É vero che il mare rende nervosi i bambini?

La credenza popolare che il mare innervosirebbe i bambini, mentre la montagna li tranquillizzerebbe è vera o falsa? In parte si e in parte no. Dipende da come viene impostata la giornata al mare.

Articoli Correlati

É vero che il mare rende nervosi i bambini?


 
Mare o montagna? Qual è la soluzione più indicata quando si hanno bambini, soprattutto se molto piccoli?


Perché da sempre che il mare innervosica i bimbi rendendoli agitati e irrequieti?
A dire il vero, in merito all'argomento, gli studi effettuati hanno smentito la credenza popolare, radicata già nei nostri nonni, che lo iodio sia il responsabile del nervosismo dei bambini. Non sarebbe, infatti, lui il responsabile dell'agitazione infantile.

A chi imputare, dunque, la colpa?
La risposta è più semplice di quanto si potrebbe pensare: i bambini sono più nervosi perché al mare i ritmi di vita sono più frenetici. Più frenetici che in città? Si, in parte si.
In vacanza in località di mare, infatti, i piccoli hanno la possibilità di trascorrere all'aperto molte ore, giocando, correndo, tuffandosi, nuotando... Sebbene tutto sia molto divertente e questo tipo di sollecitazioni non abbia nulla a che vedere con quelle stressanti cui sono sottoposti durante l'anno, si tratta pur sempre di 'sollecitazioni' con cui, poi, devono fare i conti.
Nulla di strano, quindi, se la sera sembrano più stanchi, irritabili, fastidiosi.
Non è lo iodio a renderli tali, ma lo stile di vita lontano da quello cui sono abituati.

Inoltre, e questo succede anche in montagna o al mare, in generale le vacanze stravolgono le abitudini: si va a letto più tardi, si mangia più tardi, la routine di tutti i giorni viene meno.
Il mare, per sua natura, induce poi a trascorrere molto tempo all'aperto, anche nelle ore serali. In montagna, invece, spesso la sera si torna a casa, ci si rilassa, si ricrea un'atmosfera domestica.
Ecco, dunque, spiegato, in parte, la sensazione di nervosismo.

Ai genitori che, perciò, si domandano se siano meglio il mare o i monti la risposta non può che essere: scegliete quello che fa star meglio voi. Se riuscirete a rilassarvi e a trovare la vostra dimensione, nell'uno o nell'altro ambiente, i bambini non potranno che trarne benefici. E sicuramente il mare non rappresenta per loro un problema.


 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
partenza1

Partire a settembre...

Costi ridotti, poco traffico per le strade e località turistiche quasi deserte... Per chi ne ha la possibilità settembre è un ottimo mese per partire. Anche solo per qualche giorno.

continua »
42854244_m

Una vacanza portoghese

Proposta di viaggio per tutta la famiglia a Lisbona e dintorni. Tra delfini, marionette, squali alla scoperta di una delle capitali meno conosciute d'Europa.

continua »
Trebesing

Trebesing: il primo paese per bambini in Europa

Vacanze formato famiglia? A Trebesing, in Carinzia, piccola località austriaca che vanta il titolo di primo paese per bambini e neonati in Europa. Con tanto di family hotel, attività per i più piccini nel centro storico e sentiero delle favole. Località perfetta sia per le vacanze invernali che per quelle primaverili ed estive.

continua »
balena_hp

Quebec con i bambini

Nel Quebec c’è una strada chiamata “la strada delle balene', una lunga distesa d'acqua che diventa in estate il loro habitat ideale

continua »
Cerca altre strutture