Il mio primo bagnetto

Dalla scelta della vaschetta al necessaire, tutto quello che i neogenitori devono sapere in fatto di bagnetto del neonato. Con un occhio di riguardo alla sicurezza.

Articoli Correlati

Il mio primo bagnetto


Tra le varie cose a cui mamma e papà devono pensare prima della nascita del bambino – culla, carrozzina, lettino, passeggino, corredo… - non va dimenticata la vaschetta per il bagno, indispensabile, nei primi mesi di vita del piccolo per lavarlo e prendersi cura della sua igiene personale.
Nella scelta il parametro sicurezza va senz’altro messo al primo posto come criterio di selezione, per garantire al bimbo bagni sereni e senza rischi.
Ecco, dunque, quali caratteristiche dovrebbe avere la vaschetta ideale e perché.
 

GUIDA ALLE SCELTA DELLA VASCHETTA



 
  • Optare per un modello che abbia una conformazione tale da accogliere il neonato sdraiato dagli 0 ai 6 mesi e seduto nei mesi successivi. In questo modo l'acqua non rappresenta un pericolo e il bimbo non rischia di scivolare. Inoltre, con una simile struttura, anche una sola persona è in grado di fare il bagnetto al piccolo in tutta tranquillità.
     
  • Controllare che siano presenti elementi antisdruciolo, fondamentali quando si ha a che fare con l’acqua.
     
  • Per coloro che non avessero a disposizione una vasca in casa, esistono dei “seggiolini” che possono essere utilizzati comodamente anche nella doccia (adatti a bambini in grado di rimanere seduti da soli).

    Per maggiori informazioni sull’argomento cliccate qui

     

    IL NECESSAIRE PER IL BAGNETTO

    Se il parametro sicurezza è determinante al momento dell’acquisto, la capacità organizzativa è indispensabile quando si esegue il bagnetto al bimbo. Ecco perché, prima di immergere il bambino nell’acqua, è consigliabile controllare di avere a portata di mano tutto il necessario per lavarlo e asciugarlo.

     

  • Un asciugamano pulito nel quale avvolgerlo immediatamente dopo il bagno.
  • Prodotti detergenti specifici per neonati (da utilizzare, comunque, dopo i 6 mesi).
  • Una brocca per sciacquare la testa.
  • Un termometro per tenere sempre sotto controllo la temperatura dell’acqua.
  • Giocattoli in gomma.

    Per maggiori informazioni sull’argomento cliccate qui

     

    L’IMPORTANZA DEL BAGNETTO

    Nelle prime settimane di vita del bambino, per lavarlo, è sufficiente passargli sul corpo una spugna inumidita con acqua tiepida senza utilizzare alcun prodotto detergente. Nei primi giorni, infatti, il contatto diretto con l’acqua potrebbe rallentare la caduta del cordone ombelicale.
    Nei mesi successivi, invece, il bagnetto è fondamentale non solo per questioni igieniche, ma anche per regalare al bimbo un momento di relax da condividere con la mamma e/o il papà.
    Ecco perché quello del bagnetto (che, comunque, dovrebbe avere una durata di 5/10 minuti massimo) dovrebbe diventare un rituale da ripetere tutti i giorni prima di far indossare al piccino il pigiamino
    Generalmente, i bambini molto piccoli sono fortemente attratti dall’elemento acqua e adorano farsi coccolare mentre sguazzano allegramente nella vaschetta.

    La galleria fotografica che abbiamo pubblicato sul nostro sito ne è una prova. Nella maggior parte dei casi, infatti, i bimbi appaiono sereni, felici e appagati.
    Questo articolo è sponsorizzato.


Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
newborn_23

Vita in tre

Dopo il parto, al ritorno dall'ospedale, per mamma, papà e bambino inizia una vita nuova. Fatta di gioie, sorprese e tanta fatica.

continua »
primo-mese-di-vita

Il primo mese di vita del neonato

Cosa succede nel primo mese di vita del neonato? Quali sono le prime difficoltà che mamma e papà devono affrontare nei primi giorni a casa con il bambino? 

continua »
SIN_SEPSI

Sepsi neonatale

Per la Societa'  Italiana di Neonatologia (SIN) e' necessario tenere alta l'attenzione su questa problematica che e'¨ tra le principali cause di morte neonatale

continua »
Estate_home

Come vincere il caldo

Temperature elevate per più giorni consecutivi e alti valori di umidità mettono a dura prova la salute, soprattutto dei più deboli. I consigli del Ministero della Salute per difendersi dal caldo.

continua »
Cerca altre strutture