Eritema solare: come intervenire

L'eritema solare è, di fatto, una scottatura che provoca un arrossamento della pelle e una fastidiosa sensazione di prurito. Ecco come prevenire e cosa fare per alleviare il fastidio.

Articoli Correlati

Eritema solare: come intervenire



Tra i disturbi che una prolungata esposizione al sole senza protezione può provocare c'è senz'altro l'eritema solare, una scottatura a tutti gli effetti, accompagnata da arrossamento, talvolte piccole bolle cutanee e, soprattutto, una fastidiosa sensazione di prurito che colpisce in particolare le persone con un fototipo di pelle chiara e i bambini per via della loro pelle estremamente sensibile e delicata.


Se debitamente curato, l'eritema solare tende a risolversi nel giro di 3/4 giorni, rendendo però la pelle più vulnerabile nel punto in cui si è manifestato.

SINTOMI E CURE


I sintomi dell'eritema solare sono piuttosto chiari da interpretare: arrossamento, gonfiore, dolore e bruciore della pelle o prurito che raggiungono intensità massima nel giro di 24 ore. Nei casi più gravi possono essere presenti vescicole e, se l’ustione è particolarmente estesa, il bambino può presentare brividi, febbre, debolezza marcata, mal di testa, nausea, vomito e stato confusionale.
Entro 4-7 giorni i segni scompaiono e la zona ustionata comincia a desquamarsi.

Come intervenire
Una volta comparso, per alleviare il fastidio, si può proporre al bambino un bagno in acqua tiepia e amido. Oppure impacchi freddi nella zona colpita.
In seguito e possibile applicare creme idratanti, gel all’aloe o creme cortisoniche (sentito il parere del pediatra) in base alla intensità dell’eritema.
Inoltre, è importante che il bimbo beva molto per evitare che si disidrati e se presenta febbre o dolore è possibile somministrare paracetamolo o ibuprofene al dosaggio abituale.

COME PREVENIRE

Le indicazioni sono sempre le stesse:
  • Evitare di esporsi al sole nelle ore calde della giornata, preferendo la mattina presto e il tardo pomeriggio
  • Utilizzare sempre una crema protettiva con fattore di protezione elevato a formulazione fisica (per i bambini)
  • Riptere l'applicazione della crema dopo ogni bagno
  • Se possibile, sciacquarsi con acqua fredda dolce dopo il bagno in mare
  • Utilizzare una crema dopo sole lenitiva la sera prima di andare a dormire

Prevenzione a tavola

Per rafforzare la pelle e prepararla all'esposizione al sole, è importante anche l'alimentazione, assumendo cibi ricchi di sostanze antiossidanti come la vitamina C, la vitamina E, lo zinco, il selenio, il beta-carotene.
Sono sostanze che si trovano in diversi cibi, anche di stagione - pomodori, peperoni, albicocche, spinaci, cavoli, carote, yogurt, alimenti integrali...
Molto efficace in caso di eritema anche il ribes nero, da assumersi sottoforma di succo  da bere oppure in capsule o gocce. 

 

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Cistite

Cistite nei bambini

La cistite è un disturbo piuttosto frequente che colpisce spesso i bambini. Ecco come intervenire e i rimedi per alleviare il dolore.

continua »
poolgarden_home

Il giardino dei bambini

Se avete disposizione un giardino potreste pensare di renderlo adatto ai piu' piccoli. Ecco qualche idea per ottenere un giardino kids friendly!

continua »
Regali-maestre2022

Regali per le maestre: qualche idea

Ultime settimane di scuola tra verifiche, feste da preparare, spettacoli da allestire. Avete già pensato al regalo per le maestre?

continua »
Epatite-bambini2022

Epatite acuta nei bambini: cosa ne sappiamo

Cresce l'allarme per la segnalazione di casi di epatite acuta nei bambini sotto ai 10 anni in diversi Paesi europei tra cui l'Italia. Di cosa si tratta? Quanto dobbiamo preoccuparci?

continua »
Cerca altre strutture