Laboratori di lettura

Nelle biblioteche e nelle librerie. Ma anche in ludoteca e presso i centri che organizzano attività per bambini. Sempre più diffusi i laboratori di lettura per i piccoli.

Articoli Correlati

L'istinto della lettura - affermava Gianni Rodari - non è come quello del mangiare e del bere, istinti con cui si nasce. La lettura è piuttosto un bisogno culturale che può essere innestato solo nella personalità infantile. Un'operazione delicata, paragonabile all'innesto di un nuovo senso: il senso del libro. In altre parole, la capacità di usare il libro come strumento per conoscere il mondo, conquistare la realtà e crescere.

Ecco perché si parla sempre più spesso di laboratorio di lettura, non più inteso in senso tradizionale (per esempio, la consueta 'scheda di lettura' da compilare dopo aver letto il libro), ma in senso moderno come coinvolgimento nell'interpretazione del testo attraverso attività ludiche, sia collettive che individuali.


Ed ecco perché laboratori di lettura per bambini e ragazzi vengono organizzati, oltre che a scuola e nelle biblioteche, anche in ludoteca, quasi a suggerire un approccio al testo che è, appunto, per molti aspetti simile a un gioco e a una attività ricreativa.

La prima fase consiste nella lettura ad alta voce di un testo (racconto, filastrocca) da parte di un animatore (a cui seguirà naturalmente la lettura individuale) con lo scopo di accendere, in chi lo ascolta, l'interesse per il 'libro' e la lettura.
La storia così narrata, poi, può diventare spunto di dialogo all'interno del gruppo di lavoro chiamato a riflettere su alcuni passaggi fondamentali della narrazione: qual è il personaggio che più vi ha colpito, dove è ambientata la storia, c'è una 'morale', ossia un messaggio centrale?...


Questa rielaborazione potrà trovare sbocco nella rappresentazione grafica e addirittura nella drammatizzazione: con matite e colori alla mano, ciascuno potrà disegnare un passaggio della narrazione che più lo ha colpito, o anche semplicemente un personaggio o un ambiente, a seconda di quanto questi sono stati più o meno 'caratterizzati', e dunque capaci di suscitare immaginazione.
Se la trama è semplice può persino diventare rappresentazione teatrale: in questo modo leggere più volte il testo servirà a cogliere i particolari utili per la drammatizzazione. Infine, un degno coronamento del laboratorio di lettura sarà, quando possibile, assistere al film o alla messa in scena teatrale dell'opera. Questo completamento del percorso narrativo invoglia a riprendere in mano il libro abituando a una lettura meno distratta e più attenta ai particolari.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Libri-sotto-albero2017

3 libri stupendi da mettere sotto l'albero di Natale

Si dice che a regalare libri non si sbaglia mai. Se poi i libri, oltre a essere interessanti, sono anche divertenti e belli da sfogliare, ancora meglio. Ecco 3 titoli per bambini dai 5 anni in su da mettere sotto l'albero di Natale.

continua »
Scandinavia

Gli Scandinavi lo fanno meglio

Punto di riferimento per il design, il sistema scolastico, il welfare, la cultura hygge, gli Scandinavi stanno imponendo ovunque anche il modello educativo e genitoriale come il migliore del mondo. Ecco le 6 ragioni per le quali in Nord Europa i bambini sarebbe più felici e i genitori più sereni.

continua »
Troppi-giocattoli

5 motivi per smettere di comprare giocattoli

Il giocattolo è il pane quotidiano del bambino. La maggior parte degli esperti, però, sottolinea come i bimbi che ne hanno pochi crescano meglio e siano più sereni. Ecco come liberarsi del superfluo.

continua »
Alfabeto-Montessori

Attività creative per insegnare a scrivere ai bambini

Seguendo il metodo Montessori, ecco alcune attività ludiche e creative allo stesso tempo da proporre ai bambini per insegnar loro a leggere. 

continua »

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network