un consiglio la mia piccola nasce a fine luglio ho preso le tutine di cotone lunghe devo prendere anche delle tutine corte?

  • Commento inserito da Angela il 17 gennaio 2009 alle ore 19:18

    Aiutatemi la mussola mi perseguita

  • Commento inserito da Aida il 27 dicembre 2008 alle ore 13:26

    Sono alla 28settimana e non ho comprato ancora nulla per la mia bimba perchè mi han tormentato (suocera e cognate... ben sette) di mille consigli-a loro dire- ma discordanti con i suggerimenti letti in rete di diversi professionisti. HELP me

  • Commento inserito da erika il 6 dicembre 2008 alle ore 18:13

    il cappellino serve tantissimo anche d'inverno per riparare le orecchie

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network