Cortili condominiali

 Un universo scomparso. Quello dei cortili condominiali. Dove, però, i bambini potrebbero giocare, divertirsi e scaricare le tensioni accumulate durante il giorno. Ce ne parla Mamma Vera.

Un condominio circondato dal verde, con aiuole e prati che invitavano a giocare...ma sfortunatamente, il passaggio su quel suolo da parte dei bambini era interdetto.
Fino a poco tempo fa, infatti, per far giocare i nostri figli, noi mamme dovevamo portarli al parco più vicino, e vegliare su di loro perché non si perdessero o non attraversassero la strada, o non si allontanassero troppo.

E quante volte è capitato, a me per prima, di essere assalita dall'ansia e dal batticuore se perdevo di vista uno dei tre, anche fosse per pochi secondi!
Ma ora a Milano tutto ciò non accadrà più o comunque meno frequentemente.

Il consiglio comunale, infatti, ha votato a favore della riapertura dei cortili condominiali, quelli intoccabili e intonsi dove nessuno poteva soffermarsi.
Una bella novità, che fa tornare la città ad essere amica dei bambini, in un periodo storico che sembrava ostile a loro, e di conseguenza alle mamme e ai papà.
Ci sarà qualcuno che non sarà d'accordo, che si lamenterà degli schiamazzi sotto le finestre, ma credo che questa notizia farà piacere a tanti.
Ai bambini in primo luogo, che potranno godersi il tempo libero all'aria aperta, anche quando i genitori non potranno accompagnarli ai giardinetti. Basterà dare un'occhiata dal balcone e controllare che tutto vada bene.
Sono sicura che le mie, di occhiate, saranno parecchie, ma credo che i miei figli si sentiranno importanti all'idea di andare a giocare da soli. E credo anche che questo sarà un modo per conoscere ancora meglio i vicini di casa.
Tra la scuola che finisce a metà pomeriggio e i corsi sportivi che ne seguono, spesso i rapporti tra persone che abitano nello stesso palazzo si ritagliano in qualche breve e fugace saluto. Ora, invece, qualcosa cambierà e magari i silenzi imbarazzanti in ascensore si trasformeranno in chiacchierate piacevoli.
Sono troppo ottimista? Forse sì, ma ho provato sulla mia pelle che qualsiasi cambiamento alla routine quotidiana, anche il più insignificante, ha portato nella mia vita delle novità. Non sempre sono state positive, non sempre sono state apprezzate, ma questa, ne sono sicura, cambierà le nostre abitudini in meglio.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Libri-sotto-albero2017

3 libri stupendi da mettere sotto l'albero di Natale

Si dice che a regalare libri non si sbaglia mai. Se poi i libri, oltre a essere interessanti, sono anche divertenti e belli da sfogliare, ancora meglio. Ecco 3 titoli per bambini dai 5 anni in su da mettere sotto l'albero di Natale.

continua »
Scandinavia

Gli Scandinavi lo fanno meglio

Punto di riferimento per il design, il sistema scolastico, il welfare, la cultura hygge, gli Scandinavi stanno imponendo ovunque anche il modello educativo e genitoriale come il migliore del mondo. Ecco le 6 ragioni per le quali in Nord Europa i bambini sarebbe più felici e i genitori più sereni.

continua »
Troppi-giocattoli

5 motivi per smettere di comprare giocattoli

Il giocattolo è il pane quotidiano del bambino. La maggior parte degli esperti, però, sottolinea come i bimbi che ne hanno pochi crescano meglio e siano più sereni. Ecco come liberarsi del superfluo.

continua »
Alfabeto-Montessori

Attività creative per insegnare a scrivere ai bambini

Seguendo il metodo Montessori, ecco alcune attività ludiche e creative allo stesso tempo da proporre ai bambini per insegnar loro a leggere. 

continua »

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network