Il peso della scuola

Posture scorrette e problemi alla schiena possono essere causati da zaini e cartelle troppo pesanti.

Articoli Correlati

Libri, quaderni, raccoglitori, due/tre astucci per ogni tipo di materiale utilizzato, diari, vestiario per la palestra, strumenti musicali, la merenda... Gli zaini e le cartelle dei bambini, talvolta, sembrano contenere di tutto e di più tanto che, secondo studi statistici, la maggior parte degli scolari e degli studenti sopporta, abitualmente, carichi vicini o superiori al 20% del loro peso corporeo che oltrepassano, addirittura, i limiti imposti dalla legge a tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro per gli adulti.
Dal punto di vista medico, poi, esiste una possibilità che ci sia una relazione tra il peso eccessivo dello zaino e il mal di schiena in età scolare.


Se, quindi, è indubbio che in merito alla questione è necessario correre ai ripari e in fretta (per esempio, diminuendo la mole di materiale che i piccoli, giorno dopo giorno, si trascinano a scuola consentendo loro, per esempio, di lasciare in classe tutto il materiale che non serve per lo svolgimento dei compiti e adottando libri di testo costruiti con carte sempre più leggere), ecco quali sono gli accorgimenti da prendere e le buone abitudini da inculcare nei bambini per alleviare le loro 'fatiche' quotidiane.
 

  • Nella scelta dello zainetto, non lasciate che siano solo la moda e la tendenza del momento a guidarvi, ma controllate, prima di tutto, la forma del medesimo (deve essere dotato di due spalline larghe imbottite e regolabili in altezza e avere uno schienale rigido e morbido verso il lato a contatto con il tronco) e la sua dimensione (deve essere proporzionato alla corporatura del bambino, non essere eccessivamente capiente perché più ampi sono i lati più il peso tende ad allontanarsi dal busto e, una volta indossato, non deve superare la parte inferiore dei glutei).
  • Insegnate al piccolo a riempire correttamente lo zaino partendo dagli oggetti più pesanti per arrivare a quelli più leggeri, facendo attenzione che i primi siano collocati nella parte più vicina alla schiena in modo da non creare sbilanciamenti. Inoltre, abituatelo a lasciare a casa il superfluo (diari, giocattoli, agende, matite inutilizzate...).
  • Quando lo indossa, fate in modo che lo zaino sia collocato su un tavolo o, comunque, su un ripiano, facendo carico sulle ginocchia e non sulla colonna. In questo modo eviterete strappi bruschi e sbilanciamenti. Obbligate il bambino a portare la cartella su entrambe le spalle e fategliela togliere nei momenti di attesa (per esempio, se state aspettando l'autobus fermi su una banchina).
  • Per spostamenti brevi, meglio adoperare la maniglia superiore dello zaino, alternando il trasporto con l'una e l'altra mano. Oppure, potreste optare per un modello con le rotelle facilmente trascinabile. Attenzione, però, che una volta indossato non sia troppo pesante a causa del supporto.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da 7u il 30 aprile 2010 alle ore 19:07

    gra

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
bambo_desideri

La scuola e il Banco dei Desideri

Quarta edizione di questa bella iniziativa della Fondazione Mission Bambini per donare materiale scolastico a bambini e ragazzi in difficoltà.

continua »
bambina-scrittrice-hp

Si torna sui banchi di scuola

Anche quest’anno le vacanze per tutti i bambini e/o ragazzi stanno volgendo al termine, si abbandonano i luoghi di gaie spensieratezze per far ritorno alla routine quotidiana scandita dai ritmi scolastici

continua »
notte_bianca_aidf

Notte bianca: letture per educare all'ascolto

Grazie alla partnership fra AID (Associazione Italiana Dislessia) e Audible è nato un progeto di educazione all’ascolto con l'obiettivo di scoprire o riscoprire il piacere della lettura anche in presenza di dislessia.

continua »
primo-giorno-scuola-2

Il primo giorno di scuola

I giorni che precedono l’inizio della scuola e quelli immediatamente successivi possono costituire per un bambino una fonte di ansia e stress. Ma perché la scuola fa paura? E come aiutare il piccolo?

continua »
Cerca altre strutture