Giocattoli... ecologici

Semplicemente conservando alcuni materiali di uso comune (plastica, sughero, lattine...) è possibile realizzare in casa piccoli giocattoli per bambini fantasiosi.

Articoli Correlati


Sono loro, i bambini, i primi a saper sfruttare i materiali meno preziosi per creare oggetti utili: basti pensare alla loro capacità di giocare con tutto quanto capiti loro a portata di mano, siano sassi, conchiglie, biglie, tappi di alluminio, sughero...
Approfittando, quindi, di questa inclinazione e della fantasia dei piccini, è possibile unire l'utile al dilettevole insegnando ai bimbi il rispetto per la natura e l'importanza del riclaggio e creando per loro e insieme a loro semplici giocattoli con cui, poi, divertirsi tutti insieme, partendo da materiali e oggetti di comune uso domestico.
Questa attività, oltre che stimolante dal punto di vista della creatività, è utile anche per imparare guardare le cose con un occhio diverso, cercandone un significato e un importanza che vada al dì là della mentalità dell' 'usa e getta'.


Alcune vecchie scatole di legno o di cartone (per esempio, le scatole per le scarpe, i contenitori per le bottiglie di vino...) possono venire riutilizzate se dipinte con appositi colori, lucidate e fissate, quindi, con la lacca. Un'altra possibilità è rivestirle con carta colorata, oppure impiegare la tecnica, un po' più lunga e complessa, del decoupage, applicabile anche su utensili di metallo, legno e plastica.
Riutilizzando vecchie candele sbrecciate e inutilizzate (a parte il fatto che la cera può sempre essere fusa per dar vita a nuovi lumini!) è possibile realizzare stampini profumati (sarà sufficiente comprare uno stampo di plastica e una boccetta di essenza dal profumo che più si desidera).


Molti materiali, poi, sono perfetti per dar vita a veri e propri giocattoli: i tappi di sughero, per esempio, incollati insieme, possono essere trasformati in piccole barchette galleggianti o in personaggi stravaganti (sarà sufficiente colorarli con appositi colori e aggiungere, dove serve, pezzetti di stoffa o lana per realizzare capelli, vestiti, bocca...).
Sempre con stoffa, pennarelli e ovatta si possono realizzare bambole o animali buffissimi e tenerissimi: se non si vuole utilizzare ago e filo, basterà stringere l'ovatta con un nastro o della corda oppure usare la colla per unire le varie parti.

Anche con le lattine vuote o i rotoli di carta igienica assemblati e rivestiti di carta colorata, argentata o dorata, si possono ottenere le costruzioni più bizzarre.
Le bottiglie di vetro dipinte con gli appositi colori indelebili, diventano originali vasi, soprammobili, portapenne (se l'apertura è abbastanza larga)...
Infine, tra i materiali che più si prestano a essere riciclati, non vanno dimenticati i ritagli del falegname: pezzetti di legno e trucioli da incollare e colorare per farne piccole costruzioni o burattini.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
passeggiateguinzaglio_cv

Bambini al guinzaglio. Favorevoli o contrari?

In Inghilterra pare essere una prassi consolidata e molto usata dalle mamme. In Italia l'idea di portare in giro il bimbo 'al guinzaglio' fa storcere un po' il naso. Sono utili, quindi, o no le redinelle? E se sì, in quali casi?

continua »
primosoccorso_cv

Primo soccorso: ferite

Come comportarsi in caso di ferite, tagli, sbucciature... per evitare infezioni.

continua »
pronto intervento_cv

I bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli

Un corso di pronto soccorso chiaro, semplice e certificato per tutti. Presentato a Palazzo Marino, aggiornato secondo le nuove normative europee, torna il video I nostri bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli.

continua »
abbautunno_cv

Abbigliamento bimbi: capi must have per l'autunno

8 capi che ogni bambino dovrebbe avere nell'armadio per affrontare l'autunno. Dagli stivali al trench ecco alcuni capi moda indispensabili e il consiglio per gli acquisti.

continua »
Cerca altre strutture