Di che colore avrà gli occhi mio figlio?

Eccetto rari casi, il colore degli occhi dei neonati alla nascita è tendente al grigio-azzurro. Questo colore non è definitivo e dipende dalla quantità di melanina presente nell'iride.

Di che colore avrà gli occhi mio figlio?



Di che colore saranno gli occhi del bambino? È una domanda che molte mamme si pongono alla nascita del piccolo quando il colore degli occhi non è ancora ben definito.
La maggior parte dei neonati, infatti, subito dopo il parto, ha gli occhi di colore grigio-azzurro.


Si tratta di un colore provvisorio che cambia intorno all’anno di età per assumere, solo allora, la colorazione definitiva. Il colore degli occhi, infatti, dipende dalla quantità di melanina presente al momento della nascita. La melanina, infatti, è una sostanza prodotta dai melanociti, dei ricettori che si attivano solo in condizione di luce, determinando il colore dei capelli, della pelle e degli occhi (ecco perché, tendenzialmente, le popolazioni che vivono in condizioni di scarsa luminosità, per esempio i nordici, hanno capelli, pelle e occhi chiari e quelle che vivono in pieno sole tendono ad avere la pelle, i capelli e gli occhi più scuri). Poiché il bambino trascorre i primi nove mesi della sua vita al buio, la melanina non ha modo di attivarsi e, di conseguenza, di fissare il colore degli occhi che alla nascita sono, appunto, tendenti al grigio.
Il colore definitivo, che dipende dal DNA, si determina, di solito, intorno all’anno di età, rimanendo definitivo per tutta la vita.


In generale, ma non sempre le cose funzionano in questo modo, bambini nati da genitori con occhi nocciola o neri, tenderanno ad avere gli occhi neri o nocciola. Stessa cosa dicasi per bambini nati da genitori con gli occhi entrambi azzurri che, molto probabilmente, avranno gli occhi azzurri.
Se, invece, i genitori hanno l’uno gli occhi scuri e l’altro chiari, come norma, prevarrà il colore dominante, ossia il castano/nero.
A determinare, però, il DNA e, quindi, il colore degli occhi (come quello dei capelli) interviene anche il DNA degli altri famigliari, nonni, bisnonni… il cui ruolo non è affatto secondario in questo gioco cromatico.

Capire, quindi, di che colore saranno gli occhi di un neonato non è affatto semplice.
Quello che si può dire, sempre in linea generale, è che se un bimbo nasce con gli occhi blu o castani e in famiglia è presente quel colore, è probabile che tale colore venga mantenuto anche successivamente.
Occhi grigi o cerulei sono, invece, destinati a modificarsi.
Come esattamente solo il DNA può stabilirlo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Psicomotricita2021

Psicomotricità infantile: a cosa serve

Spesso consigliata in caso di problemi neuropsichiatrici o quando ci sono dei rallentamenti nello sviluppo, la psicomotricità è una disciplina che punta al potenziamento dello sviluppo del bambino.

continua »
Elimination-Communication

Elimination Communication

Sembra incredibile, ma si può. Abituare il bambino sin dalla nascita non utilizzare il pannolino è possibile attraverso il metodo dell'Elimination Communication. Lo confermano anche i pediatri.

continua »
Abbandono-passeggino

Guida all'abbandono del passeggino

Dopo i 24 mesi è consigliato iniziare abituare il bambino a camminare da solo abbandonando gradualmente l'uso del passeggino. Alcuni consigli.

continua »
Nanna-Doudou-Neonato

Un doudou per il neonato

È il primo pupazzetto che, normalmente, si regala al neonato. Senza bottoni o parti removibili, è formato da una copertina con una testa al centro. E va posizionato nella culla del piccolo dopo che ha “raccolto” l’odore della mamma.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network