FFF - Future Film Festival

In scena a Bologna fino al 31 gennaio la XII edizione del Future Film Festival che avrà come tema dominante quest'anno, sulla scia del successo di Avatar, la terza dimensione.

Se il 2010, cinematograficamente parlando, sarà ricordato come l'anno del 3D, di Avatar, degli incassi record e del sorpasso (non accadeva dal 2002) del cinema sull'home theatre, era inevitabile che un evento come l'annuale rassegna del Future Film Festival di Bologna che, da ormai 12 anni, presenta il meglio dell'animazione internazionale, non fosse dedicato proprio alla terza dimensione e all'evoluzione tecnologica che sta interessando e interesserà il cinema.


A questo proposito, infatti, tra le varie sezioni in concorso, una in particolare - Digital Award - è dedicata alle opere (italiane) che contengono filmati elaborati in digitale 3D al fine di promuovere e contribuire al rinnovamento tecnico ed espressivo delle produzioni nostrane (non solo lungo e cortometraggi, ma anche spot, videoclip, filmati, documentari...).

Come sempre, poi, non manca la sezione rivolta ai giovani videomaker non professionisti - Movi&Co. - che avranno la possibilità di presentare i loro elaborati entrando direttamente in contatto con aziende e strutture in modo concreto e fattivo.



AVATAR REVOLUTION

Se Avatar ha segnato un'epoca, il Future Film Festival non poteva non occuparsene. Oltre, quindi, al 3dDay (uno speciale programma dedicato al 3d stereoscopico che torna per il secondo anno consecutivo), il 26 gennaio Joe Letteri, Visual Effects Supervisor di Avatar e Direttore di Weta Digital, la nota casa di produzione neozelandese di vfx, presenta in anteprima mondiale il making of del film per conoscerne i trucchi di lavorazione e la realizzazione dei personaggi sintetici attraverso la performance capture, tecnica in grado di registrare la prestazione degli attori in digitale e quindi gestirla successivamente e autonomamente rispetto al corpo degli attori su un nuovo corpo generato al computer.
FUTURE FILM KIDS

Future Film Kids è una rassegna cinematografica della durata di sei mesi rivolta sia ai bambini che ai genitori, che propone film realizzati con varie tecniche di animazione, spesso fuori dai consueti circuiti di distribuzione. In quest'ambito, inoltre, i bambini delle scuole elementari e medie inferiori saranno coinvolti in divertenti laboratori didattici finalizzati alla comprensione, attraverso il gioco, delle nuove tecnologie che li avvicineranno al cinema in modo attivo.

Future Film Festival: Bologna, 26 - 31 gennaio 2010.


 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Influenza-o-covid

Covid o influenza? Come distinguerli?

Mentre alcuni pediatri lanciano un allarme per il numero eccessivo di tamponi eseguiti sui bambini, come possono i genitori distinguere i sintomi influenzali da quelli del covid?

continua »
Capoeira-2020

Capoeira: tra danza e lotta

Salti, calci, piroette e movimenti dolci. In una parola Capoeira. La danza che arriva dal Brasile e piace tanto ai bambini di tutte le età. Perché sceglierla tra i corsi sportivi.

continua »
Kumon

Kumon. Un metodo di apprendimento per inglese e matematica

Nato in Giappone 60 anni fa e molto diffuso nel mondo, il metodo Kumon ha l'obbiettivo di fornire ai bambini, dall'età di 2 anni, gli strumenti per 'imparare a imparare'. Facilitando, in questo modo, l'apprendimento delle lingue straniere.

continua »
Shopping-scuola-2020

Back to school: i must have del 2020

Oltre a penne, matite e quaderni, ecco i must have che non devono assolutamente mancare nella lista delle cose da comprare per la scuola.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network