Ciclovacanze per famiglie

Per le vacanze pasquali o i ponti di primavera. Vacanze in bicicletta per tutta la famiglia. Da programmare in anticipo per non incorrere in nessun intoppo.

Articoli Correlati

È un modo diverso di pensare alle vacanze che da qualche anno si sta affermando anche qui in Italia, non solo tra giovani super-sportivi, ma anche tra persone di una 'certa' età, coppie, famiglie con bambini. Viaggiare utilizzando la bicicletta come mezzo di trasporto, infatti, non solo è decisamente economico, ma consente di vivere un'esperienza unica sia per i grandi che per i piccini che per qualche giorno potranno tuffarsi in una sorta di dimensione parallela a strettissimo contatto con la natura.
Le vacanze in bici rappresentano, a questo proposito, una vera alternativa ai soliti viaggi, innanzitutto perché permettono di instaurare un rapporto diretto con i luoghi visitati, 'gomito a gomito' con i paesaggi attraversati. In secondo luogo perché consentono di viaggiare all'aria aperta, a velocità d'uomo, sviluppando la capacità di osservazione della realtà circostante da un punto di vista decisamente privilegiato rispetto all'automobile, al treno o all'aereo, riconoscendone suoni e rumori, percependone gli odori, facendosi assorbire dai colori continuamente cangianti del mondo. Tutto, insomma, appare come ravvicinato, percettibile, profondamente presente.


Ecco, dunque, qualche consiglio pratico e organizzativo rimandandovi alle prossime settimane per eventuali suggerimenti di percorsi e mete.

LA SCELTA DELL'ITINERARIO IN CINQUE MOSSE
 


  1. Scegliete sempre posti facilmente raggiungibili dalla vostra zona di residenza informandovi, prima di partire, sulla possibilità di utilizzare il treno per le tratte più lunghe o per gli spostamenti iniziali.
  2. Fissate le tappe tenendo conto che 15/20 km al giorno sono più che sufficienti per un bambino o per persone poco allenate.
  3. Privilegiate i percorsi pianeggianti dotati, se possibile, di piste ciclabili.
  4. Se partite nei mesi estivi, evitate le regioni più calde e in ogni caso cercate di programmare gli spostamenti nelle prime ore del giorno o nel tardo pomeriggio.
  5. Cercate di percorrere, laddove possibile, tratti lontano dal traffico, privilegiando le strade secondarie che costeggiano campagne, boschi, fiumi, mare…

 

PREPARATIVI PRE-PARTENZA ED EQUIPAGGIAMENTO
Attrezzatevi di tutto il necessario per affrontare lunghi tragitti in sella alle due ruote. Nel vostro equipaggiamento non dovranno assolutamente mancare:
 

  • una bicicletta perfettamente funzionante dotata di cambi e con un ottimo sistema frenante preventivamente revisionato.
  • Un caschetto da bici per evitare traumi in caso di cadute.
  • Nel caso in cui la bicicletta non ne sia dotata, una luce per gli spostamenti serali e notturni.
  • La sella dovrà essere comoda e ad altezza regolabile tenendo conto che vi rimarrete seduti per lunghissimi periodi.
  • Borse da bicicletta per contenere i vestiti e il necessaire per il viaggio.
  • Una pompa per gonfiare le ruote, l'attrezzatura per riparare eventuali forature e regolare i freni (vi capiterà spesso di dover intervenire per mettere a punto la vostra bicicletta ed è fondamentale che siate dotati di tutto quello che vi potrebbe servire in questi casi).
  • Una borraccia per l'acqua e gli integratori salini.
  • Occhiali da vista, creme solari, repellenti antizanzara e insetti.
  • Se il bimbo è piccino, un occhio di riguardo alla scelta del seggiolino. Meglio optare per quelli anteriori se il bimbo ha meno di 2 anni e per quelli posteriori dai 2 ai 5 anni. Dopo quest'età, il bambino potrà avere una bicicletta sua e dovrà marciare in mezzo al gruppo, tra mamma e papà. Meglio, comunque, che non stia mai in fondo o all'inizio della 'carovana'.

     

    Nelle prossime settimane, vi daremo qualche indicazioni in merito agli itinerari più adatti a ciclovacanze con i bimbi. Per maggiori informazioni sull'argomento, però, è possibile consultare il sito www.fiab-onlus.it dove troverete anche l'elenco completo degli 'albergabici', le strutture alberghiere in grado di accogliere viaggiatori dotati di bicicletta .


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
partenza1

Partire a settembre...

Costi ridotti, poco traffico per le strade e località turistiche quasi deserte... Per chi ne ha la possibilità settembre è un ottimo mese per partire. Anche solo per qualche giorno.

continua »
42854244_m

Una vacanza portoghese

Proposta di viaggio per tutta la famiglia a Lisbona e dintorni. Tra delfini, marionette, squali alla scoperta di una delle capitali meno conosciute d'Europa.

continua »
Trebesing

Trebesing: il primo paese per bambini in Europa

Vacanze formato famiglia? A Trebesing, in Carinzia, piccola località austriaca che vanta il titolo di primo paese per bambini e neonati in Europa. Con tanto di family hotel, attività per i più piccini nel centro storico e sentiero delle favole. Località perfetta sia per le vacanze invernali che per quelle primaverili ed estive.

continua »
balena_hp

Quebec con i bambini

Nel Quebec c’è una strada chiamata “la strada delle balene', una lunga distesa d'acqua che diventa in estate il loro habitat ideale

continua »
Cerca altre strutture