Visita al museo più alto d'Europa

Situato a 3000 metri e raggiungibile tramite la Funivia Marmolada, il Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m è l'unico in Italia dedicato al tema ed è in assoluto il museo più alto d'Europa.

Articoli Correlati

Visita al museo più alto d'Europa



Un Museo diverso da tutti gli altri, non solo per il percorso espositivo, ma per la posizione in cui si trova: la Marmolada, infatti, che con Punta Penia tocca i 3342 metri di altitudine, è il gruppo montuoso più alto delle Dolomiti, montagne uniche al mondo tra Veneto e Trentino dichiarate nel 2009 Patrimonio Naturale UNESCO.


Il Museo Marmolada Grande Guerra 3000 metri si trova proprio qui, raggiungibile con la funivia, e racconta un pezzo di storia italiana che sembra lontana lontana, ma che da queste parti ha segnato un epoca.
Travolta dalla Grande Guerra tra il 1915 e il 1917, teatro di scontri e battaglie senza fine alla conquista di qualche metro di terreno, la Marmolada vuole ricordare la memoria dei tanti caduti tra le sue rocce attraverso l'esposizione di questo museo che si caratterizza per essere il più alto d'Europa. 

IL PERCORSO MUSEALE

Il museo si sviluppa al suo interno in una serie di ambienti nei quali vengono affrontate le principali tematiche della guerra in alta montagna: 
  • La sala del prebellico racconta la vita delle popolazioni locali prima dello scoppio della Grande Guerra e mette in luce le relazioni che esistevano tra le varie etnie.
  • La seconda sala racconta i primi anni di guerra, l'iniziale coinvolgimento solo dei soldati austriaci e l'intervento dopo delle forze italiane.
  • I quattro armadi contenenti divise ed equipaggiamenti italiani e austroungarici simboleggiano il momento dell’arruolamento e della partenza per il fronte. Questi indumenti e questi oggetti accompagneranno i soldati nei lunghi anni di guerra.
  • Un percorso nel tunnel vuole mettere in evidenza le difficoltà che quotidianamente i soldati incotravano sulla loro strada, difficoltà spesso dovute al territorio naturale dove stavano combattendo.
  • Il percorso continua con il plastico della Città del Ghiaccio, un’opera militare unica al mondo, frutto di approfonditi studi ingegneristici, che permise ai soldati austroungarici di mantenere il possesso del ghiacciaio fino al momento della ritirata italiana. 
  • C'è poi la Trincea della Morte che vuole raccontare al visitatore il terrore dei soldati e la stupidità della guerra che metteva gli uomini gli uni contro gli altri gettandoli a un passo dalla morte.
  • Il percorso prosegue con due sezioni dedicate all’informazione storica. Si ripercorrono le fasi principali della guerra negli anni 1917 e 1918: rotta di Caporetto, spostamento del fronte, fine della guerra e ricostruzione nei territori devastati dai combattimenti.



Da non perdere anche la sala delle armi, l'esposizione dei documenti cartacei e la sala dei cimeli appartenuti a personaggi dell'epoca divenuti famosi per qualche motivo.

Il Museo è naturalmente aperto per gite didattiche di gruppo e ha l'obiettivo di diffondere la cultura della pace attraverso percorsi ludico-didattici dedicati alle scolaresche e ai gruppi che ne facciano richiesta.
La domenica, invece, è dedicata alle famiglie con tante attività a misura di adulto e di bambino: alle 14.00, infatti, parte una speciale visita guidata su misura per i più piccoli con spiegazioni adeguate all’età e attività da fare insieme ai propri genitori o nonni.
Prenotazione obbligatoria al numero 334-6794461 

La zona presenta, poi, la possibilità di effettuare diverse escursioni alla scoperta degli itinerari della Grande Guerra, per conoscere meglio la Marmolada e la sua storia.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Strada-Fiabe_Germania

In Germania, lungo la strada delle fiabe

Non è mai presto per progettare un nuovo viaggio e una nuova vacanza. Per i ponti autunnali, per le prossime feste dell'Immacolata o di Natale, per il prossimo tour ecco una proposta un po' diversa dalle solite: in Germania, percorrendo la strada delle fiabe.

continua »
ny_bimbi_22

A New York, 5 cose da fare con i bambini (fuori dai soliti percorsi)

Tra proposte classiche, novità e percorsi alternativi, ecco 5 cose da fare se vi trovate a New York con i bambini.

continua »
Pozanan

3 piccole mete europee per il ponte del 1° novembre

Siete appena tornari e già non vedete l'ora di ripartire? Ecco tre 'piccole' città europee perfette per un viaggio breve o per il ponte del 1° novembre.

continua »
partenza1

Partire a settembre...

Costi ridotti, poco traffico per le strade e località turistiche quasi deserte... Per chi ne ha la possibilità settembre è un ottimo mese per partire. Anche solo per qualche giorno.

continua »
Cerca altre strutture