Agenti inquinanti casalinghi

Si chiamano VOC, ossia composti organici volatili, e sono tra i principali agenti inquinanti all’interno degli edifici, non solo appartamenti, ma anche uffici e scuole. Quali sono e come comportarsi.

Articoli Correlati

Agenti inquinanti casalinghi


Se il problema dell’inquinamento ambientale occupa da anni le prime pagine di giornali e telegiornali, poco, invece, si parla di inquinamento domestico, sebbene sia proprio all’interno delle mura di casa che si nascondono, a volte, le sorprese più spiacevoli. Agenti inquinanti invisibili, infatti, pericolosi tanto quanto le temute polveri sottili che affliggono città e comuni, si annidano in casa, nascosti “dentro i complementi d’arredo”, sulla superficie delle pareti, in un detersivo, nelle fughe dei pavimenti…, diventando, talvolta, responsabili di allergie, disturbi più o meno gravi, malessere generale…
Per quanto negli ultimi anni si sia cercato di porre maggiore attenzione ai materiali utilizzati per i rivestimenti, i mobili, le vernici… poco ancora si sa sull’argomento e poco, soprattutto, ne sanno i consumatori il più delle volte condizionati, nelle loro scelte, dal prezzo, dalla pubblicità, dai bisogni pratici.

I VOC DI CASA


Con il termine VOC - acronimo che sta per Composti organici volatili dall’inglese Volatile Organic Compounds - si intendono tutti i composti che presentano una pressione di vapore maggiore uguale a 1.3hPa.
Tra i VOC che si aggirano invisibili nelle nostre case, i principali e quelli più pericolosi sono senz’altro la formaldeide, il fumo di sigaretta, gli idrocarburi polinucleari aromatici, i biocidi

Ciascuno di questi può costituire un pericolo per la salute, in particolare per la salute dei bambini, ed è per questo che è importante intervenire immediatamente laddove uno di questi elementi sia presente in elevate quantità.
 

 

  • Formaldeide
    È, forse, il nemico numero uno tra i VOC ed è largamente utilizzato nelle colle, nelle resine sintetiche, nei solventi, nei disinfettanti e nei deodoranti, nei detergenti, nei cosmetici… Assolutamente invisibile è facilmente riconoscibile per l’odore acre che la caratterizza (lo stesso che si percepisce non appena si entra in una stanza recentemente verniciata o in una casa nuova o completamente ristrutturata). La si trova nella colla degli adesivi, nelle carte da parati, nella moquette, nelle vernici per i mobili, nei pannelli di legno truciolare…
    L’Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro lo ha classificato come gas cancerogeno e tra i disturbi di cui può essere responsabile, stanchezza, mal di testa, irritazione delle mucose…
    Il consiglio è quello di scegliere complementi d’arredo e mobilio realizzati senza l’utilizzo di formaldeide, avendo cura di aprire la finestra spesso in particolare dopo le operazioni di pulizia, dopo un trasloco o dopo l’acquisto di un nuovo mobile.
    Da evitare completamente nella stanza dei bambini.

     

     

  • Monossido di carbonio
    È, probabilmente, il più conosciuto tra i gas incolori e inodori, ottenuto dalla combustione del gas nelle stufe e nei fornelli ed è contenuto in grande quantità nei gas di scarico di auto, bus e moto. Sebbene rappresenti un problema, soprattutto, per gli ambienti aperti per la presenza, appunto, dei veicoli e delle fabbriche, in casa può essere presente, per esempio, nel fumo di sigaretta, in un ambiente fumoso e mal areato.
    Se, quindi, poco si può fare per difendere l’organismo dall’introduzione di questo gas in strada, in casa (e, comunque, negli ambienti chiusi) è vivamente consigliato non fumare, soprattutto in presenza di bambini, avendo cura di aprire le finestre lasciando arieggiare le stanze per qualche minuto laddove ciò si sia verificato. Anche i posacenere andrebbero svuotati di frequente, evitando che cenere e mozziconi rimangano a stagnare per giorni. Il fumo di sigaretta, poi, non dovrebbe mai entrare nella camere dei neonati e, comunque, dove i neonati trascorrono la maggior parte del loro tempo.

     

     

  • Metalli pesanti
    Sebbene il problema sembri interessare maggiormente gli ambienti industriali, in realtà, i metalli pesanti, in percentuali diverse e non sempre necessariamente pericolose, sono presenti anche nelle vernici, nella plastica, nel fumo di sigaretta, nella polvere che si deposita su mobili e pavimenti… La loro pericolosità è maggiore nei più piccoli e nei feti perché più facilmente assorbibili dagli organismi in crescita.

     

     

  • Polvere
    La polvere è uno dei principali allergeni presenti in casa. Si deposita ovunque (tessuti, mobili, pavimenti, parquet, moquette, tappeti, divani, tende) e la lotta per eliminarla è spesso vana.
    Si consiglia, quindi, una pulizia profonda delle stanze almeno una settimana avendo cura di passare l’aspirapolvere e lo straccio umido almeno ogni due giorni. Alcuni materiali e rivestimenti, per esempio la moquette o i tessuti di divani non sfoderabili, sono dei veri attira polvere. È consigliabile, perciò, sostituirli con altri più facilmente lavabili.

     


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Cambio-armadio2021

Cambio dell'armadio intelligente

Approffitta del cambio armadio per mettere ordine tra i vestiti e gli accessori ed eliminare i vecchi indumenti che non si utilizzano in più.

continua »
Colloquio-baby-sitter

Protocollo di intervista per la nuova baby sitter

Stai cercando una nuova baby sitter che si prenda cura dei bambini quando non ci sei? Ecco cosa domandarle in fase di colloquio.

continua »
Bonus-Terme2021

Bonus Terme. Ecco come funziona

Al via dal mese di ottobre le prenotazioni per fare richiesta del Bonus Terme che coprirà al 100% qualsiasi trattamento termale fino a un massimo di 200€. 

continua »
Shopping-bambini-autunno-inverno

Abbigliamento bambini: fondamentali per la scuola

Pantaloni, tute, magliette, scarpe da ginnastica, grembiuli.... Tutto quello che va previsto nel guardaroba di un bambino che inizierà nei prossimi giorni la scuola.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network