Il bambino non dorme? Fascialo

L'usanza di fasciare i bambini appena nati è antica e trasversale, praticata, cioè, in diverse culture, in varie parti del mondo. Il motivo di questa pratica, all'apparenza barbara, è molto semplice: la fasciatura tranquillizza i bebè, li aiuta se hanno le coliche e al momento della nanna.

Articoli Correlati


Quella di fasciare i neonati è un’usanza antica che, per lo meno in Occidente, veniva utilizzata, subito dopo la nascita del bambino, con uno scopo ben preciso: raddrizzargli le gambine. In realtà, la fasciatura del bebè è trasversale a diverse culture in diverse parti del mondo e la ragione è piuttosto semplice: i bimbi fasciati sono più tranquilli, dormono meglio e riescono ad affrontare più serenamente problemi tipici dei primi giorni quali, per esempio, le coliche.
La spiegazione “scientifica” ha a che fare con il concetto di contenimento: chiusi dentro a una copertina o a un lenzuolino, impossibilitati, di fatto, a muovere gli arti, con i confini abbastanza limitati intorno, i bambini, che per nove mesi hanno vissuto nello spazio ristretto dell’utero materno, si sentono al sicuro, confinati appunto. Vedono restringere il loro campo d’azione e si rassicurano.


Sembrerebbe assurdo che qualcuno, anche un esserino così piccolo, possa trarre giovamento da una condizione di “chiusura fisica”, ma è proprio così. La fasciatura rassicura il bambino, lo contiene, gli dona benessere e pace.
Ecco perché i bambini fasciati dormono meglio, utilizzano il calore per sconfiggere piccoli dolori (le coliche appunto) e sono più tranquilli.

COSA SI INTENDE PER FASCIATURA
Naturalmente in commercio esistono tantissime fasce con cui stringere il bimbo nei primi giorni. A verità è che per farlo è sufficiente un lenzuolino in cotone o una copertina leggera, avvolta intorno al corpo proprio come si farebbe con una fascia.
È fondamentale utilizzare un tessuto non troppo pesante, anche nei mesi invernali, per evitare che chiuso nel suo sacco il bambino posso sudare troppo. Ed è importante, anche, che il materiale sia organico o che, comunque, a contatto con la belle delicata del bimbo, non la irriti.

COME SI EFFETTUA UNA CORRETTA FASCIATURA
Fasciare un bambino è molto semplice. Si dispone la copertina su una superficie (il letto, il fasciatoio…). Quindi, si piega uno degli angoli verso l’interno in modo che la piega ottenuta abbia, più o meno, l’altezza del neonato e lo si appoggia sulla copertina appoggiando il collo sul limite superiore della piega (il concetto è che tutto il corpo, eccetto la testa, sia appoggiato nell’area della coperta).
A questo punto, si tiene il braccio destro del bambino lungo il fianco e lo si chiude con il lembo destro della coperta rimboccandolo sotto alla schiena. Si stende il braccio sinistro e si tira su il lembo inferiore della coperta incastrandolo tra la spalla sinistra e il l’angolo sinistro della coperta, quindi si chiude anche il lembo sinistro. I piedini, completamente chiusi nella coperta, dovrebbero avere lo spazio di muoversi liberamente, in modo da evitare il surriscaldamento.


È consigliato fasciare i bambini fino, più o meno alla fine del terzo mese di vita. Quando maggiori sono i benefici che uno strumento simile apporta al benessere e alla serenità del piccolo. Dopo, per continuare a trasmettergli la sensazione del contenimento durante la nanna, è possibile passare a soluzioni più indicate quali, per esempio, i sacchi nanna. Sono perfetti, soprattutto, durante l’inverno perché evitano che il bimbo scoprendosi possa prendere freddo durante la notte. Possono essere usati anche fino ai 2/3 anni (purché della giusta misura) e continuano a trasmettere al bambino una sensazione di contenimento e raccoglimento rilassante e piacevole.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Simonetta il 8 gennaio 2018 alle ore 14:02

    Terribile, solo guardare un neonato insaccato come un salame mi fa venire voglia di legare i genitori. Conosco qualcuno che lo ha fatto, il bambino ha avuto problemi di linguaggio, potrebbero non essere collegate le due cose, ma nel dubbio, eviterei.

