In libera uscita col bebè

Passeggiate all'aria aperta con il neonato. Qual è il momento migliore per portarlo a spasso? Esistono degli orari controindicati per le uscite cittadine?

Articoli Correlati

In libera uscita col bebè


Come abbiamo visto la scorsa settimana le passeggiate con il neonato, se possibile a contatto con la natura e lontano dallo smog e dal traffico cittadini, sono particolarmente indicate per aiutare il piccolo a rilassarsi, stimolare il suo appetito e godere, mamma e bambino, di qualche ora di puro relax e pace senza tutte le incombenze che normalmente affliggono i genitori in casa.
Quali sono, però, i momenti migliori per uscire con il bebè? Quali ore o giorni, invece, andrebbero evitati?


Ecco i nostri consigli:
  • L’orario migliore per uscire con bambini molto piccoli varia in base alla stagione. Nei mesi o nelle giornate fredde sarebbe preferibile uscire nelle ore più calde (la tarda mattinata e il primo pomeriggio). Viceversa, in estate andrebbero evitate le ore calde della giornata (dalle 11.00 alle 16.00) e preferite quelle più fresche (tenendo presente, però, che spesso a ridosso del tramonto i parchi sono invasi da moscerini e zanzare che potrebbero rivelarsi davvero fastidiosi per il piccolo). In autunno e primavera non ci sono problemi. Qualsiasi orario è indicato.
  • Per passeggiate urbane è consigliabile evitare gli orari di grande traffico (generalmente tra le 7.00 e le 9.00 del mattino e dopo le 18.00) quando le città sono invase da auto e il livello di smog aumenta. Sempre, comunque, è preferibile allontanarsi con il passeggino dalle strade più trafficate preferendo parchi e zone pedonali.
  • Se il bambino soffre di allergie, è bene informarsi, prima di portarlo a spasso, di quelle che sono le giornate e i luoghi più a rischio per evitare di trasformare in un incubo una semplice passeggiata.
  • Ogni uscita andrebbe programmata tenendo presenti quelle che sono le esigenze dei piccoli, cercando di rispettarle quanto più possibile. Questo soprattutto nei primi mesi di vita del bambino. Se, per dire, avete abituato il bimbo a fare il bagnetto prima di cena, sarebbe bene lasciare intatta questa routine quotidiana.


PARCHI CITTADINI: MILANO


Sebbene Milano sia per antonomasia considerata una città poco verde, in cui mancano del tutto quelli che vengono chiamati “polmoni verdi cittadini”, in realtà qualcosa da offrire ai suoi abitanti in termini di parchi pubblici ce l’ha. Tra i parchi centrali (compresi, cioè, all’interno della prima cerchia muraria o subito a ridosso di essa) troviamo il Parco Sempione, il più grande che si estende su una superficie di 386mila mq, e i Giardini Pubblici Indro Montanelli che si estendono su una superficie di 172 mila mq. Tra i parchi cittadini, però, non possono essere dimenticati il Bosco in Città che rappresenta il primo progetto italiano di riforestazione urbana ottenuta mediante il contributo dei cittadini e il Parco Nord che con i suoi 640 mila mq è il più grande parco di Milano e tocca diversi comuni dell’hinterland. Ci sono, poi, altri parchi più piccoli oltre ai “giardinetti” rionali, per lo più attrezzati con giochi per bambini (altalene, scivoli, dondoli a molle…).

Per scoprire tanti dettagli sui parchi pubblici milanesi e di altre città italiane consultate lo Speciale Parchi offerto da Chicco che abbiamo pubblicato sul nostro sito dove potrete anche conoscere tutte le novità sul nuovo passeggino pensato per le mamme che vivono in città Chicco Urban.

Questo articolo è sponsorizzato

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Rotavirus

Cosa ne sai del Rotavirus?

#unapreoccupazioneinmeno è la campagna che vuole diffondere tra le famiglie una maggiore consapevolezza sulle insidie del Rotavirus.

continua »
Provenzali-linea-infanzia

Biologici e sostenibili. Così i prodotti per la prima infanzia

Sono biologici, sostenibili e certificati dal WWF i nuovi prodotti della linea I Provenzali pensati per la prima infanzia. Per mamme green, attente alla salute dei bambini. E del pianeta.

continua »
Movimento-neonati

Attività fisica del neonato

Dai primissimi mesi fino ai 2 anni, ecco come aiutare il bambino a prendere confidenza con il suo corpo e con lo spazio circostante attraverso il movimento e l'attività fisica.

continua »
Netflix-serieBebe

Bebè: viaggio nel primo anno di vita

Dalla natura all'educazione, una docuserie su Netflix esplora le rivoluzionarie teorie scientifiche che rivelano come i neonati scoprono la vita durante il primo anno di età.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network