Donne, ormoni e felicità

Alimentazione e fasi ormonali: ecco le indicazioni fornite dalla dottoressa Stefania Piloni, Specialista in Ostetricia e Ginecologia e Medicina Naturale, nell’ambito dell’incontro La salute in rosa.

Articoli Correlati

Donne, ormoni e felicità



Riportiamo per intero le indicazioni fornite dalla dottoressa Stefania Piloni, Specialista in Ostetricia e Ginecologia e Medicina Naturale, durante l’incontro La salute in rosa svoltosi a Milano nell’ambito della Milano Food Week, su come sopravvivere “felicemente” all’alternarsi delle fasi ormonali, utilizzando le erbe naturali come rimedio per eventuali problemi o disturbi e come coadiuvante di salute.

 
UNA VITA SOTTO L’INFLUSSO ORMONALE

Gli ormoni, come ormai è stato accertato, influenzano l’umore femminile. Durante tutto il ciclo mestruale (che va dal primo giorno dell’arrivo delle mestruazioni sino al primo giorno di quelle successive) il corpo della donna è sottoposto all’alternarsi degli ormoni che regolano il corretto funzionamento dell’apparato riproduttivo.


Estrogeni: sono gli ormoni legati alla fase fertile e mestruale. Sono presenti sia nell’uomo che nella donna, anche se in quest’ultima raggiungono livelli più elevati. Sono prodotti dai follicoli ovarici, dal corpo luteo e dalla placenta.
Progesterone: è l’ormone ovarico prodotto dal corpo luteo dopo la fase ovulatoria. È responsabile della fase luteale e della corretta ritmicità del ciclo. È fondamentale per creare le condizioni adatte per la fecondazione della cellula uovo e il suo annidamento nella mucosa uterina.

Androgeni: sono ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali e da quelle sessuali, sia nell’uomo che nella donna, sebbene in questo caso siano presenti in quantità minore. Sono fondamentali durante l’atto sessuale in quanto aumentano la ricettività al coito oltre a rendere più sensibile il clitoride.
Prolattina: è l’ormone dell’allattamento e aumenta considerevolmente durante la gravidanza e nei primi mesi di vita del bambino. Cresce anche quando ci sono perdite mestruali.
Ossitocina: è l’ormone che stimola le contrazioni della muscolatura dell’utero. È definito anche l’ormone dell’accoppiamento e dell’amore in quanto aumenta considerevolmente quando si è innamorati.

 

 
PIANTE UTILI NELLE VARIE FASI ORMONALI

Agnocasto: della famiglia delle verbenacee è utile nei sintomi premestruali, per prevenire le perdite mestruali, in menopausa e come stimolante della produzione di latte materno.

Rhodiola rosea: della famiglia delle Crassulaceae, combatte lo stress cronico, gli squilibri ormonali, aumenta l’energia e la resistenza muscolare, riduce i tempi di recupero, il senso di fame, è utile nei disturbi del sonno e può contrastare le disfunzioni sessuali di natura psicologica.
Seronea repens: della famiglia delle Arecaceae è un antiandrogeno selettivo utile per inibire il potere del testosterone.
Partenio: della famiglia delle Asteracee, è utile per contrastare la sindrome premestruale, nella profilassi delle emicranie, come calmante, antisettico, digestivo e antiinfiammatorio.
Gymnea: nella fase premestruale è utile per diminuire il senso di fame e per contrastare la voglia di dolce. Una foglia di gymnea appoggiata sulla lingua riduce del tutto il bisogno di dolci e cioccolato.
Fitoestrogeni (semi di lino, semi di girasole, avena, trifoglio, soia, mandorle…): agiscono sulla fertilità, sullo sviluppo, sul sistema immunitario e su quello cardiovascolare…
Discorea villosa: è una pianta utile durante la menopausa e per combattere i sintomi della sindrome premestruale. Aiuta a ritrovare il ritmo del proprio ciclo.
 

 

Per maggiori informazioni e per conoscere meglio il lavoro della dottoressa Stefania Piloni www.stefaniapilloni.it

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
propsanno2024_cv

10 buoni propositi per iniziare bene l'anno

Per molti gennaio rappresenta semore un inizio. Ecco 10 buoni propositi (e i trucchi per mantenerli) per ricominciare alla grande. 

continua »
cenanatele_cv

E tra una cena e l'altra€

Periodo di cene e grandi abbuffate. Che si trasformano in chili di troppo dopo le feste. Ma con un'alimentazione equilibrata tra un pranzo e l’altro, è possibile tenere sotto controllo la situazione.

continua »
protocollobabysitter_cv

Protocollo di intervista per la nuova baby sitter

Stai cercando una nuova baby sitter che si prenda cura dei bambini quando non ci sei? Ecco cosa domandarle in fase di colloquio.

continua »
abbscuola_cv

Abbigliamento bambini: fondamentali per la scuola

Pantaloni, tute, magliette, scarpe da ginnastica, grembiuli.... Tutto quello che va previsto nel guardaroba di un bambino che inizierà nei prossimi giorni la scuola.

continua »
Cerca altre strutture