  • Commento inserito da Gio il 6 ottobre 2017 alle ore 11:42

    In Australia, UK e USA e€ usato moltissimo. Io vivo in Australia ed è una pratica raccomandata dai tutti i medici specialisti e migliori ospedali (classificati tra i primi 10 al mondo). Certo dimenticavo.. noi italiani sappiamo sempre tutto e siamo i migliori al mondo quindi quello che fa il resto del mondo è sempre sbagliato 👍🏻

  • Commento inserito da Sandra d angelo il 15 marzo 2017 alle ore 23:27

    Sono una ricercatrice del King s college di Londra e confermo che la fasciatura è' stata annoverata come una possibile responsabile della morte in culla. Si tratta di una pratica antica ? Si! Infatti in passato la morte dei neonati era un fatto comune in molte famiglie. Ci dovrebbe essere un controllo più stretto sulla divulgazione di articoli come questo. È' molto pericoloso.

  • Commento inserito da Elisa il 7 luglio 2016 alle ore 12:12

    È assurdo!! E per di più favorisce la scorretta formazione dell'articolazione dell'anca se il bambino viene fasciato a gambe tese!!! È importantissimo che il neonato mantenga la sua posizione naturale con le gambe allargate e piegate!!

  • Commento inserito da Laura il 3 luglio 2016 alle ore 17:58

    Cara Paola Romei,

    Fasciato il bebè si sente contenuto e protetto come nel pancione. Non è una sostituzione di coccole!9

  • Commento inserito da paola romei il 7 giugno 2016 alle ore 16:04

    chiedo scusa ....l'articolo sarà anche scritto bene ma io non sono assolutamente d'accordo con questa pratica antica....IL BAMBINO HA BISOGNO del calore e dell'odore della mamma ......questa pratica fa comodo alle mamme moderne che non hanno voglia di perdere tempo con i loro piccoletti !!!!...che involuzione .....assurdo e disonesto promuovere certe pratiche c'è da vergognarsi a vita !!!!

  • Commento inserito da il 27 novembre 2014 alle ore 22:18

    stiamo parando di neonati, ha esigenze differenti rispetto un adulto, io fascio il mio bambino e sta benissimo. meglio fasciarlo che imbottirlo di gocce o infusi di camomilla se ha le coliche

  • Commento inserito da Andrea il 15 novembre 2014 alle ore 08:35

    Non fatelo assolutamente!É una metodica immobilizzante per il bambino che non porta beneficio!Per dare "contenimento" al bambino semplicemente...abbracciatelo!!!E poi....ma voi stareste bene , vi sentireste bene se foste immobilizzati e se vi fasciassero come una mummia?Davvero una pratica medioevale.

  • Commento inserito da Cecilia il 14 ottobre 2014 alle ore 10:38

    bell'idea e bell'articolo

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Anno-Cane

I bambini del segno del cane

Con la fine dei festeggiamenti per il Capodanno Cinese il 16 febbraio si è ufficialmente entrati nell'anno del Cane. Come saranno i bimbi del 2018 nati sotto questo segno?

continua »
NumeroBambiniItalia

Italia: un Paese di vecchi

Secondo l'ultimo rapporto ISTAT, diminuiscono ancora il numero di nascite in Italia che è, ormai, ai minimi storici. L'età media è 45 anni.

continua »
Corso-tagersmutter

A Milano corso per diventare Tagersmutter

Viene presentato oggi 30 gennaio il Corso di formazione Professionale Tagersmutter 2018. Alle ore 18.00 presso la sede di Baby 360.

continua »
Saporiforti

Sapori forti durante l'allattamento? Perché no?

Esposizione precoce agli antigeni durante l'allattamento o approccio restrittivo? Il dibattito è aperto, ma l'OMS favorisce l'introduzione di cibi forti nell'alimentazione della mamma.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network