In bicicletta sulla ciclovia Val Brembana

In provincia di Bergamo, lungo la vecchia linea ferroviaria ormai dismessa, una bella pista ciclabile con una pendenza massima di 200 metri perfetta per una pedalata in famiglia.

Articoli Correlati

In bicicletta sulla ciclovia Val Brembana



Parte da Zogno, in provincia di Bergamo, una delle ciclabili family friend più bella del Nord Italia: è la ciclovia Val Brembana, costruita lungo i percorso della vecchia ferrovia ormai dismessa, perfetta per una pedalata in famiglia data la poca pendenza della pista (massimo 200 metri di dislivello) e la facilità del percorso.


Tra gallerie completamente buie, ponti in pietra che attraversano scroscianti ruscelli di montagna, prati verdissimi, stradine silenziose completamente immerse nel verde e le vecchie stazioni ferroviarie dai colori sgargianti, questa ciclabile adatta a tutti si snoda per 24 chilometri attraversando la vallata in un continio cambio di paesaggi e prospettive.

UN PO' DI STORIA


La linea ferroviaria Bergamo - Piazza Brembana fu completata nell'arco di un ventennio a partire dal 1906. Erano gli anni del Liberty e delle grandi aspettative verso il futuro. Ecco perché molte stazioni richiamano questo stile e sembrano uscite da una cartolina degli anni Venti.
La ferrovia rimase attiva fino al 1966 quando fu sostituita da un autobus.
Per la pista ciclabile, però, occorre aspettare fino al 2007 quando furono inaugurati i primi 18 chilometri che collegano Piazza Brembana a San Pellegrino Terme.



IL PERCORSO

La varietà del percorso, il repentino passaggio da un ambiente urbano a uno montano (sebbene, lo ripetiamo, la pendenza sia scarsa), il fatto di pedalare completamente immersi nella natura, rendono questa ciclabile una delle più suggestive in Italia.
Si parte da via degli Alpini a Zogno e si arriva sino alla stazione ferroviaria di Piazza Brembana per un totale di 21 km da percorrere in leggera salita.
La prima tappa è la cittadina di San Pellegrino Terme, un comune di 5 mila abitanti che rappresenta il principale polo d’attrazione della Val Brembana. Qui si trovano il Casinò Municipale e il Grand Hotel, un imponente edificio in stile liberty risalente agli inizi del primo Novecento.


Superata la stazione termale, si imbocca una lunga e spettacolare galleria. L’illuminazione a terra, che si accende automaticamente al passaggio dei ciclisti, e il rivestimento naturale di pietra garantiscono un effetto scenico come raramente se ne vedono su una ciclabile. Con il fiume Brembo sulla destra, a questo punto, si è già in vista di San Giovanni Bianco. Qui la pista attraversa il torrente Enna, un affluente del Brembo da cui inizia il percorso ciclabile della Val Taleggio.

La seconda metà del percorso è caratterizzata da un susseguirsi di gallerie più o meno lunghe e fredde, sino ad arrivare a Goggia, spartiacque tra la parte bassa e la parte alta della valle, e quindi a Lenna, dove spicca la bella stazione ferroviaria recuperata. Come nel primo tratto, anche qui non mancano aree attrezzate, bar, negozi, trattorie e ristoranti per soste ed esigenze di ogni genere. 



 L'ultimo tratto è, probabilmente, il più faticoso (la pendenza, comunque, non supera il 3%) per arrivare a Piazza Brembana dove una foto di rito di fronte alla stazione ferroviaria sigilla il completamento del percorso.

COSA VEDERE

Lungo la ciclabile è possibile fermarsi per una sosta ristoratrice, per un picnic sul'erba, per mangiare in una delle tante trattorie che si incontrano lungo il percorso. Oppure per una visita culturale a una delle tante attrazioni che caratterizzano la zona.
In particolare segnaliamo il Museo della Val Brembana a Zogno, ospitato in un bell'edificio del XVII secolo che raccoglie oltre 3000 oggetti che raccontano la storia della valle, e il Casinò di San Pellegrino Terme con i suoi saloni sfavillanti e la sua architettura inizio secolo.



Per una gita enogastronomica, invece, non perdetevi l'assaggio della famosa Polenta Taragna, piatto tipico della zona, e dei formaggi locali. In particolare, il Formai de Mut e il Branzi.
 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Treno-folliage

Il treno del folliage

E nel primo giorno d'autunno, un'idea per un weekend diverso con i bambini per scoprire come cambia la natura nei mesi che precedono l'inverno. Il Treno del Folliage, dal 17 ottobre al 15 novembre.

continua »
montagna_protezione

In montagna ad 'alta protezione'

Sulla neve, è importante proteggere pelle e occhi per evitare scottature, ustioni e congiuntiviti. Creme e occhiali sono, quindi, indispensabili.

continua »
Pericolo-meduse

Al mare, contro tracine e meduse

In acqua o sotto la sabbia si nascondono alcuni dei 'pericoli' più temuti da chi trascorre al mare le proprie vacanze. Ecco cosa fare in caso di puntura da tracina o contatto con una medusa medusa.

continua »
Venezia-bambini2020

Venezia in un giorno. Con i bambini

Quale momento migliore per visitare Venezia svuotata dai turisti? Ecco, dunque, un itinerario perfetto per una giornata alla Serenissima con i bambini.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network