Videogames e bambini, i pro e i contro

Già a partire dall’età prescolare una buona parte del tempo libero dei nostri bambini è dedicata ai videogames.

Articoli Correlati

Videogames e bambini, i pro e i contro


Già a partire dall’età prescolare una buona parte del tempo libero dei nostri bambini è dedicata ai videogames.

Il mercato ne offre di molti tipi e su supporti diversi, dal Pc, alla Play Station, dal Nintendo portatile alla Wii. Alcuni giochi hanno una lunga carriera come Super Mario, i Pokemon o FIFA aggiornato annualmente con i giocatori di calcio. Altro che figurine! Possiamo essere giocatori o allenatori e possiamo costruirci anche il giocatore come lo vorremmo! Altri giochi durano lo spazio di una stagione e poi scompaiono. L’interattività dei video giochi, le grafiche sempre più verosimili e le avventure a cui si può partecipare, rendono questi giochi veramente interessanti per i nostri bambini.





Se ne discute ancora ampiamente, alcuni genitori ritengono opportuno vietarli del tutto ai propri figli, altri invece non sono così rigidi sull’argomento.

I rischi di questo genere di giochi sono soprattutto legati al loro abuso, infatti conseguenze negative dei videogiochi usati in modo scorretto o ossessivo (video giochi, ma anche televisione) sono la riduzione degli spazi dedicati all’attività fisica e sociale, stanchezza mentale che può avere ricadute negative sul rendimento scolastico. Un rapporto disturbato con il videogioco e la televisione può portare a sostituire completamente le relazioni sociali favorendo isolamento e individualismo.

D’altra parte ci sono anche delle cose positive nei videogiochi, sono stimolanti in quanto sono giochi senso-motori, stimolano la comprensione dei compiti da svolgere, abitua a gestire obiettivi e sotto-obiettivi, può favorire autocontrollo e gestione delle emozioni, capacità di prendere decisioni velocemente, affrontare difficoltà, prendere iniziative. Inoltre possono favorire apprendimenti su alcune tematiche specifiche e conoscenze relative a terminologie tecniche.

Insomma, più che l’uso, che pare essere non così male, è l’abuso che deve preoccupare il genitore, che deve sorvegliare e mettere, se necessario, un freno alle ore dedicate ai video giochi e alla televisione. In ogni caso, è sempre importante che i genitori non lascino stabilire ai propri figli da soli, i tempi, le modalità e gli argomenti dei videogiochi. In particolare, per ciò che concerne le tematiche dei giochi, è consigliabile valutare bene i contenuti dei videogames acquistati, evitando sempre sfide violente o eccessivamente competitive.


 

Il gioco più giocato al mondo è Super Mario con 240milioni di copie vendute, pensate se le materie scolastiche avessero qualche supporto interattivo per il proprio apprendimento, quanto sarebbero più interessati i nostri ragazzi.

 

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Linda Cerabolini il 3 ottobre 2018 alle ore 21:13

    Questo articolo è perfetto! Materie scolastiche svolte in un modo più moderno. Brava

  • Commento inserito da WOW!!! il 5 novembre 2017 alle ore 14:58

    Ben fatto questo articolo:bravi!e STATO DAVVERO UTILE

  • Commento inserito da WOW!!! il 5 novembre 2017 alle ore 14:55

    Ben fatto questo articolo:bravi!

  • Commento inserito da Moustapha il 6 dicembre 2016 alle ore 19:13

    Molto utile questo articolo,mi ha aiutato a fare un compito

  • Commento inserito da Fede il 30 maggio 2016 alle ore 15:18

    È molto utile per i temi scolastici

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Pedagogia-del-rischio

Pedagogia del rischio

Contro genitori sempre più iperprotettivi e preoccupati delle conseguenze che le azioni dei bambini potrebbero avere sulla loro salute si oppone la pedagogia del rischio, secondo cui i bimbi hanno diritto di correre alcuni pericoli.

continua »
gongiabili_hp

Come arredare una ludoteca 'a misura di bambino'

Arredare uno spazio adibito al gioco e al divertimento dei più piccoli richiede una certa esperienza, ma anche un pizzico di creatività. 

continua »
Sport-invernalia-aperto

Come vestire i bambini che praticano attività sportiva all'aperto

Chiuse palestre, piscine e centri sportivi, resistono, per il momento, le strutture che offrono ai bambini la possibilità di praticare sport all'aperto. Come vestiri i bambini nei mesi invernali che abbiamo di fronte?

continua »
Giocare-autunno2020

Giocare con l'autunno

Idee per giocare con foglie, pigne, castagne e materiale raccolto in questa stagione al parco o in campagna. Il fascino dell'autunno in tanti laboratori creativi da fare in casa in questi giorni senza sport e senza amici.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network