300 euro per le mamme che lavorano

Il bonus bebè 2013 per le famiglie consta in 300€ in più in busta paga per contribuire al pagamento di nido o baby sitter. Solo le mamme che lavorano, però, ne hanno diritto.

Articoli Correlati


Cambia la formula del bonus bebè che si era configurato fino a ora come una cifra simbolica elargita a chiunque avesse avuto un figlio entro l'anno.
Con la Riforma del Lavoro del Ministro Fornero, invece, per il prossimo triennio ad avere diritto a un indennizzo sono solo le mamme che scelgono di tornare a lavorare dopo i mesi della maternità obbligatoria.


Per loro, per un intero semestre e, comunque, entro il compimento del primo anno del bambino, 300 euro netti al mese, da richiedere in alternativa al congedo facoltativo, spendibili per la retta del nido o per la baby sitter.
Nel primo caso, l'INPS verserà direttamente la quota alla struttura lasciando ai genitori l'onere di completare il pagamento. Nel secondo caso, la famiglia avrà l'obbligo di dimostrare che il bambino è effettivamente affidato a una tata durante le ore lavorative della mamma.

Obiettivo della riforma quello di sostenere il lavoro femminile a fronte di un dato che vede il 24% delle donne rinunciare al posto di lavoro dopo la nascita del figlio.

E PER I PAPA'
La stessa normativa prevede che anche i padri abbiano diritto a un giorno di paternità obbligatoria e due giorni di congedo facoltativo alternativi, però, questi ultimi a quelli richiesti dalla madre.
Una piccola rivoluzione culturale (è la prima volta che in Italia si sente parlare di 'paternità obbligatoria') che ha lasciato, però, scontenti tutti dati i pochi giorni concessi al padre a sostegno della famiglia.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da spanò erika il 16 maggio 2013 alle ore 23:06

    veramente il bonus e da dare alle mamme senza lavoro perche almeno hanno qualcosa per i suoi bimbi a chi lavora non dovrebbero dare il bonus perche oltre il posto ogni mese percepiscono il stipendio ....aiutiamo chi ha bisogno alle mamma senza lavoro

  • Commento inserito da mary il 2 marzo 2013 alle ore 16:59

    io quando ho avuto mio figlio non c'era nessun bonus. adesso almeno qualcosa c'e' e ci sono anche donne che devono rientrare per non perdere il posto. io fortunatamente sono potuta rimanere a casa,e ho preso anche la facoltativa prima di riprendere il lavoro, ma non x tutte e' la stessa cosa. poi e' giusto che le mamme che lavorano vengano un po' aiutate, ma andrebbero in generale aiutate tutte le famiglie che si svenano per tirare avanti!

  • Commento inserito da mariana il 2 marzo 2013 alle ore 13:59

    avete perfettamente ragione ...ma pensate che io che sono rientrata a lavoro e lasciato mia figlia a casa di pochi mesi sia bello per me?????????????sono una mamma anch'io ma con un marito invalido al 100% e volete sapere la sua pensione??????be' da ridere 250 euro abbiamo un altro figlio di 7 anni e un mutuo ma secondo voi se ero a casa fino all'anno di vita della mia bambina con 300 euro cosa facevo??????noi mamme che prendiamo la decisione di rientrare a lavoro non e' perche' ci piace lasciare i nostri figli ma sono le esigenze e le circostanze in cui ci troviamo....ma sono daccordo anche sul fatto che debbano usufluire anche le mamme senza lavoro a maggir ragione proprio perchè non lo hanno un lavoro....

  • Commento inserito da Monia il 1 marzo 2013 alle ore 17:48

    infatti è uno scandalo!! ma preferisco stare 1000 volte di piu con la mia bambina e pagata al 30% che percepire 300euro x pagare la baby sitter e tornare a lavoro !privando cosi la mia bimba della sua mamma

    ma che schifo su non c ha senso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Commento inserito da Marco il 1 marzo 2013 alle ore 16:02

    Ma vi rendete conto che questa legge è contro la logica della maternità? In pratica se vuoi il bonus ti obbligano a tornare al lavoro dopo i mesi dell amaternità obbligatoria (che ora non ricorso se sono 3 o 6). Vale a dire ti obbligano, se vuoi un rimborso, a lasciare il figlio al nido o a una baby-sitter, a soli 6 mesi di vita... che tristezza!!! Dovrebbero invece agevolare le mamme a stare col figlio almeno per tutto il primo anno e DOPO se vogliono avere il bonus bebè!

  • Commento inserito da tina il 1 marzo 2013 alle ore 14:06

    na' merdata la cosa più bella per una donna stare accanto al suo bimbo specialmente i primi mesi

  • Commento inserito da Viola il 1 marzo 2013 alle ore 11:43

    Sono d'accordo con Gioggi: TUTTE le mamme hanno DIRITTO al bonus! Per quelle che non hanno la FORTUNA di lavorare....ma di cosa parliamo.Io ho avuto un bimbo a quasi 41 anni ( per motivi vari tra cui il lavoro) e,adesso.che un lavoro non ce l'ho più (se non qualcosa in PROFONDO nero )non posso nemmeno fruire delle agevolazioni delle altre.Il paese dei furbi...che tristezza;(

  • Commento inserito da Gioggi il 1 marzo 2013 alle ore 11:15

    A mio avviso tutte le mamme dovrebbere percepire i bonus per il bebè...il costo del latte...il costo dei pannolini...il costo delle medicine... il costo dell'alimentazione giusta e variegata....che dire siamo italiani e solo i bammbini dei politici e dei benstanti godono di tutto non vi pare?!

  • Commento inserito da mary il 28 febbraio 2013 alle ore 21:11

    In Spagna, i papá hanno diritto a quindici giorni di paternita'...per non parlare di Finlandia e Danimarca!L'Italia rimane indietro in questo senso rispetto al resto dell'Europa di tanto!!!!

  • Commento inserito da Tiziana il 28 febbraio 2013 alle ore 14:45

    Finalmente stanno pensando anche alla famiglia e a noi donne

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Pulizia-lavatrice

3 consigli e una ricetta per tenere pulita la lavatrice

Tenere pulita la lavatrice è fondamentale per un avere un bucato che superi la prova del bianco. Ecco 3 consigli per prendersene cura in modo naturale senza ricorrere ai detersivi in vendita in commercio.

continua »
Ginnastica-intima-donne

Ginnastica intima per donne

Per prevenire i dolori mestruali, per una pancia piatta, per la gravidanza o il parto, Ginnastica intima per donne. Riscopri la tua femminilità con il metodo Gymintima® è il libro di Simona Oberhammer pensato per le donne.

continua »
Pasta_madre

Pasta madre: pane in casa, decisamente biologico

Impazza la moda del pane in casa fatto con pasta madre. Sano, sottoposto a un corretto processo di lievitazione che lo rende più leggero e digeribile e sicuramente più economico del pane acquistato in panetteria. Una mini guida per coloro che vogliono percorrere questa strada.

continua »
Unicorno-mania

Unicorno-mania: ecco alcune idee regalo

Il tuo bambino impazzisce per gli unicorni? La tua migliore amica si è riempita la casa di mini-pony come se avesse ancora 10 anni? Ecco alcune idee regalo in grado di soddisfare l'unicorno-mania che impazza ovunque (e a qualunque età).

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network