Vitamina D: dove trovarla - Età prescolare - Bambinopoli





Vitamina D. La vitamina del sole

Necessaria per lo sviluppo osseo e per prevenire il rachitismo, la vitamina D viene sintetizzata soprattutto dalla pelle grazie all'esposizione al sole. Qualche ora al giorno per soddisfare il fabbisogno quotidiano.

Articoli Correlati


L'arrivo della bella stagione rappresenta per i bambini un'ottima occasione per fare scorta di vitamina D, fondamentale dai primi mesi di vita del neonato fino agli anni della scuola, per favorire l'assorbimento del calcio nelle ossa e prevenire il rachitismo, consentendo un corretto sviluppo osseo e dello scheletro.
Il fabbisogno quotidiano di vitamina D varia a seconda dell'età, con una quantità minima per il neonato che cresce man mano che il bambino diventa grande.



DOVE SI TROVA
Sebbene la tradizione popolare vuole che sia il latte a fornire la maggior quantità di vitamina D necessaria per il sano sviluppo di un bimbo, niente è più falso. Tra le principali fonti di vitamina D, la più importante è il sole. Attraverso l'esposizione ai raggi solari, infatti, la pelle riesce a produrre circa l'80% del fabbisogno giornaliero di vitamina D. Ecco perché le maggiori carenze si verificano nei mesi invernali, nei paesi nordici, nelle situazioni (e sono la maggioranza) in cui i bambini trascorrono chiusi in casa o a scuola la maggior parte del loro tempo.

Il restante 20% lo si dovrebbe ottenere per mezzo dell'alimentazione (fegato, olio di pesce, salmone, aringhe, sardine, uova, burro, latte…).

SOLE: ALLEATO PREZIOSO
Per anni siamo stati martellati sui danni arrecati dai raggi solari. Così, abbiamo iniziato a sviluppare una sorta di idiosincrasia verso il sole. Non che non sia importante proteggerci. Assolutamente no. L'uso di creme solari è indispensabile per evitare danni permanenti, anche gravi, alla pelle.
Detto questo, però, è bene anche sapere che la scarsa esposizione al sole e l'uso di creme ad alto fattore protettivo, inibiscono la produzione di vitamina D. Ecco perché è molto importante, per lo meno in questi mesi primaverili, far sì che i bambini trascorrano all'aria aperta quanto più tempo possibile. Al mare o in montagna saranno, infatti, coperti da uno strato di crema tale che difficilmente la pelle potrà assorbire la vitamina D.

La vitamina D raccontata in tutti i suoi aspetti su Vitamina D.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Giochi-acqua-spiaggia

Giochi d'acqua in spiaggia

Cosa c'è di meglio della totale libertà che regala la vita in spiaggia? E quale posto migliore per organizzare divertentissimi giochi d'acqua con i bambini?

continua »
Sgridare-un-bambino

8 cose da fare quando si sgrida un bambino

Se botte e punizioni non servono per educare un bambino, sgridarlo quando commette qualcosa di sbagliato può essere utile per aiutarlo a contestualizzare l'errore e porvi rimedio. Ma come si sgrida un bimbo?

continua »
Giulia-Grillo-NoVax

Vaccini: basta la auto certificazione

Cambiano di nuovo le disposizioni in materia vaccinale. Per la ministra della Salute, la grillina Giulia Grillo per andare a scuola è sufficiente l'autocertificazione dei genitori.

continua »
Letture-luglio2018

Novità in libreria: i libri più belli dell'estate

Dalle ultime novità editoriali per bambini, ecco alcuni titoli da infilare in valigia e leggere in vacanza sotto l'ombrellone. Per bambini di età pre-scolare e scolare. 

continua »
Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network