Favolosofia

Progetto Favole Filosofiche è un'iniziativa culturale teatrale nata con l'intento di avvicinare i bambini e i ragazzi alla filosofia tramite le favole, i racconti e il teatro.

Il Progetto Favole Filosofiche è un'iniziativa culturale tesa ad avvicinare i bambini e i ragazzi alla filosofia attraverso le favole, i racconti e il teatro che nell'arco di tre stagioni ha prodotto tre spettacoli teatrali di cui due premiati a livello nazionale, un libro e un sito internet.


Venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 febbraio, alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino sarà presentato il primo spettacolo Favolosofia N.1 - La favola dei cambiamenti, a metà marzo il secondo Favolosofia N.2 - La favola delle occasioni e, infine, ad aprile debutterà in prima nazionale il terzo Favolosofia N.3 - La favola della bellezza.

 

LO SPETTACOLO TEATRALE

Il primo spettacolo - Favolosofia N.1 - La favola dei cambiamenti - è un viaggio teatrale, comico e filosofico sull'esperienza dei cambiamenti. Un progetto pioneristico nato a Torino cinque anni fa, grazie al sostegno dei Servizi Educativi della città, e approdato nei più grandi teatri italiani.

Un'idea di due attori, Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci, premiata a livello nazionale per la sua originalità e unicità nel panorama culturale e formativo: promuovere, attraverso il teatro, una 'filosofia con i bambini' e non per i bambini. Un'educazione reciproca al reciproco ascolto fra ragazzi e adulti, intorno ai grandi argomenti della vita: perché le cose cambiano, come riconosco un'occasione, cosa è bello, come fare comunità?

La favola dei cambiamenti è stata, appunto, la prima tappa di questo progetto che ha segnato anche il metodo delle successive Favolosofie: partire dalle storie per pensare insieme; intervenire direttamente nelle classi e nelle biblioteche della città per circa un anno di laboratori; coinvolgere insegnanti e genitori nella ricerca dei personaggi e delle trame più utili a sviscerare nuovi interrogativi per nuove risposte.

La trama: due mendicanti decidono di cercare nuove strade e miglior fortuna. Sono due personaggi favolosi e divertenti, uno cieco e l'altro zoppo, che si scontrano e confrontano sui cambiamenti che segnano le loro avventure.

La fame e la fatica portano la strana coppia a cambiare idea e tornare indietro, ma sbagliano strada e finiscono comunque al pozzo dei cambiamenti: qui un involontario schizzo d'acqua guarisce i mendicanti ma avrà su di loro effetti diversi e sorprendenti.

Capovolgimenti, conflitti, risate accompagnano una riflessione che si apre alla testimonianza dei ragazzi sui cambiamenti intorno a loro e di loro stessi, di quanti ne possono decidere, scongiurare o progettare. Le sorprese, nella vita come per i due finali di questa storia, non mancano mai.

 
IL LIBRO E IL SITO INTERNET

Obiettivo del Progetto Favole Filosofiche è quello di stimolare un approccio alla Filosofia con i bambini e i più giovani attraverso i racconti. É un invito a proseguire le riflessioni con nuove storie, domande, giochi.

Per questo è stato aperto un sito web, www.favolefilosofiche.com dove ragazzi e adulti possono approfondire, comunicare, giocare e confrontarsi - fra loro e con gli attori - sui diversi argomenti delle Favolosofie. Qui è possibile trovare documentate le domande e le risposte dei ragazzi attraverso i loro disegni e i loro racconti, raccolti nelle scuole e nelle biblioteche e, soprattutto, è possibile scrivere liberamente in una bacheca aperta ai pensieri di tutti.

Con lo stesso obiettivo, invitare cioè a proseguire il percorso di giochi e domande intorno a una storia, la Fondazione TRG onlus ha pubblicato - per la Collana I quaderni insieme alla Fondazione Alberto Colonnetti - il libro intitolato Favolosofia numero uno che narra la storia del cieco e dello zoppo raccontata in prosa dai due attori-autori.



 

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Registrazione-scuola2018

Iscrizioni scolastiche 2018-2019 al via

A partire da oggi, 16 gennaio 2018 fino al 6 febbraio 2018, è possibile effettuare l'iscrizione a scuola per i bambini che il prossimo anno si troveranno a frequentare la classe prima della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. 

continua »
Registrazione-Miur

Iscrizioni a scuola: da oggi è possibile registrarsi

A partire da oggi, martedì 9 gennaio 2018, è possibile registrarsi al sito del Ministero dell'Istruzione per ottenere il PIN funzionale a effettuare l'iscrizione vera e propria a partire dal 16 gennaio. 

continua »
Dieta-contro-influenza

Una dieta contro l'influenza

Una dieta adeguata, ricca di vitamine e sali minerali e a base di prodotti di stagione, permette di prevenire e combattere i virus influenzali che stanno mettendo a letto tanti bambini (e adulti) in questi giorni.

continua »
Modulo-TempoPieno

Iscrizioni a scuola: modulo o tempo pieno?

In vista delle iscrizione a scuola di gennaio, facciamo un po' di chiarezza sul Tempo Scuola: meglio modulo o tempo pieno?

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network