A Roma in bicicletta

In previsione delle vacanze pasquali o dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio, ecco un'idea per una vacanza in famiglia: visitare Roma a cavallo delle due ruote.

Articoli Correlati

Roma è una città che permette innumerevoli itinerari di visita, a seconda delle preferenze e delle esigenze personali (la Roma classica dei fori e dei resti archeologici, la Roma medievale delle catacombe e delle prime comunità cristiane, la Roma sfarzosa dei papi, la Roma dello shopping e dei negozi di tendenza…). Tra le tante Rome, però, per altro tutte perfettamente integrate l'una nell'altra a definire la topografia di quella che è considerata un 'museo a cielo aperto', c'è anche la Roma verde, quella dei parchi e delle passeggiate lungo il Tevere, dei giardini all'inglese e delle ville. E la Roma da percorrere in bicicletta, per conoscerne il volto più tranquillo, sereno, meno caotico e mondano.
Sebbene, infatti, la rete ciclabile romana non po certo dirsi estesa, le piste ciclabili presenti (realizzate a partire dagli anni Novanta in occasione dei Mondiali di calcio) sono in buono stato e, alcune, decisamente suggestive. Il clima mite, quasi caldo in primavera, consente, poi, di progettare intere giornate a cavallo delle due ruote, cercando di evitare per quanto possibile il traffico impazzito delle ore di punta.


IL LUNGOTEVERE
Da Castel Giubileo fino a Ponte Risorgimento la pista ciclabile si snoda per 15 km di cui 12 immersi nel verde e 3 in un percorso urbano. Si tratta di una passeggiata semplice, alla portata di tutti, che non richiede particolare abilità o allenamento. Dopo Ponte Risorgimento la pista permette di compiere una deviazione verso il centro urbano, in direzione di Villa Borghese(da visitare progettando una visita anche al vicino Parco zoologico) e Villa Ada (quest'ultima interamente immersa nella natura), oppure di proseguire in direzione di Trastevere verso il Ponte della Magliana fino al Ponte di Mezzocammino costeggiando il fosso di Vallerano e l'Ippodromo di Tor di Valle.

IN BICILETTA PER CONOSCERE LE VILLE STORICHE


Le ville storiche sono spesso circondate da splendidi parchi urbani che si presentano come oasi preferenziali da attraversare in bici e da collegare con le principali direttrici dedicate alla due ruote. Per questo motivo l'Amminisstrazione Comunale ha avviato la realizzazione di nuovi percorsi ciclopedonali all'interno di Villa Pamphilj e di Villa Ada (quest'ultima costituisce un importante crocevia di collegamento tra le piste ciclabili del Tevere e dell'Aniene) che hanno il pregio, non solo di consentire un collegamento rapido fra varie zone della città, ma anche di illustrare nelle diverse varianti di percorso, anche i luoghi e gli edifici di particolare pregio ambientale e artistico che si trovano all'interno di questi parchi.

IL PARCO DELLA CAFFARELLA
Decisamente interessante per chi si sposta sulle due ruote il percorso attraverso il Parco della Caffarella e che si snoda, poi, lungo tutta l'Appia Antica. Si parte dal Colosseo e ci si dirige verso Via San Giovanni in Laterano dove si trova l'omonima basilica. Da qui, si può scegliere se svoltare verso l'Appia Nuova oppure, attraversando il Parco della Caffarella, proseguire sull'Appia Antica che si snoda per 11 km fino a Piazza Numa Pompilio. Questo itinerario consente di pedalare nel verde per diversi chilometri rimanendo, comunque, a poca distanza dal centro e dalle sue bellezze.

Per maggiori informazioni sulla viabilità a Roma è possibile consultare il sito dell'Associazione onlus che qui si occupa di mobilità su due ruote: www.ruotalibera.org. Oppure il sito dell'Assessorato dell'Ambiente romano all'indirizzo www.assessoratoambiente.it. Inoltre, per maggiori informazioni sulla città: www.romaturismo.com.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
33977988_l

La Corsica dei bambini

Mare, spiagge e tanto sole. Perfetta anche per un viaggio settembrino. Con un occhio di riguardo per i più piccoli.

continua »
cavallino_2022

Cavallino Bianco:un family hotel da sogno!

Si trova a Ortisei, nel cuore della Val Gardena, quest’oasi di benessere, salute e allegria per tutta la famiglia.

continua »
11197894_l

Al mare

Ecco tutto quello che possono e non possono fare i bambini in spiaggia per non incorrere in alcun rischio.

continua »
Tree-sleeping-hotel

Dormire sugli alberi. Ecco dove

Alberghi costruiti tra le fronde degli alberi, mimetizzati tra tronchi e foglie, costruiti interamente in legno e attrezzate con tutti i comfort. Qualche indirizzo in Italia per un soggiorno un po' fuori dal comune. 

continua »
Cerca altre strutture