Alla scoperta del Lago d'Orta

Per il weekend del 2 giugno, gita al Lago d'Orta per scoprirne la bellezza paesaggistica, il patrimonio artistico e culturale, il fascino un po' nascosto di una località considerata minore. E a Omegna, da non perdere, il Parco della Fantasia Gianni Rodari.

Articoli Correlati

Alla scoperta del Lago d'Orta



Un piccolo gioiello poco conosciuto e poco frequentato (relativamente poco frequentato) si nasconde a poca distanza da Milano, Torino, Novara e la provincia di Verbano-Cusio-Ossola: è il Lago d'Orta, un lago prealpino di origine glaciale facilmente raggiungibile dai principali capoluoghi piemontesi e lombardi, che ben si presta per una gita o un weekend fuori porta con i bambini.


8 i comuni tra cui è suddiviso, ma a meritare senz'altro una visita sono la minuscola Orta San Giulio da cui partono le imbarcazioni per l'Isola San Giulio, e Omegna, città natale di Gianni Rodari dove si trova il Parco della Fantasia Gianni Rodari da vedere assolutamente.

ORTA SAN GIULIO E LA MINUSCOLA ISOLA SAN GIULIO




Orta San Giulio
è una cittadina piccolissima che si visita rigorosamente a piedi (il centro storico è chiuso alle macchine) nell'arco di una mezza giornata. Nonostante i vicoli acciottolati e le salite e discese, la piazza centrale è perfettamente raggiungibile anche con passeggino e carrozzina.
Dopo un giro in città, il consiglio è quello di acquistare un biglietto alla per la minuscola Isola di San Giulio (larga appena 650 metri) dove, lungo l'unica strada perimetrale, si incontrano un bar-ristorante (è il solo sull'isola e potrebbe essere affollato qualora decidiate di fermarvi qui a mangiare senza prenotazione. Hanno un menu bambini e un buon menu alla carta), un Convento di Clausura e la Basilica di San Giulio.
Una leggenda narra che San Giulio la fondò come centesima chiesa dopo essere approdato all'isoletta a bordo del suo mantello e aver sconfitto i 100 draghi che abitavano questi luoghi.

Prima di lasciare Orta San Giulio merita una visita anche il Sacro Monte con le sue venti cappelle dedicate alla vita di san Francesco. Per arrivare, potete imboccare una stradina che si inerpica sul colle a 15 minuti di strada dal centro storico, oppure prendere il trenino turistico che conduce sul Monte.

UN TUFFO DOVE L'ACQUA È PIÙ BLU



Il lago è balneabile e diverse sono le spiaggete dove è possibile fermarsi: l'acqua è in generale pulita e le spiagge sono ben tenute. Ve ne sono di ciotoli, sabbia ed erba. In queste ultime in particolare molte famiglie scelgono di fermarsi per un picnic all'aperto tra cielo, acqua e natura.
Tra i 'Lidi' più famosi, quelli di San Maurizio d’Opaglio, il lido di Gozzano, Omegna, Pettenasco e la spiaggia Miami, una delle più note della zona (e per questo piuttosto affollata nei mesi estivi), attrezzata con lettini, ombrelloni, cabine per cambiarsi e un piccolo bar.

GIANNI RODARI E IL PARCO DELLA FANTASIA



A poco meno di un quarto d'ora di auto da Orta San Giulio, si trova Omegna, graziosa cittadina lacustre nota, soprattutto, per avere dato i natali a Gianni Rodari.
Il centro storico è grazioso e merita un'occhiata veloca. Il motivo, però, per il quale dovete fermarvi qui se vi trovate in zona con i bambini è lo splendido Parco della Fantasia Gianni Rodari.
Non si tratta di un vero e proprio parco, ma di un insieme di strutture distribuite in tutto il territorio che vengono aperte e utilizzate in base alle specifiche esigenze dei gruppi e delle famiglie presenti.
A Omegna si trovano la struttura polifunzionale con ampie sale per accogliere e lavorare con gruppi numerosi; la ludoteca che propone ampi spazi di giochi speciali; il Forum, ovvero il centro museale e congressuale che si propone come polo per la ricerca, la didattica e la conservazione della produzione artigianale e industriale locale, principalmente legata al settore dei casalinghi.
Le attività proposte sono differenziate per le scolaresche e le famiglie (un programma specifico e giorni di apertura ad hoc interessano queste ultime. Consultate il sito internet e il programma per saperne di più).

IL LAGO D'ORTA IN BICICLETTA

Per gli appassionati di bicicletta, esistono diversi percorsi ciclabili più o meno lunghi e difficili che rendono la zona interessante.
Il più interessante è forse l'anello panoramico di circa 36 chilometri (non adatto, però, ai bambini dal momento che la maggior parte del percorso è su strada con parecchio traffico).
Per loro consigliato il percorso Orta San Giulio - Monte Mesma di circa 4 chilometri per lo più su sentieri e strade sterrate.


Se volete segnalarci un itinerario per famiglie che secondo voi è particolarmente interessante e adatto ai bambini, scrivetelo nei commenti in basso e saremo felici di approfondire l'argomento e preparare un articolo di approfondimento.


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
partenza1

Partire a settembre...

Costi ridotti, poco traffico per le strade e località turistiche quasi deserte... Per chi ne ha la possibilità settembre è un ottimo mese per partire. Anche solo per qualche giorno.

continua »
42854244_m

Una vacanza portoghese

Proposta di viaggio per tutta la famiglia a Lisbona e dintorni. Tra delfini, marionette, squali alla scoperta di una delle capitali meno conosciute d'Europa.

continua »
Trebesing

Trebesing: il primo paese per bambini in Europa

Vacanze formato famiglia? A Trebesing, in Carinzia, piccola località austriaca che vanta il titolo di primo paese per bambini e neonati in Europa. Con tanto di family hotel, attività per i più piccini nel centro storico e sentiero delle favole. Località perfetta sia per le vacanze invernali che per quelle primaverili ed estive.

continua »
balena_hp

Quebec con i bambini

Nel Quebec c’è una strada chiamata “la strada delle balene', una lunga distesa d'acqua che diventa in estate il loro habitat ideale

continua »
Cerca altre strutture