Tappe di crescita: il beb impara a sedersi - Neonato - Bambinopoli





Tappe di crescita: il bebè impara a sedersi

Una delle principale conquiste motorie di un bebè è la capacità di sedersi da solo. Questo avviene, generalmente, tra i 4 e i 9 mesi. Ecco come stimolare il piccolo e prepararlo a questo grande passo. 

Articoli Correlati



La capacità di rimanere seduto da solo è una conquista fondamentale per un bambino, espressione del progressivo sviluppo delle sue capacità motorie e della sua conquista dello spazio che lo circonda.


Generalmente, questa fase si verifica tra i 4 e i 9 mesi ed è preceduta da una serie di piccole conquiste che ne anticipano l'avvento: il piccolo è in grado di tirar su la testa da solo tenendo il collo dritto; dimostra un certo equilibrio quando è seduto in braccio a qualcuno che lo sostiene; ha sviluppato una buona muscolatura del busto.
Sebbene il momento non vada forzato e ogni bambino abbia i suoi tempi (che spesso non dipendono solo dallo sviluppo neurale, ma dalle caratteristiche fisiche del neonato), esistono semplici esercizi e piccoli accorgimenti che aiutano il bimbo a trovare il modo di rimanere seduto senza cadere e sostenendosi solo con la forza dei suoi muscoli.

ESERCIZI PREPARATORI
Per rafforzare la muscolatura del collo e della schiena - indispensabili per rimanere seduti -, cambiate spesso la posizione del bambino, evitate ovetti e sdraiette (soprattutto in casa) e lasciatelo spesso a pancia in giù mettendogli degli oggetti colorati davanti che attirino la sua attenzione e lo spingano ad allungarsi e tirarsi su.
A questo proposito può essere utile collocare sotto le ascelle del bambino un cuscino a forma di C (tipo quello usato per l'allattamento, per intenderci) che lo costringa a mantenere la testa leggermente sollevata rispetto al resto del corpo. 
In questa posizione, stimolate la curiosità del bebè e giocate con lui almeno per una ventina di minuti al giorno.

SEDUTO CON SOSTEGNO
Per verificare i progressi muscolari del bambino, non appena questi avrà imparato a tenere su il collo, mettetelo a sedere e misurate il tempo che resiste senza sbilanciarsi. Pian piano, il piccolo troverà l'equilibrio necessario per sostenersi e riuscirà a rimanere seduto senza cadere sostenuto dalla schiena che piano piano si rafforza.
Non occorre avere fretta, ogni bimbo ha bisogno dei suoi tempi. In generale, però, intorno ai 6 mesi quasi tutti i bambini sono in grado di rimanere seduti da soli senza aiuto.

LA POSIZIONE A TREPIEDE E LA DIFFICOLTÀ DI BILANCIAMENTO
All'inizio, la cosa più difficile è trovare l'equilibrio per sostenersi. Per questo, nelle prime fasi i bambini tendono ad appoggiare entrambe le mani al pavimento in una posizione che si chiama 'trepiedi'.
Man mano, però, che il piccolo prende confidenza con la nuova posizione, stacca le mani dal suono e, tra oscillazioni varie, prova a rimanere seduto da solo senza sostegno.
In questi primi momenti, mettetelo a sedere su una superficie morbida - un cuscino, il divano, sul letto - in modo che in caso di caduta non si faccia male.


 

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Miriam il 16 novembre 2018 alle ore 11:28

    Anch' io ho sfruttato molto il cuscino dell' allattamento e lo schienale reclinabile della carrozzina che si può sollevare di 30º

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Neonato-inverno

Il primo inverno del neonato

Le neomamme e i neopapà, oltre ai soliti dubbi che assalgono tutti i genitori alle prime armi, devono affrontare un'altra questione: come affrontare l'inverno con un bambino di poche settimane?

continua »
Fasciatoi-pubblici

Quanti pericoli nei fasciatoi pubblici?

Fasciatoi pubblici. Ad avercene! Spesso bar e ristoranti non ne sono attrezzati e nei negozi, trovarne uno, è un'utopia. Per lo meno in Italia. Laddove, però, ci sono, è comunque necessario rispettare alcune norme igieniche (e non solo) prima di utilizzarli.

continua »
Ingorgo-mammario

Ingorgo mammario: cosa c'è da sapere

L'ingorgo mammario è un problema che può intervenire durante l'allattamento al seno pregiudicandone, talvolta, il buon andamento. Ecco cosa fare e come comportarsi.

continua »
Passaggio-biberon-tazza

Dalla tazza al biberon in 5 mosse

Considerata una conquista minore rispetto ad altre più importanti (svezzamento, passaggio dal pannolino al vasino...), il passaggio dal biberon alla tazza rappresenta, comunque, un momento di crescita per il bambino.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network